Prima vittoria fuori casa per il Pergine

Attesissima partita quella svoltasi venerdì sera al Palaghiaccio di Cavalese tra le squadre del Nuovo Fiemme e dell’Hockey Pergine arbitrata da Soraperra Leandro, Agostini Fabio e Zuccatti Walter.

Le due formazioni hanno un’antica storia di rivalità pur avendo in comune diverse categorie giovanili. Si potrebbe definire la partita degli ex poiché nelle fila del Nuovo Fiemme militano ragazzi che hanno giocato più stagioni con la maglia bianco rossa delle linci di Pergine (Omar Zanon,Mirko Ceschini, Fabio Vicenzi). Stessa cosa vale per il Pergine poiché vi sono giocatori che hanno militato nelle file giallonere del Fiemme (Flavio Brugna, Nedo Demattio, Fulvio Vanzo).

Ed è stata proprio la partita dell’ex quella fatta da Flavio Brugnara, portiere della squadra ospite, a cui il Pergine deve gran parte della vittoria senza voler sminuire i preziosi gol degli attaccanti, Costantino Andrea e Vicentini Luca, che nei primi venti minuti hanno portato la propria squadra in vantaggio sfruttando quelle rare occasioni che gli avversari concedevano.

Al rientro dagli spogliatoi il discorso dell’allenatore dei lupi deve aver dato maggior fervore alla squadra e in 3 minuti il Fiemme agguanta il pareggio con Nicolao assistito da Vicenzi e con Zanon grazie ad un assist di Demattio M.. Poco tempo dopo Costantino Andrea però prova la discesa con Nedo Demattio e dopo aver girato la porta più velocemente del portiere avversario, la vede trasformarsi nel suo secondo gol.

Gli ultimi venti minuti sono i più duri e emozionanti di tutti i 60 poiché vede l’assalto dei Lupi alla porta delle Linci. Le due squadre tendono a non lasciarsi scoperte giocando un buon hockey. Ma l’assalto non può fare nulla contro la determinazione del portiere bianco rosso, neanche quando durante gli ultimi 2 minuti il Fiemme lascia il portiere in panchina per avere un uomo di movimento in più. Il gioco rimane movimentato e teso, infatti in questi ultimi due minuti di gioco vengono inflitte 2 penalità differite per l’hockey Pergine che si trova così a giocare in 3 contro 6 e poi 3 contro 5.
Sono 12 i minuti inflitti dal direttore di gara ai danni della squadra di casa (per un totale di 26) e 8 a quella ospite ( per un totale di 32).
A meno di un minuto dal fischio finale la squadra locale ha l’occasione più ghiotta, dopo una serie di tiri in porta, il portiere della formazione ospite si trova per terra e un giocatore giallo nero, di fronte alla porta libera, tira trovando però la pinza di Brugnara pronta ad catturare il dischetto.

La partita termina così con la squadra ospite che assalta il proprio portiere e con la squadra locale che ancora incredula per la sconfitta, riceve comunque gli applausi del suo pubblico per una buona prestazione.

A fine partita abbiamo scambiato due parole con l’allenatore della squadra ospite, Paolo Gasperini.

HT: Che cosa ne pensa della partita? La sua squadra ha giocato come si aspettava?
PG: E’ stata una bella partita, vinto sotto il profilo tattico proprio come avevo chiesto loro. Nonostante la squadra avversaria fosse ritenuta quasi "un’amica", i ragazzi hanno fatto del loro meglio per riuscire a vincere quest’importante partita. Motivo per cui non mancheranno i festeggiamenti post-partita.

HT: E del portiere? Ricordiamo che fino all’anno scorso giocava tra gli amatori.
PG: Brugnara ha fatto sicuramente una meravigliosa partita, sicuramente a lui va gran parte del merito per la vittoria. Flavio sentiva molto questa partita, essendo un ex del Fiemme, e ha dimostrato di cosa è capace, sono molto orgoglioso della prestazione che ha dato a me e alla squadra.

HT: La squadra sembra ben ingranata anche con i nuovi innesti, che ne pensa?
PG: Sono molto contento di come la squadra si sta comportando sia in campo sia fuori. Spero che questo gruppo riesca a rimanere unito perchè gli obiettivi che può raggungere sono promettenti.

di Valentino Magagni