Ambrì Piotta: brutta partenza

di Alberto Possieri

Parte decisamente male l’Ambrì stagione 2004-05’ con due sconfitte contro gli ZSC Lions (2-4) e nel derby di sabato sera contro la Lugano per 5-1.

Martedì prossimo riceverà i campioni della Berna un match già da “ultima spiaggia”, dove sbagliare sarà grave per una classifica già precaria dopo solamente due giornate.

L’unica consolazione è l’ingaggio, ufficializzato dal DS Peter Jaks nella conferenza-stampa di pre-derby, del forte difensore svedese Kim Johnsson, classe 1976, proveniente dai Philadelphia Flyers e reduce dalla sfortunata partecipazione con la sua nazionale alla World Cup.

I biancoblù hanno denotato nei due incontri soprattutto la difficoltà a finalizzare le azioni costruite, e i soliti black-out difensivi.

Contro gli ZSC Lions hanno fornito una discreta prestazione portandosi perfino in vantaggio con Toms, un acquisto azzeccato, hanno subito il ritorno dei Lions che si sono portati avanti di due lunghezze, sono riusciti a rimettersi in corsa con Trudel, ma con le parate di un superlativo Sulander, e la rete di Robitaille il discorso si è definitivamente concluso a favore degli zurighesi, che saranno sicuramente protagonisti di un’ottima stagione.

Contro i “cugini” del Lugano non c’è stata partita, solamente nei primi venti minuti abbiamo visto una squadra leventinese cercare di arginare gli attacchi dei bianconeri e punzecchiare in contropiede.

Anche dopo la rete di Toms, l’Ambrì ha cercato di rientrare in partita, ma Baldi ha preso uno stupido 2 + 2’ dall’arbitro Kunz, e così Gardner non si è lasciato pregare realizzando il quattro a uno e di fatto chiudendo il match a favore dei suoi.

Ci sarà molto da riflettere sull’andamento di questi due incontri, la difesa non è esente da colpe, e il giovane Züger non può fare miracoli, l’attacco sta ancora aspettando i due canadesi Domenichelli e Trudel, ma anche gli altri attaccanti sembrano ancora lontani da una condizione accettabile.

www.hockeyin.com

Tags: