Sempre avanti cosi…Parola di Federico Benetti!

Intervista con il giovane attaccante stellato

Di Franca P.

Al termine di un emozionante match tra il Pontebba e l’Asiago che ha visto vittoriosa il team guidato in panca da coach Camazzola, abbiamo rubato dieci minuti ad uno dei tanti giovani pieni di talento della formazione stellata, Federico Benetti.

HT: Ciao Federico, nel primo tempo avete giocato diversi minuti in 4 contro 5 a causa delle penalità da Voi subite, ma siete stati in grado di respingere tutti gli attacchi avversari, poi negli altri due tempi siete riemersi e avete dato quel qualcosa in più che vi ha permesso di agguantare i due punti…vorrei un tuo commento a caldo sulla gara appena terminata!
FB: Sicuramente le penalità da noi subite ci hanno creato notevoli problemi, forse la terna arbitrale ci ha un po’ penalizzato oltremisura più che altro nei primi due tempi. Quando abbiamo la possibilità di giocare in 5 contro 5, riusciamo a mostrare il nostro vero valore sul campo. C’è di buono che di solito in inferiorità subiamo molto la pressione avversaria e qualche goal, questa sera siamo stati molto attenti e continueremo ad esserlo per tutto il resto del campionato!

HT: Alla luce delle prestazioni sin qui ottenute avete collezionato 7 punti nelle ultime quattro partite, un ottimo ruolino di marcia, qual è il vostro stato d’animo attuale?
FB: In questo momento siamo molto motivati anche a causa del buon andamento della stagione sin adesso, dobbiamo continuare con questa determinazione soprattutto nei momenti difficili che verranno, perché la stagione non potrà sempre filare liscia…è proprio lì che dovremo tirare fuori gli artigli! Le prossime partite saranno preparate nello stesso in modo in cui abbiamo gestito quelle precedenti, perché vogliamo continuare la nostra striscia di risultati utili consecutivi. Stiamo lavorando molto nel nostro principale punto debole, vale a dire i penalty killing, perché è il nostro tallone d’Achille; purtroppo subiamo troppo quando siamo in inferiorità numerica. La nostra intenzione è di sfruttare al meglio soprattutto la parte finale delle gare, in cui cerchiamo di raccogliere i frutti di ciò che abbiamo seminato nei tempi precedenti.

HT: 9 punti in 11 gare, 4 vittorie, 1 pareggio, 4 sconfitte, una squadra piena di grinta, con cuore, generosa, a volte disordinata in campo, ma altrettanto efficace nel momento “clou”, quali sono i punti su cui Jimmy vi sta facendo lavorare di più?
FB: Favoriamo la zona difensiva, stiamo cercando di migliorare soprattutto su quella, poi non dimentichiamo il penalty killing poiché abbiamo a disposizione un’ottima prima linea che è in grado di fare la differenza, abbiamo un grandissimo portiere (Daniel Bellissimo), stiamo cercando di colmare le nostre lacune, ove esse siano.

HT: Voi giovani state lasciando la vostra impronta in questa prima parte di stagione giallo rossa, come hai visto i progressi in generale dei tuoi compagni coetanei?
FB: E’ positiva l’opportunità dataci di dimostrare sul campo il nostro valore, è proprio con l’esperienza che ognuno di noi nel giro di qualche anno saprà raccogliere i frutti del lavoro svolto, della crescita effettuata. Jimmy (il coach) ci sta utilizzando tutti quanti, ognuno di noi cerca di dare il meglio di se stesso per la squadra, quindi sta naturalmente a noi sfruttare questa chance come sappiamo fare.

HT: A livello personale, qual è il tuo stato di forma e il bilancio sulle tue prestazioni dopo 11 giornate di campionato?
FB: Devo essere sincero, mi aspetto qualcosa di più dal sottoscritto, purtroppo ho il piccolo difetto di fare fatica a concretizzare le tante azioni che mi capitano sulla stecca, ma ci sto lavorando duramente per migliorare in questo senso, posso portare velocità dal mio canto, ritmo al gioco, posso essere d’aiuto al mio team nel complesso. Spero di riuscire a togliermi qualche soddisfazione personale…

HT: La tua società da sempre investe tempo e denaro nello sviluppo del settore giovanile, il che ha portato a “nascita” di giovani talenti come Rodeghiero, te stesso, Roffo e tantissimi altri tuoi compagni; ritieni che anche gli altri team stiano seguendo questo percorso da Voi intrapreso?
FB: Personalmente ritengo che il Fassa e il Brunico stiano seguendo un analogo percorso di sviluppo, poiché i fatti sono che il futuro siamo noi, ci sta l’utilizzo di buoni giocatori stranieri per dare qualità al campionato, ma l’acquisto eccessivo di questi comporta solo un aggravio di spese evitabili. Bisogna valorizzare quello che si ha in casa, in modo che l’hockey italiano stesso sia valorizzato, ne tragga vantaggio col procedere!

HT: Erano anni che non assistevamo ad un campionato cosi equilibrato, molte compagini racchiuse in pochi punti di distanza l’una dall’altra e nessuna riesce a prendere la fuga, se non il Renon che forse ha qualche arma in più degli altri…quali credi siano le motivazioni?
FB: L’anno scorso abbiamo fatto tanti punti quanti n’abbiamo fatti in queste prime 11 giornate di gioco, è cambiato senz’altro il modo di giocare, la determinazione; i giovani locali che hanno ancora più possibilità di giocare stanno dando l’anima e il cuore insieme con il resto del team e i risultati sono quelli che sono sotto gli occhi di tutti! Possiamo giocarci tutte le gare, nessuno è imbattibile, anche quelle formazioni che sembravano essere le migliori stanno avendo un periodo un po’ nero, altalenante, quindi tutto è possibile.

HT: Vorrei un tuo giudizio sull’introduzione delle nuove regole a livello di gioco…ne guadagna o ci perde in termini di spettacolo? Pensa alla tolleranza zero introdotta l’anno scorso…
FB: L’hockey perde qualcosa a livello di spettacolo, poiché non si vedono più o molto raramente le grandi cariche, le risse; un giocatore non può più essere toccato in sostanza, è penalizzato anche il più piccolo dei ganci. Io personalmente sono più fortunato, perché essendo piccolo e leggero ne traggo vantaggio, ma l’hockey in generale perde qualche punticino…

HT: Grazie per la disponibilità e in bocca al lupo per la stagione Federico!
FB: A voi! Ciao!

Si ringrazia l’Emisfero Ipermercati Asiago e il giocatore Federico Benetti per la disponibilità concessa.