Top Division: approvata la nuova formula

La nuova formula proposta dalla Federazione finlandese e svedese è ora realtà, in vigore dal 2012.

Al Congresso semestrale della IIHF a Portoroz (Slovenia), che avrà oggi il suo epilogo, i delegati delle Federazioni hanno approvato il nuovo format della Top Division. Con il parere favorevole delle “Big” già espresso giovedì,  la proposta ha ottenuto, nella giornata di ieri, il definitivo consenso da parte dei delegati, i quali si sono espressi con la sua votazione.
Come illustrato nei giorni scorsi, il nuovo format prevede la creazione di due Gruppi di otto squadre; quattro formazioni di ogni girone accederanno ai Playoff, le ultime retrocedono in Divisione I.
L’eliminazione del Girone di Qualificazione ai Playoff consente ai tifosi di conoscere a priori le avversarie della propria Nazionale e offre loro la possibilità di organizzare al meglio le trasferte. La Federazione internazionale auspica che, in questo modo, possano essere venduti più biglietti.

Con l’introduzione della nuova formula aumenteranno anche il numero totale delle partite in programma: se tuttora esse sono 56, dall’edizione del 2012 diverranno 64, per conquistare il titolo iridato servirà una partita in più (dieci contro le attuali nove). Il maggiore numero di partite comporterà l’allargamento dei roster: fin dalla prima fase le Federazioni della Top Division potranno registrare 25 giocatori (22 di movimento e tre portieri), contro gli attuali 20+3 iniziali, con l’aggiunta di tre giocatori dopo la fase preliminare.

Sciolto anche il nodo dei Quarti di finale, i quali metteranno di fronte le formazioni dello stesso Gruppo; gli incroci saranno effettivi dalle Semifinali.

Nei progetti della IIHF c’è anche quello di apportare sostanziali modifiche alle Divisioni inferiori, le quali avranno carattere verticale anziché orizzontale. In questo modo, per esempio, la Divisione I rimarrà divisa in due Gruppi, ma le promozioni saranno messe in palio solo per le squadre del Gruppo A, nel quale confluiranno le Nazionali che occupano nel ranking le posizioni dal 18° al 20° posto. Quelle dal 23° al 28° posto formeranno il Gruppo B, la cui vincente avrà il diritto di accedere al Gruppo A.
Questa proposta sarà messa ai voti nel prossimo Congresso annuale in programma a Bratislava, durante lo svolgimento dei Mondiali slovacchi del 2011. L’intento della IIHF è quello di introdurre la nuova formula a partire dalla stagione 2011-12.
Se questa nuova formula dovesse incontrare il gradimento delle Federazioni, il Girone A assumerebbe maggiore interesse grazie ad un più nutrito numero di formazioni in grado di lottare per la promozione. Considerando l’attuale format, per esempio, la promozione nel Girone dell’Italia è un discorso tra gli azzurri e i padroni di casa dell’Ungheria, che si incontreranno nell’ultima gara del 23 aprile. Giappone, Olanda, Corea del Sud e Spagna sulla carta sono Nazionali che non hanno nessuna chance di lottare per il vertice della classifica; al contrario se il nuovo sistema fosse stato già in vigore, i ragazzi di Coach Cornacchia avrebbero dovuto vedersela con Kazakistan, Ungheria, Ucraina, Giappone e Polonia.
Decisamente più interessante.

Tags: