Bolzano – Alleghe: il commento

di Fabrizio Bombarda:

Hc Interspar Bolzano – HC Alleghe Tegola Canadese 5–4 (2-1) (2-1) (1-2)

Bolzano torna alla vittoria
Va in scena stasera il 22°turno della RBK Hockey Cup. Al Palaonda è di scena l’Alleghe, attualmente quarto in classifica. Agordini privi di Bilotto e Lino De Toni, padroni di casa senza Insam, misteriosamente assente. Il gioco è subito abbastanza veloce, con entrambe le squadre intenzionate a imporre la propria legge. I tifosi biancorossi, pochi per la verità, si attendono una reazione dopo lo scivolone casalingo di martedì contro l’Asiago, e infatti i ragazzi di Helle partono molto più concentrati e reattivi. E’ la linea Olson-Pittis-Jardine che crea i maggiori grattacapi alle civette. Il risultato si sblocca al 6:45, quando Olson spara una fucilata che si infila all’incrocio dei pali, dopo un bellissimo assist di Egger. Passa meno di un minuto e i campioni d’Italia raddoppiano con capitan Ramoser, bravo a saltare un difensore e insaccare a porta vuota dopo aver aggirato Groeneveld. L’Alleghe non fa una piega, anzi, il doppio svantaggio sembra galvanizzare i ragazzi di Kelly, che mettono sul ghiaccio un impegno davvero encomiabile. Al 9:23 Wiklander, senz’altro uno dei migliori in campo, accorcia le distanze, sfruttando l’ottimo lavoro dietro la porta di Chitarroni. Le due squadre si affrontano a viso aperto, i capovolgimenti di fronte sono quindi frequenti e spesso spettacolari. L’impressione è che gli ospiti siano più veloci, perché arrivano sul disco quasi sempre un attimo prima dei bolzanini. Al 16:59 Harder getta alle ortiche un 3 contro 1 che grida ancora vendetta, e il primo tempo si chiude quindi sul 2 a 1 per il Bolzano.
Nel secondo tempo il livello del gioco cala leggermente e gli errori in fase di impostazione diventano più frequenti. Al 4:57 un bel contropiede del solito Wiklander consente a Fabrizio Fontanive di siglare il pareggio: Håkkinen non trattiene la botta dello svedese e il numero 27 lo infila tra i gambali. La reazione del Bolzano è a scoppio ritardato, bisogna infatti attendere fino al 14:23 per trovare il primo spunto di cronaca: Corupe lavora un gran disco e serve Borgatello nello slot, ma il tiro del numero 50 biancorosso si stampa sul palo. Trenta secondi dopo, Håkkinen è bravo a neutralizzare un pericolosissimo contropiede di Veggiato, che fa capire al Bolzano che distrarsi è assolutamente vietato. Corre il minuto 15:35, quando, dopo un’insistita azione di Rolly Ramoser e Zisser, Ansoldi riesce a deviare il disco con un vero e proprio colpo di biliardo che Groeneveld non riesce a intercettare: Bolzano di nuovo in vantaggio. Due minuti dopo, Corupe si esibisce in una delle sue azioni ubriacanti sulla destra del portiere avversario, e con un assist fulmineo quanto preciso pesca Borgatello liberissimo dalla parte opposta: il 4 a 2 è servito. E’ il secondo uno-due della serata, ma anche stavolta l’Alleghe dimostra un grande carattere, continuando a ritenere possibile la rimonta. Ciò è fondamentale anche per lo spettacolo, infatti la partita resta assolutamente godibile.
Il terzo tempo si apre con qualche azione sporadica da un parte e dall’altra, fino a che, dopo 5 minuti e 32 secondi, gli ospiti non si dimenticano Jardine solo nello slot: assist di Egger e fucilata nell’angolo per il 5 a 2. A questo punto le civette sembrano mollare, ma ci pensa il Bolzano a rimetterle in corsa. E’ il 7:31 quando un innocuo alleggerimento di Jacobsen dalla difesa diventa un perfetto assist per l’ottimo Nicola Fontanive, che si invola indisturbato verso Håkkinen, freddandolo e depositando in rete il gol del 3 a 5. Passano pochi minuti e lo stesso numero 87 ospite, addirittura in situazione di penalty killing, coglie in pieno l’incrocio dei pali alla destra di Håkkinen. Gli agordini, resisi conto che il Bolzano non è invulnerabile, ci provano, e vengono premiati al 16:23, quando ancora lo scatenato Nicola Fontanive batte il golie biancorosso, stavolta non esente da colpe, con un tiro di polso da posizione angolata. Al 18:35 Kelly tenta la carta del sesto uomo, ma è il Bolzano a sfiorare l’empty net gol in un paio di occasioni. Finisce 5 a 4, con l’Alleghe che esce a testa alta e con il Bolzano che seppur ancora non al meglio, riesce a portare a casa la vittoria.
Il Tabellino: 1°Tempo: 6:45 Olson (Egger) – 7:40 R.Ramoser (Dorigatti) – 9:23 Wiklander (Chitarroni)
2°Tempo: 4.47 F.Fontanive (Wiklander) – 15:35 Ansoldi (Zisser,R.Ramoser)
17:36 Borgatello (Corupe)
3°Tempo: 5:32 Jardine (Egger) – 7:31 N.Fontanive (Jacobsen) – 16:23 N.Fontanive (Jacobsen)
Migliori in campo: Bolzano: Alexander Egger – Alleghe: Nicola Fontanive