IHL – Serie A, Falcons contro Broncos per la prima vittoria

Sabato in programma una sfida che vale anche per la IHL – Serie A. I Fassa Falcons ospitano i Wipptal Weihenstephan Broncos. Un match tutto da vivere e seguire perché entrambe le formazioni hanno ancora zero punti per la massima serie e quindi la strada verso i playoff Scudetto è sempre più in salita. In particolare per i trentini che hanno già perso due gare specifiche della Serie A contro il Renon, a Collalbo, e contro il Cortina, in casa. Il Vipiteno, invece, ha sfiorato, giovedì i primi tre punti per la Serie A, ma poi il Merano ha messo la freccia del sorpasso e nel finale ha regolato il team dell’Alta Val d’Isarco che quindi si trova ad inseguire.

Sembra arrivata ad una svolta la stagione del Fassa. Dopo una partenza molto difficile, con tre sconfitte in altrettante uscite, giovedì è arrivato il primo ed indiscutibile successo contro l’EC Bregenzerwald. Ne parliamo con il difensore Marco De Francesco che ha fatto registrare tre assist nella sfida contro gli austriaci:

Sicuramente è stata per tutti noi una grande iniezione di fiducia. Abbiamo giocato bene e siamo rimasti concentrati per tutto l’arco della gara. Ci voleva un bel risultato per tutto il nostro impegno. Inoltre si è trovata una nuova amalgama per le linee d’attacco e ne ha beneficiato l’intero gruppo. Riguardo al mio contributo, la cosa più importante è che la squadra abbia fatto bene. Un mio assist è stato molto fortunato, negli altri due, invece, ho fatto il mio dovere .

Da tre stagioni, titolare della difesa ladina, De Francesco ci parla della  sua esperienza in Germania, a livello giovanile:

Per me è stata una proficua storia di vita, di sport e di studio  il fatto di poter disputare 5 stagioni nell’Iserlohn in un ambiente competitivo e professionale in cui ho potuto imparate tante cose. Persino gli allenamenti al mattino presto prima di andare a scuola. Poi una volta preso il diploma, ho scelto di tornare in Italia perché ho dovuto pensare anche all’attività lavorativa e quello che sarà il mio futuro un giorno lontano dall’hockey. In questo senso aiuto il rifugio di famiglia che richiede tanto impegno e dedizione. “

Il Fassa ha una difesa che si basa sui giocatori locali.

E‘ importante poter giocare, crescere e prendersi le proprie responsabilità anche nei momenti difficili. Certo che si può imparare tanto da uno straniero “rubandogli” qualche segreto. Ma al tempo stesso se non si gioca titolare in tutti i frangenti non puoi crescere. Il minutaggio maggiore ci sentiamo sempre più motivati. Poi ovvio che nei Falcons siamo in tanti ad essere cresciuti insieme e quindi lo spogliatoio è abbastanza unito ed amico.” 

Sabato arriva il Vipiteno. Il Fassa è obbligato a vincere verso i playoff Scudetto: 

“Ci piacerebbe arrivare ai playoff Scudetto visto che non ci siamo mai qualificati nei 5 anni precedenti. Contro il Vipiteno sarà una dura battaglia. Noi abbiamo già perso due gare valide anche per la Serie A ed il margine di recupero e la formula della massima serie non permettono ulteriori stop. Come ci ricorda il nostro allenatore ogni sfida contro una formazione italiana è come se fosse una finale.

Nella Alps, però,  non si può stare tranquilli:

Sì. Ogni sfida dipende assolutamente dall’approccio. I risultati sono molto altalenanti ed è un pregio di questo torneo. In questi anni, salvo rare eccezioni, non ci sono state squadre così dominanti da poter dire che si poteva perdere ancora prima di scendere in pista. Un esempio concreto quanto successo negli ultimi giorni. Il Bregenzerwald ha vinto ad Asiago ma ha perso allo Scola. Quindi ogni incontro è sempre un qualcosa di diverso.”

 

Se c’è un modo di vivere che accomuna tanti hockeisti italiani è il grande impegno e la dedizione richiesta per conciliare lo sport e la vita. Il capitano del Wipptal, da 5 stagioni, Fabian Hackhofer, non fa eccezione. La sveglia prima dell’alba per poter svolgere il suo lavoro di saldatore, magari dopo una serata precedente  passata su una pista di hockey ed addirittura in trasferta.

Da 13 anni mi divido tra hockey e lavoro. Non conosco di meglio ma non vorrei mai cambiare. Ognuno dei due aspetti compensa l’altro. Giocare è un piacere ed anche un divertimento ed aiuta ad affrontare il proprio ruolo lavorativo.

Tornando alla più stretta attualità. Cosa è successo a Merano  nel terzo tempo:

Non saprei individuare la vera causa. Abbiamo perso contro una formazione che si è dimostrata molto esperta. Nonostante siano al primo anno, i bianconeri sono un cliente molto difficile. Sicuramente ci siamo adagiati dopo il doppio vantaggio del secondo periodo. Una vera lezione di gioco che ci può servire per la lunga stagione che dobbiamo affrontare e specialmente nell’hockey non c’è mai nulla di scontato. “

Il Vipiteno in Val di Fassa ha fatto sempre bene ma…:

Diciamo che è sempre difficile giocare in Val di Fassa. Quest’anno ci teniamo particolarmente a fare bene perché vogliamo arrivare ai playoff Scudetto e non possiamo più sbagliare.”

Quanto alla attuale situazione del Vipiteno:

Dovremo fare una serie di trasferte.  Poi finalmente si potrà tornare a giocare in casa sulla pista provvisoria. Credo che le nostre prestazioni risentiranno di questo passaggio.” 

Sei uno dei giocatori esperti in una difesa dove ci sono solo giocatori di scuola italiana

Sì in questo senso dobbiamo adoperarci per migliorare il nostro contributo verso l’attacco e rendere più fluida la manovra. Ma giocando di più si può trovare la giusta strada.

Classifica IHL – Serie A

1) Rittner Buam 5 punti (3 partite)
2) HC Merano Pircher 4 punti (2 partite)
3) Migross Asiago 3 punti (1 partita)
4) SG Cortina Hafro 3 punti (1 partita)


5) HC Gherdeina valgardena.it 3 punti (2 partite)
6) Fassa Falcons 0 punti (2 partite)
7) Wipptal Broncos Weihenstephan 0 punti (1 partita)

3 sab 25/09/2021 20:30 Fassa Falcons Wipptal Broncos Weihenstephan