Gli award stagionali

di Francesco Seren Rosso

Durante questa settimana, l’ultima di regular season, la Central Hockey League ha annunciato i consueti riconoscimenti stagionali dedicati sia ai giocatori che allo staff delle varie squadre.

Il primo riconoscimento assegnato è stato quello di "Uomo dell’anno", assegnato al giocatore CHL che dimostra la miglior leadership dentro e fuori pista, dando contributi umanitari alla comunità e se l’è aggiudicato per il secondo anno consecutivo Paul Fioroni, capitano dei Lubbock Cotton Kings. Fioroni ha fondato, lo scorso anno, la "24 Foundation" (24 è il suo numero di maglia) che ha raccolto più di 30.000$ in favore di Jeremy Green, stdente della Levelland High School rimasto paralizzato dopo un infortunio di football. In questa stagione, la fondazione di Fioroni si è impegnata per la raccolta di fondi a favore di alcuni bambini colpiti da gravi malattie, ed ha raccolto oltre 20.000$ per il Lubbock Youth Minor Hockey Program, che si occupa di aiutare i giocani meno abbienti ad avvicinarsi all’hockey procurandogli attrezzatura.

Il giorno seguente, giovedì, sono stati assegnati i riconoscimenti per il miglior preparatore atletico e per il miglior attrezzista, entrambi per la prima volta.
Bobby Moore dei Laredo Bucks è statao eletto dai suoi colleghi come il miglior preparatore atletico. Moore è nello staf dei Bucks dal 2002-03, dopo essersi laureato nel 1985 ed aver lavorato nel mondo del basket prima e del football poi.
Il miglior attrezzista, che si aggiudica il premio dedicato a Gunner Garrett, è stato eletto, anche lui dai suoi colleghi, Steve Enlow dei Tulsa Oilers. Enlow lavora per gli Oilers dal lontano 1970, ad eccezione della stagione 1977-78 in cui lavorò in NHL con i Colorado Rockies, e del 1993-94 in cui lavorò, sempre nella CHL, per i Dallas Freeze.

Terry Ruskowski, dei Laredo Bucks, è invece il coach of the year, scelto anche lui tramite votazione tra gli altri allenatori della lega. Ruskowski è ai Bucks dal 2002-03. ovvero dal loro esordio in CHL, ed ha un record complessivo di 165-62-23; è sempre arrivato in finale di Conference con 2 apparizioni in finale per la Ray Miron’s Cup con una vittoria nel 2004; inoltre il suo record nella stagione 2003-04 di 48-8-8 è record assoluto CHL. Rukowski ha giocato per 5 anni nella WHA (Houston Aereos e Winnipeg Jets) e per 10 nella NHL (Chicago Blackhawks, Los Angeles Kings, Pitttsburgh Penguins e Minnesota North Stars), spesso da capitano della propria squadra, con giocatori del calibro di Gordie Howe, Stan Mikita e Mario Lemieux; in NHL vanta 426 punti in 630 partite.

Giungiamo ora ai riconoscimenti per i giocatori, gli ultimi ad essere assegnati.
Il 23 marzo è stata la volta del miglior portiere, lo Scott Brower Trophy che è stato assegnato Ken Carroll, portiere dei Bossier-Shreveport Mudbugs. In 31 partite disputate,
Carroll ha un record di 20-7-4 con 2,31 goal subiti di media, terzo assoluto in CHL. Inoltre ha il 92,1% di parate, 4 shutout che lo portano ad un totale di 19, secondo solo ai 22 di Rod Branch, mentre è sesto assoluto per vittorie in carriera con 121. Scelto anche nell’All-CHL Team, è stato 4 volte scelto per giocare l’All-Star Game.

Serge Dube è stato eletto miglior difensore con 21 voti su 50 disponibili. Nato 26 anni fa a Sudbury, Ontario, è un giocatore dei Laredo Bucks dal 2002-03, eccetto per il 2004-05 quando giocò in Gran Bretagna con i Bracknell Bees. Anche’egli quest’anno ha disputato l’All-Star Game, ha realizzato 52 punti (5° assoluto fra i difensori) ed un plus/minus di +35, secondo assoluto. In novembre è stato eletto giocatore del mese dopo aver realizzato 7 gol e 14 assist in 14 partite, mentre il 20 gennaio contro i Colorado Eagles ha messo a segno il suo primo hat-trick nella vittoria della sua squadra per 6-5 ai rigori.

Jim Dahl dei Tulsa Oilers è il rookie dell’anno, premio aggiudicato con 36 voti su 50. Nella sua prima stagione in CHL ha messo a segno ben 81 punti (35g+46a) in 62 partite, capitanando i rookie per punti realizzati, gol, gol in inferiorità (6) e gol in superiorità (13). Ha realizzato il suo primo gol il 28 ottobre contro gli Amarillo Gorillas, mente il primo hat-trick è giunto l’11 novembre contro gli Youngstown Steelhounds. Dahl è stato nominato giocatore del mese di febbraio, mese in cui ha realizzato 8 gol, 16 assist ed un bilancio di +20. Ha inoltre messo a segno almeno 2 punti in 24 partite ed almeno 2 gol in 9, mentre il 27 gennaio nella partita vinta per 8-5 contro i Memphis RiverKings ha segnato 3 gol e dato 2 assist. E’ il primo giocatore degli Oilers ad aggiudicarsi il premio di rookie dell’anno.

Il premio più ambito, ovvero quello di MVP, è stato assegnato a Derek Hahn, degli Amarillo Gorillas, eletto con 30 vti su 50. Hahn, che nel 2002-03 era stato rookie dell’anno sempre in CHL, è primo nella classifica marcatori con 111 punti (record di franchigia) ed in quella degli assist con 76 in 62 partite. Ha un record stagionale di 6 punti in una sola partita, contro Laredo, ha disputato per la terza volta consecutiva l’All-Star Game, e nominato 2 volte giocatore della settimana.

Nella foto Derek Hahn, foto tratta da http://www.amarillogorillas.com