Il Brazzale Asiago Hockey chiude la Super Final con una vittoria

(Comun. stampa Asiago Hockey 1935) – E’il Rouen Dragons padrone di casa a vincere la Continental Cup 2015/2016. Un successo che arriva al termine di una tre giorni durante la quale i francesi hanno vinto tutte e tre le partite giocate. Seconda posizione per l’Herning Blue Fox che precede il GKS Tychy sul podio lasciando al Brazzale Asiago Hockey la quarta posizione della Super Final, ai piedi del podio per un solo goal di differenza.

Ad un passo dal podio, nonostante la vittoria ottenuta nel pomeriggio odierno contro i polacchi del GKS Tychy, servita per ritrovare morale e determinazione, oltre ai tre punti, in vista del ritorno in campionato che giovedì vedrà gli uomini di Lefebvre sul ghiaccio in casa del Fassa Falcons.

Il Brazzale Asiago Hockey torna quindi a ruggire e lo vincendo 4-2 fa contro i potenti polacchi dl GKS Tychy, capaci di battere l’Herning Blue Fox e ieri di far soffrire fino alla fine i padroni di casa del Rouen Dragons. A funzionare, oggi rispetto ai primi due match giocati dall’Asiago in questa Super Final di Continental Cup, è il powerplay che torna ad essere letale (3 dei 4 goal in superiorità stasera) e un collettivo che gioca come sa, di fronte agli oltre duecento tifosi giallorossi arrivati in Francia che coinvolgono e trascinano l’intera Ile Lacroix a tifare Brazzale Asiago Hockey.

Coach Lefebvre può contare sul roster al completo, eccezion fatta per Michele Stevan premiato ieri come miglior giocatore della sfida contro l’Herning ma uscito prima della fine a causa di un duro colpo alla spalla. Per lui solo una forte contusione e niente di rotto, ma l’impossibilità di scendere oggi sul ghiaccio.

Ulmer e Bentivoglio sono subito pericolosi impegnando Kosowski che deve superarsi anche poco dopo su Magnabosco autore di un tiro pericoloso sul quale il goalie polacco para con il gambale. Proprio Magnabosco, autore del primo goal contro il Rouen nella sfida di venerdì, è abile a sbloccare il risultato al minuto 07.49 mettendo in rete il puck dell’1-0 su assist di Matteo Tessari. Il goal scuote i polacchi che ci provano più volte con Kalinowski, Pochiecha e Vitek; quest’ultimo ha l‘occasione più ghiotta rubando un disco sulla blu e involandosi da solo verso Carrozzi; il portiere giallorosso però conferma le sue qualità e chiude la serranda mantenendo inviolata la porta e permettendo al Brazzale Asiago Hockey di andare al riposo in vantaggio grazie al primo goal di questa Continental Cup segnato dai giallorossi in powerplay.

In apertura di secondo periodo ancora Asiago in rete in superiorità numerica grazie a Lutz che finalizza al meglio un’ottima azione iniziata da Ulmer e Bentivoglio, confezionata dall’assist di Nigro e conclusa con il 2-0 di potenza. Subito dopo è Pace dalla destra ad assistere Luciani sul quale però è bravo Kosowski. Bryk dall’altra parte tiene caldo Carrozzi; la velocità asiaghese cresce ma ma gli otto minuti di inferiorità in cui incappano i giallorossi costringono gli uomini di Lefebvre a grande fatica. La pressione del Tychy cresce, viene annullato un goal per passaggio di mano ai polacchi che poco dopo però accorciano le distanze. L’Asiago va in contropiede con la porta che sembra spostarsi; gioco da fermare, l’arbitro lascia correre e sul capovolgimento è Kolusz a battere Carrozzi. Matteo Tessari assistito da Nigro sfiora il 3-1 ben fermato da Kosowski ma il risultato non cambia e si va al riposo sul 2-1 per il Brazzale Asiago Hockey.

Nel terzo periodo la pressione del Tychy è asfissiante con i polacchi che tornano ad essere fisici e possenti; il Brazzale Asiago Hockey non è però quello di venerdì e sabato ma è un team trasformato, tornato ad essere di qualità. Lutz al terzo minuto spara a botta sicura davanti a Kosowski che para. Poco dopo però nulla po’sulla progressione di Anthony Luciani che serve Ulmer abile ad insaccare e ad esplodere di gioia per il 3-1. Kartoshkin si fa spedire in panca puniti e ancora Lutz torna ad essere pericoloso; poco dopo arriva il poker giallorosso con la discesa sulla destra di Ulmer che mette al centro per rete in powerplay di Bentivoglio. Sul 4-1 il Brazzale Asiago Hockey tiene testa agli avversari che crescono alla distanza senza però riuscire a battere Carrozzi; il goal del 4-2 arriva a due minuti dal termine con Baginski che in powerplay supera il goalie asiaghese. Non succede però più nulla, o meglio: il Tychy attacca, l’Asiago contrattacca e difende mettendo a referto tre punti importanti in classifica.

CLASSIFICA

1°) 9 PUNTI – ROUEN DRAGONS

2°) 3 PUNTI – HERNING BLUE FOX

3°) 3 PUNTI – GKS TYCHY

4°) 3 PUNTI – BRAZZALE ASIAGO HOCKEY

RISULTATI

Venerdì 8 gennaio

16.30 Herning – Tychy 1-2

20.00 Brazzale Asiago – Rouen 2-4

Sabato 9 gennaio

16.30 Herning – Brazzale Asiago 4-0

20.00 Rouen – Tychy 6-5

Domenica 10 gennaio

16.00 Tychy – Brazzale Asiago 2-4

19.30 Rouen – Herning 4-0

Le dichiarazioni dei protagonisti:

“Ci tenevamo a dimostrare di avere orgoglio, dignità e che in realtà sappiamo giocare a livelli ben diversi rispetto alle prime due giornate. Siamo contenti perchè abbiamo chiuso vincendo; c’è però rammarico perchè giocando così da subito avremmo potuto chiudere in maniera diversa e invece torniamo in Italia al quarto posto, peccato – spiega il Presidente Piercarlo Mantovani –  il timore iniziale nei confronti del palcoscenico internazionale ha fatto la sua parte all’inizio, sommando il tutto all’essere arrivati qui nel mezzo di un periodo con partite continue in Italia. Adesso torniamo in campionato e lo facciamo nel migliore dei modi. Archiviata la Continental, adesso ci concentriamo sul campionato perchè ci piace vincere, due perchè ci piace riprovarci.”


“Stasera abbiamo giocato il nostro hockey e finalmente si è visto, le cose sono andate nel verso giusto. Stasera abbiamo tirato verso la porta avversaria, abbiamo fatto cose semplici ma efficaci, abbiamo giocato come sappiamo e i ragazzi si sono espressi bene, come avremmo voluto fare già da venerdì. Purtroppo lo sport è così – commenta Patrice Lefebvre – con un po’di fortuna in più saremmo qui a commentare un altro risultato; nei primi due giorni abbiamo avuto quel calo che nessuno avrebbe voluto avere proprio qui ma di buono c’è che la reazione stasera è stata positiva.”

“Stasera è cambiata la consapevolezza di poter fare risultato e giocare da vero Asiago. Siamo scesi sul ghiaccio volendo questo risultato e l’abbiamo ottenuto – commenta il Capitano Federico Benetti – nelle prime due partite non siamo riusciti ad esprimerci al meglio; ieri avevamo iniziato bene ma abbiamo pagato errori che in campo internazionale si pagano a caro prezzo. Torniamo a casa ancor più convinti di saper tirar fuori le unghie e l’orgoglio nei momenti che servono. Le vacanze natalizie ci hanno costretti a giocare ogni due giorni ma in Italia funziona così e non possiamo farci niente; stasera guardiamo al positivo e a questa vittoria dalla quale ripartire alla grande in Italia. Siamo convinti delle nostre potenzialità, abbiamo voglia di vincere ancora, di tornare in Europa e lottare nuovamente per provare a mettere le mani su questo trofeo.”

“La reazione di oggi è stata molto importante. Vincere è sempre positivo e sono fiero della squadra, dei miei compagni, perchè abbiamo giocato bene chiudendo in maniera positiva questa Continental Cup – aggiunge Layne Ulmer, MVP della serata per il Brazzale Asiago Hockey – stasera siamo entrati sul ghiaccio molto più rilassati rispetto alla prima sera nella quale abbiamo giocato con troppo nervosismo. Siamo stati bravi a crescere e a non disunirci e stasera il risultato è arrivato, anche grazie ad un pubblico davvero caldissimo che è arrivato fin qui, dall’Italia, per sostenerci.”


“Stasera finalmente abbiamo giocato come sapevamo, la prima partita è stata decisamente molto dura e per noi, fisicamente e psicologicamente non è stato facile. Ieri abbiamo risentito del primo ko ma oggi volevamo vincere, volevamo tornare a casa con una vittoria per il nostro pubblico e finalmente ci siamo riusciti – commenta Dan Sullivan a fine partita – stasera siamo scesi sul ghiaccio in condizioni decisamente migliori soprattutto dal punto di vista mentale. Siamo stati bravi a tornare a giocare il nostro hockey, a farlo nel migliore dei modi e i risultati si sono visti. Ci sarebbe piaciuto tornare in Italia con tre vittorie ma comunque sia torniamo decisi a far bene; per i giovani è stata un’esperienza importante che credo servirà per affrontare ancora meglio la seconda parte di stagione che credo sarà davvero molto emozionante.”

GKS Tychy – Brazzale Asiago Hockey 2-4 (0-1, 1-1, 1-2)

Tabellino: 07:49 (A) 0-1 in powerplay, Magnabosco (Matteo Tessari); 20:43 (A) 0-2 in powerplay, Lutz (Nigro, Bentivoglio); 33:11 (T) 1-2, Kolusz (Rzeszutko); 43:44 (A) 1-3, Ulmer (Luciani, Bentivoglio); 54:37 (A) 1-4, Bentivoglio (Nigro); 57:51 (T) 2-4 in powerplay, Baginski (Galant, Bryk).

Formazione GKS Tychy: Zigardy (Kosowski); Baginski, Komorski, Ciura, Kalinowski, Rzeszutko, Woznica, Kogut, Galant, Kolarz, Sokol, Bryk, Witecki, Pochiecha, Hertl, Vitek, Bepierszcz, Lopuski, Kolusz, Kotlorz, Kartoshkin. All. Sejba.

Formazione Brazzale Asiago Hockey: Carrozzi (Tura), Sullivan D., Sullivan M., Tessari N., Presti, Luciani, Tessari M., Miglioranzi, Casetti, Ulmer, Bentivoglio, Nigro, Marchetti, Lutz, Ambrosi, Sova, Benetti, Iori, Pace, Magnabosco. All. Lefebvre.