NL FG7: ZCS Lions campioni svizzeri!

NL FG7: ZCS Lions campioni svizzeri!

I Lions sfruttano la poderosa spinta della Swiss Life Arena conquistando con pieno merito il 10° titolo nazionale. La formazione di Marc Crawford batte anche la sfortuna (infortunio occorso a Malgin) superando per (2-0) il Losanna (alla sua prima finale nella storia) in gara-7, grazie ai gol di Fröden e Lammikko. 

Impressionante avvio di partita dello Zurigo, che mette subito sotto grande pressione gli avversari, impegnando Hughes con due conclusioni pericolose di Kukan e Malgin. I Lions sembrano decisi nel voler sbloccare al più presto il risultato, ma anche il tiro di Bächler, contrastato con vigore da Holdener, finisce di poco alto. Dopo 11’ di gioco, la statistica indica 14 tiri a 1 per i padroni di casa, che non riescono però a passare. Poco prima dell’intervallo, i vodesi si scuotono sfiorando due volte la rete con una deviazione in backhand di Fuchs e con Bozon, ma la chance più ghiotta capita sul bastone di Kukan che, dopo un pregevole assolo, manda il disco di un soffio a lato.

I Lions rientrano in pista dovendo subito rinunciare a Malgin, infortunato al ginocchio nel contrasto in balaustra con Raffl. Il Losanna non sfrutta al meglio il primo power-play generato dall’uscita di Hollenstein e rischia di capitolare sulla conclusione di Schäppi. Il match in questa fase è molto equilibrato, ma lo Zurigo costruisce due buone occasioni con Rohrer e Bodenmann, con quest’ultimo che si guadagna una superiorità numerica, dopo un fallo subito da Holdener. Anche i Lions, nonostante una chance per Andrighetto, non passano, rischiando invece sull’incursione di Riat e sulla transizione condotta a tutta velocità da Bozon e conclusa da Glauser. Al minuto 39:16, però, Fröden, ottimamente servito da Lammikko evita l’intervento difensivo di Frick e fulmina Hughes aprendo lo score. L’attaccante svedese, prima del suono della sirena, va di nuovo in gol deviando una conclusione di Kukan, ma gli arbitri annullano per un’ostruzione sul portiere di Grant, dopo un provvidenziale “coach’s challenge” chiesto dalla panchina ospite.

Nel periodo conclusivo, il ritmo risulta molto spezzettato ma, alla prima azione di contropiede, i Lions raddoppiano con Lammikko, bravo a concretizzare l’ottimo lavoro a centro pista di Rohrer. Un gol che fa esplodere i 12000 tifosi presenti alla Swiss Life Arena e deprime i vodesi, incapaci di imbastire una reazione consistente. Già privi di Weber e Balcers, a cui va aggiunto Malgin, i padroni di casa raccolgono le energie rimanenti  limitando i rischi e portando così a casa meritatamente il 10° titolo nazionale.

ZSC Lions-Losanna 2-0 (0-0; 1-0; 1-0) serie 4-3

 
Top Scorer Playoff NL
#                Club        Punti (reti+assist)
1.D.Malgin      (Zurigo)      14      (6+8)
2.S.Andrighetto (Zurigo)      14      (3+11)
3.D.Grant       (Zurigo)      13      (9+4)
4.J.Fuchs       (Losanna)     13      (3+10)
5.M.Sörensen    (Friborgo)    12      (4+8)
6.L.Pilut       (Losanna)     12      (4+8)

Top Goalies
#               Club         Svs%    GAA
1.
N.Schlegel    (Lugano)     93,88   1.80
2.S.Hrubec      (Zurigo)     93,86   1.67
3.C.Hughes      (Losanna)    93,28   1.91
4.L.Genoni      (Zugo)       93,26   2.19
5.S.Aeschlimann (Davos)      93,03   2.50

Ultime notizie
error: Content is protected !!