Il resoconto dell’undicesima giornata di campionato

Serie A – Itas Cup 11° giornata – Stagione Regolare – Sabato 25 ottobre.

Con le partite disputate questa sera siamo arrivati alla metà della stagione regolare e si è chiusa la fase che ha determinato la griglia di qualificazione delle otto formazioni che disputeranno la fase finale di Coppa Italia.
Tenendo conto della classifica avulsa, le prime quattro poltrone sono state occupate, rispettivamente, da Rittner Buam, Val Pusteria, Valpellice ed Asiago. Queste quattro formazioni sceglieranno l’avversaria al turno successivo (la semifinale), scegliendo, nell’ordine, dal gruppetto delle squadre classificate dalla quinta all’ottava posizione e cioè: Milano, Gherdeina, Appiano e Cortina.
Tornando all’attualità, c’è da dire che le gare disputate stasera si sono chiuse, tutte, entro i tempi regolamentari. Bella la conferma del buon momento del Milano, vittorioso su un volitivo Fassa; pur non fugando i molti dubbi sul loro rendimento casalingo, vincono anche i Rittner Buam, nel classico testa-coda contro il Caldaro; tennistica invece, la vittoria della Valpe su uno sfortunato Asiago e sofferta quella del Gherdeina sul Cortina. Per chiudere, i due derby sudtirolesi in programma sono andati a Vipiteno ed Appiano che bloccano, rispettivamente, Val Pusteria ed Egna.

Hockey Milano Rossoblu – SHC Fassa 5-4 (1-0, 0-1, 4-3)
Stadio Agorà di Milano – ore 18:30. Milano a forza sette!!! Sconfiggendo il Fassa al termine di una gara assai incerta e combattuta i Meneghini infilano infatti, la settima vittoria consecutiva in campionato: un piccolo-grande record che proietta i rossoblu nelle altissime posizioni di classifica. Dopo la pesante sconfitta casalinga della quinta giornata (1-5 con i Rittner Buam), la formazione allenata da Pat Curcio ha infatti, probabilmente, trovato la giusta ricetta per uscire dalla crisi, ed ha inanellato una serie impressionante di vittorie: Gherdeina (fuori) Appiano (in casa) Egna (fuori) Cortina (in casa) Rittner Buam e Caldaro (fuori) ed infine, Fassa (casa). Di fatto, la gara di stasera è stata estremamente incerta con il risultato in bilico fino alla sirena; il Milano ha mostrato di avere qualcosa in più ed ha, alla fine, meritato la vittoria ma anche il Fassa ha confermato la buona condizione già mostrata nelle precedenti due, ultime, uscite nelle quali i Ladini hanno sfiorato il colpaccio alla Leitner Solar Arena ed hanno poi sconfitto il Valpellice.
MARCATORI: 1-0 Matthew Campanale (Nicola Fontanive, David Vallorani) 13:37; 1-1 Sami Juhani Ryhanen (Per Filip William Bjork) 28:03; 2-1 Nicola Fontanive (David Vallorani, Lorenzo Piccinelli) 44:38; 3-1 Tommaso Migliore (Alexander Petrov) 46:36; 3-2 Michele Marchetti (Thomas Dantone, Martin Castlunger) 48:26; 4-2 Nicola Fontanive (Matthew Campanale, Niccolo Lo Russo) 49:19; 4-3 Michele Marchetti (Sami Juhani Ryhanen, Thomas Dantone) 56:35; 5-3 Tommaso Migliore (Alexander Petrov, Tyler Gron) 57:56; 5-4 Manuel Da Tos (Matteo Dantone) 58:07.
Arbitri: Alex Lazzeri, Fabio Lottaroli; Simone Lega, Stefano Terragni. Spettatori: 1,999.

Rittner Buam – Sv Caldaro Rothoblaas 4-3 (2-0, 1-1, 1-2)
Ritten Arena di Collalbo – ore 19:30. I Rittner Buam vincono la seconda partita casalinga della stagione ma lo fanno con una enorme sofferenza. Il Caldaro infila la quinta sconfitta consecutiva ma, sul ghiaccio dei campioni d’Italia, la formazione di Don MacAdam ha mostrato di avere i numeri per potersi tirar fuori dalla attuale brutta posizione di classifica.
MARCATORI: 1-0 Eric Johansson (superiorità numerica) (Christian Borgatello, Emanuel Scelfo) 13:53; 2-0 Dan Tudin (Patrick Rissmiller, Simon Kostner) 18:45; 3-0 Ingemar Gruber (superiorità numerica) (Luca Felicetti, Lorenz Daccordo) 22:17; 3-1 Alex Frei (Raphael Andergassen, Alexander Andergassen) 32:08; 3-2 Jakub Sindel (Gamper Manuel, Tommi Roope Ranta) 44:11; 4-2 Ivan Tauferer (Emanuel Scelfo, Patrick Rissmiller) 45:12; 4-3 Tommi Roope Ranta (Markus Kofler, Jakub Sindel) 53:35.
Arbitri: Nadir Ceschini, Leandro Soraperra; Christian Gamper, Alex Wiest. Spettatori 809.

SSI Vipiteno Weihenstephan – HC Val Pusteria Lupi 1-0 (0-0, 0-0, 1-0)
Weihenstephan Arena di Vipiteno – ore 19:30. I Broncos, vincono il derby contro il Val Pusteria, ma non ottengono il visto per i quarti di finale della Coppa Italia, condannati dalla classifica avulsa.
In quest’ultima giornata del girone di andata, il derby altoatesino tra Vipiteno e Val Pusteria, si è disputato davanti ad una discreta cornice di pubblico composta, in maggioranza, dagli oltre 600 tifosi arrivati con un treno speciale, da Brunico e dintorni. Tra i Lupi della Pusteria era assente il solo Lukas Crepaz mentre i locali dovevano fare a meno di Fabian Hackhofer. Il Val Pusteria si è presentato con queste linee offensive Scandella-Devos-Oberrauch; Berzins-Bona-Rizzo, mentre Harrasser-Erlacher-Schweitzer hanno giocato nel terzo Blocco.
Il primo drittel è stato piuttosto equilibrato: le migliori occasioni per gli ospiti sono capitate sulle stecche di Oberrauch e Scandella mentre i locali con Sayers Owens hanno impegnato severamente il goalie pusterese Kuhn. Anche il secondo periodo è scivolato via sul filo dell’equilibrio con una leggera prevalenza di tiri degli ospiti (12-8) che, peraltro, non ha spostato il risultato.
I giochi si sono decisi nel terzo drittel ed il goal-partita è arrivato al minuto 7 e 29. La segnatura è nata da una classica azione di ripartenza che ha trovato impreparata la difesa giallo nera ed ha consentito a Gunnar Braito, di infilare un incolpevole Gerald Kuhn. La reazione dei Lupi è stata tanto veemente quanto improduttiva ed anche il tentativo di coach Richer, a quasi due minuti dalla sirena, di far uscire Kuhn, sostituendolo con un uomo in più di movimento, non ha partorito l’esito auspicato dagli ospiti. La gabbia di Joni Juho Paavali Puurula è così restata inviolata ed i Broncos si sono portati a casa la vittoria.
MARCATORI: 1-0 Gunnar Braito (Christian Sottsas, Florian Wieser) 47:29
Arbitri: Gregory Loreggia, Karl Pichler; Matthias Cristeli, Simone Mischiatti. Spettatori: 1.087.

HC Appiano Roi Team Consultant – HC Egna Riwega 5-3 (1-0, 1-1, 3-2)
Stadio del Ghiaccio di Appiano – ore 19:30. Bella e combattuta la sfida di Appiano conclusasi con la vittoria per 5:3 dei padroni di casa. I Pirati, inoltre, grazie a questo successo ottengono i 3 punti che li promuovono alla fase finale di Coppa Italia. Il derby contro le Oche selvagge, è stato comunque assai incerto e la vittoria è arrivata al termine di sessanta minuti assai tirati. La formazione di Lefebvre, infatti, in vantaggio di due reti, si è fatta raggiungere dai diretti avversari in avvio di terzo tempo. La reazione dei padroni di casa, comunque, è stata pronta ed ha determinato il risultato finale a loro favore. Da segnalare le doppiette di Marc-Olivier Vallerand e Daniel Peruzzo
MARCATORI: 1-0 Daniel Peruzzo (Jonathan Hazen, Marc-Oliver Vallerand) 0:47; 2-0 Daniel Peruzzo (inferiorità numerica) (Jan Waldner) 32:01; 2-1 Rudi Locatin (Kevin Zucal, Alessio Piroso) 34:25; 2-2 Michael Sullmann (superiorità numerica 2) (Christian Willeit, Steve Pellettier) 43:37; 3-2 Marc-Oliver Vallerand (inferiorità numerica) (Miloslav Guren) 44:13; 4-2 Simon Lacroix (Daniel Peruzzo) 47:31; 4-3 Steve Pellettier (Flavio Faggioni) 56:20; 5-3 Marc-Oliver Vallerand (Daniel Peruzzo) 56:48.
Arbitri: Glauco Colcuc, Andrea Moschen; Nicola Basso, Tommaso Facchin. Spettatori: 546.

HC Valpellice Bodino Engineering – Supermercati Migross Asiago 6-0 (3-0, 1-0, 2-0)
Stadio Cotta Morandini di Torre Pellice – ore 20:30. L’Asiago gioca all’altezza degli avversari ma le parate del goalie e la precisione degli avanti torresi finiscono per punire la pattuglia di John Parco, al di là delle sue reali colpe. La gara si mette subito in salita per i giallo-rossi puniti per due volte dall’ex Andre Signoretti in meno di sette minuti. Il primo drittel si chiude sul punteggio di 3-0 grazia alla segnatura dell’altro terzino, il finlandese J.T. Urone. Nel secondo tempo arriva anche il goal di Nicolao, mentre nel terzo finale sono Campbell ed il neo azzurro Luca Frigo ad incrementare il risultato. Dall’altra parte le belle parate di Dusan Sidor hanno tenuto a freno gli avanti ospiti apparsi, nell’occasione, un po’ troppo velleitari. Due parole, sono d’obbligo, su Michele Strazzabosco, vittima di uno sfortunato incidente lo scorso giovedì; in proposito, desideriamo unirci al coro di coloro che auspicano al campione di mille battaglie di vincere anche questa sfida e tornare prestissimo a riprendere il suo posto nel team dei Lions Asiaghesi.
MARCATORI: 1-0 Andre Signoretti (inferiorità numerica) (Matt Pope, Luca Frigo) 3:39; 2-0 Andre Signoretti (superiorità numerica) (Marco Pozzi, Luca Frigo) 7:07; 3-0 Jesse Tapio Urone (Scott Nicolas Campbell, Nate Di Casmirro) 16:52; 4-0 Paolo Nicolao (Luca Frigo, Jesse Tapio Urone) 33:40; 5-0 Scott Nicolas Campbell (superiorità numerica) (Matt Pope, Jesse Tapio Urone) 42:54; 6-0 Luca Frigo (Marco Pozzi, Alex Silva) 57:27.
Arbitri: Andrea Benvegnù, Michele Gastaldelli; Maurizio Lorengo, Manuel Manfroi. Spettatori: 1,520

Hc Gherdeina valgardena.it – Hafro Sg Cortina 2-1 (1.0, 0-0, 1-1)
Stadio Pranives di Selva di Val Gardena – ore 20:30. Dopo la imprevista battuta di arresto ad Egna il Gherdeina ritrova la vittoria contro il Cortina che, di contro, prosegue, la sua serie negativa infilando la sua quarta sconfitta consecutiva. La gara è stata incerta fino alla sirena in quanto alla brillante doppietta di un Daniele Veggiato sempre più decisivo, ha risposto l’ex bolzano Peter Wunderer riaprendo i conti e tenendo in scacco le Furie Rosse Gardenesi fino al termine della gara.
MARCATORI: 1-0 Daniele Veggiato (Anthony Nigro, Jacob Leslie Newton) 3:42; 2-0 Daniele Veggiato (Rupert Stampfer, Anthony Nigro) 43:33; 2-1 Peter Wunderer (Marcello Ramallo) 45:32
Arbitri: Luca Cassol, Karel Metelka; Patrick Gruber, Claus Unterweger. Spettatori: 840.

Classifica Generale:

1. Rittner Buam 29 punti **
2. Milano 23 punti *
3. Val Pusteria 22
4. Valpellice 22
5. Asiago 22 punti
6. Gherdeina 21 punti
7. Vipiteno 16 punti *
8. Appiano 14 punti
9. Cortina 14 punti
10. Egna 11 punti
11. Fassa 6 punti
12. Caldaro 4 punti.
** due partite in più
* una partita in più

Tags: