Cade l’Egna e davanti si raggruppano. Rittner a sorpresa e conferma Merano

Giornata numero ventuno che offre, tra le altre, due partite particolarmente di spicco ponendo di fronte Milano – Merano e Ora- Appiano, entrambe disputate al sabato.

La prima sfida di giornata si disputava proprio al Palagorà di Milano, dove i rossoblu di casa erano chiamati ad una “prova di forza” contro il forte Merano, terzo in classifica, il quale cercava conferme. Davanti a quasi duemila spettatori, nonostante la chiusura in vantaggio del primo periodo di gioco, il Milano crolla sotto il power play avversario, che nel secondo periodo diviene determinante. Nel terzo parziale i rossoblu provano a risalire la china, rischiando il tutto per tutto nei minuti finali togliendo il proprio portiere, ma il sigillo finale è ancora del Merano che ottiene una importantissima vittoria in trasferta per 5:2.

Ora – Appiano è invece un match tutto altoatesino, divisi geograficamente da pochi chilometri e da un solo punto in classifica che potrebbe essere determinante ai fini della griglia play off. L’Ora aveva come obbiettivo la vittoria proprio per allungare sui diretti avversari, mentre l’Appiano giocava per il sorpasso. Sfida tutto sommato equilibrata sul piano del gioco e sul piano delle azioni di attacco, ma la formazione di casa si è dimostrata molto più cinica e determinata, sfruttando in un paio di occasioni e in maniera determimante, la superiorità numerica concessa dalle penalità comminate agli avversari. Finisce 5:2 e l’Ora può cosi cementare la posizione in classifica, mentre l’Appiano,  complice la sconfitta del Milano, riesce in un certo senso a “limitare” gli effetti della sconfitta.

Non incontra particolari difficoltà il Caldaro in trasferta in Val Venosta. Tanti punti separano i due team in classifica e sul ghiaccio il Caldaro fa valere la legge del più forte, legittimata nel terzo periodo. Nei primi due parziali il risultato è peró sempre stato in discussione, merito di un Val Venosta coriaceo e combattivo, mentre nel terzo tempo il Caldaro, primo in classifica, ha dilagato, aiutato anche dal crollo dei padroni di casa che subiscono cinque reti negli ultimi 20′. La sfida termina con la vittoria larga del Caldaro che chiude la pratica 8:2.

Un Pergine che si contende col Rittner Buam l’ultima posizione utile per i play off, ospitava i Mastini Varese, reduci da due buone prestazioni, ma prive di punti. I varesini ricercavano quindi miglior sorte in terra valsugana, anche se l’impegno non era certo dei più semplici, mentre i trentini avevano la possibilità di mettere al sicuro la propria preziosa posizione di classifica. I valsugani ci hanno messo poco a spazzare via la formazione giallonera, la quale ha retto l’impatto soltanto una decina di minuti, prima del tracollo totale. Reti in rapida successione, una dietro l’altra a distanza di pochi secondi, hanno portato il bottino dei trentini a undici reti contro solo le due subite. Successo per 11:2 quindi per il Pergine, che continua la sua marcia in ottica play off.

Le restanti quattro sfide si sono disputate nella giornata domenicale, con i riflettori del ghiaccio di Collalbo che si sono accesi per primi, per dar luce a Rittner Buam – Egna. Gli ospiti hanno perso da una settimana la testa della classifica e ora sono costretti a vincere per rimanere attaccati alla prima posizione, cercando di approfittare di un eventuale passo falso del Caldaro da qui a fine regular season. Il Rittner doveva assolutamente prender punti per dar speranza alle possibilità di agganciare il Pergine all’ottavo posto, prolungando così la propria stagione disputando i play off. Così è stato: la partita pareva chiusa a favore degli ospiti, già in vantaggio di due reti a poco più di 20′ dal termine, i quali però hanno ceduto nel finale. La grinta e la determinazione del Renon ha portato la formazione di casa ad acquisire la consapevolezza che la speranza play off passava per questa sfida e hanno dato fondo a tutte le energie. Vince, un po’ a sorpresa, il Rittner Buam che sconfigge l’Egna 3:2, grazie a due reti tra il 54′ e il 55′.

Como – Alleghe era una sfida che riguardava la seconda parte della classifica, il cui pronostico è stato rispettato a favore dell’Alleghe, vincitore 4:1. Sostanziale equilibrio spezzato dalle civette poco prima di metà gara che infilano due volte la porta comasca.

Facile l’impegno che il Fiemme ha affrontato in trasferta a Chiavenna. La compagine di Cavalese aveva l’obbligo morale di vincere, visti gli esiti degli scontri diretti disputati al sabato, ma il Chiavenna si è dimostrato team più ostico del previsto. Primo periodo a reti inviolate, poi in apertura di secondo drittel i gialloneri trovano prima il vantaggio e poi il raddoppio. Sul finire di match è ancora un uno-due del Fiemme che chiude la gara definitivamente. Chiavenna sconfitto in casa 0:4, ma ha comunque ben figurato contro un Fiemme sicuramente più quotato.

Trasferta piuttosto “lunga” per il Feltre, chiamato in Val Pusteria sul ghiaccio di Brunico, dove esce però sconfitto 5:2. Inizio sprint con un fulmineo botta e risposta, poi i lupi prendono le misure e allungano il tabellino già nel primo tempo, per poi mettere le cose al sicuro nel secondo drittel.

Giornata quindi che ha registrato la frenata dell’Egna, agganciato da Merano e Ora al secondo posto e che ravviva ancor più la lotta per l’ultimo posto utile ai play off, tra Milano, Pergine e Rittner, racchiuse in 4 punti.

Il prossimo fine settimana sarà intensissimo, perchè in quattro giorni si disputeranno ben due giornate, con altri scontri diretti sia in testa che in coda, soprattutto il derby tutto altoatesino Egna – Ora e Merano che si opporrá al Caldaro.

RISULTATI

Milano – Merano 2-5 (2:1 0:3 0:1)

Ora – Appiano 6-2 (2:1 2:1 2:0)

Val Venosta – Caldaro 2-8 (0:1 0:2 2:5)

Pergine – Varese 11-2 (5:1 4:1 2:0)

Rittner Bum – Egna 3-2 (0:1 1:2 2:0)

Como – Alleghe 1-4 (1:2 0:2 0:0)

Chiavenna – Fiemme 0-4 (0:0 0:2 0:2)

Val Pusteria – Feltre 5-2 (3-1 2-1 0-0)

CLASSIFICA

Caldaro 55, Merano, Egna, Ora 50, Fiemme 47, Appiano 46 , Milano 40, Pergine 39, Rittner Buam 36, Val Pusteria, Alleghe 17, Chiavenna 16, Val Venosta 12, Como, Varese 10, Feltre 3

PROSSIMO TURNO (22a giornata, 14 e 15 gennaio)

Appiano – Pergine, Alleghe – Feltre, Merano – Caldaro, Como – Varese, Rittner Buam – Val Pusteria, Egna – Ora, Fiemme – Val Venosta, Chiavenna – Milano

 

Tags: