Quarti di finale gara 2: Un missile di Johnson fa esplodere il Cotta Morandini

Valpellice – Ritten Sport 4-3 ot (0-1; 3-1; 0-1; 1-0)

Davanti a 2300 spettatori, gli uomini mossi dalla coppia Francella-Ellis portano a casa un’ottima vittoria lottando con il coltello fra i denti contro la propria “bestia nera” presentatasi a ranghi completi ad affrontare una Valpe numericamente inferiore (5 difensori e 8 attaccanti).

Parte male la serata per i torresi, dopo 16 secondi Ryan Watson (assistito da Baker e Ryhanen) insacca alle spalle di Regan con un tiro centrale sotto la traversa. Non passa nemmeno un minuto e al 1’04 viene annullata una rete di Tudin per uomo in area. La partita sembra prendere una strada sfavorevole per la squadra di casa, ma al primo power play la “ditta” Ellis-Francella va due volte vicina alla rete con tiri di Nikiforuk e Aquino (Luciano, Antony squalificato insieme a Rottensteiner per la rissa di giovedì sera in gara 1). Al 16° Silva si “mangia” il gol del pareggio sbagliano mira solo davanti a Cloutier, due minuti più tardi è Martinelli a tirare fuori di un soffio e poi ancora il portiere del Renon salva su Nikiforuk.

Si chiude quindi con il minimo vantaggio per il Renon un primo periodo caratterizzato da un buon ritmo di gioco e con ottime occasioni su entrambe i fronti.

Il secondo tempo si apre con una brutta notizia per il popolo Valpe: nuovo infortunio per Saviels che non può rientrare sul ghiaccio, lasciando in 4 i suoi compagni di reparto.
Dopo poco più di un minuto Tudin e Gruber mettono in mostra le doti di Regan. Ma al 26’30 il Cotta Morandini esplode su una veloce azione dei padroni di casa: assistito da Nikiforuk e Aquino, capitan Iannone supera Cloutier con un tiro di prima.
La Valpe prende coraggio e continua ad attaccare. Al 30’33” Aquino sembra perdere il disco sulla blue, ma riesce a toccarlo per McDonough che porta in vantaggio i suoi.
Ma gioiscono poco i Bulldogs…al 31’04”, con Mc Donough in panca puniti per colpo di bastone, Baker segna su azione confusa.
Subito sembra che un’altra tegola debba cadere sulla testa dei piemontesi, Johnson lascia il ghiaccio per un problema fisico e i suoi compagni di reparto si ritrovano in tre, rientrerà regolarmente poco dopo.
A 33’34” sono i soliti Iannone e Aquino a servire il gol a Nikiforuk. Ma il Renon non demorde e preme sull’acceleratore per cercare il pareggio, Regan prima si impegna su Buckley, poi rischia di fare un disastro perdendo il disco in uscita (salvato dalla difesa) e poi difende ancora su Tudin. Si chiude quindi con il minimo vantaggio per i torresi il secondo drittel.

Il terzo tempo è ancora più spettacolare dei precedenti, i Bulldogs sanno che devono chiudere l’incontro e il Renon tentare di agguantare il pareggio. Per i primi 15 minuti è solo Valpe: ci provano prima Johnson dalla blu e poi Iannone su un errore difensivo del Renon, poi sono praticamente 6 i minuti consecutivi di power play per i padroni di casa che si rendono pericolosi con Nikiforuk, McDonough e poi ancora Nikiforuk che centra il palo. Ma una doccia gelata colpisce il Cotta Morandini al 56.05, Ansoldi serve Scelfo che praticamente segna a porta vuota.
Passa solo un minuto e mezzo e Aquino colpisce la traversa in contropiede. Poi ancora un pericolo giunge da Scelfo, ma Regan si esibisce in una grande parata. Si và all’overtime.

Parte ancora forte la Valpe che costringe subito Cloutier ad una parata sulla botta di Iannone. Poi l’episodio che determina il risultato finale: fallo di Watosn su Martinelli e la Valpe può sfruttare 2 minuti di superiorità numerica. Buon possesso del disco per gli uomini di Francella-Ellis, prima Johnson e poi Nikiforuk ci provano. Al 62’59” finalmente Trevor Johnson si decide a tirare di prima e chiude la partita riportando in parità la serie, facendo esplodere lo stadio in un tripudio bianco-rosso.

In una sola partita la squadra di casa sfata due tabù: vincere contro il Renon e vincere all’overtime (come mai accadute prima d’ora in questa stagione).

H.C. VALPELLICE BULLDOGS – H.C. RITTEN SPORT RENAULT TRUCKS 4 – 3 (0-1) (3-1) (0-1) (1-0)
00.16  Watson    (Baker-Ryhanen)
26.30  Iannone   (Nikiforuk-Aquino)
30.33  McDonough (Aquino-Trevisani)
31.04  Baker     (Tudin-Watson)
33.34  Nikiforuk (Iannone-Aquino)
56.05  Scelfo    (Ansoldi-Tudin)
62.59  Johnson   (Nikiforuk-Aquino)