CHL: Zugo, Trinec e Berna agli ottavi

I successi casalinghi di Trinec e Malmö consentono alle due formazioni di centrare gli obiettivi prefissati: il passaggio del turno per i cechi, il primo posto del girone per gli svedesi. Salta, invece, il fattore campo del Brynäs: il Monaco, corsaro a Gävle, batte a domicilio la formazione nordica e le soffia il primo posto. Successo dal valore doppio per gli elvetici dello Zugo che centrano il passaggio del turno ed ottiengono il primo posto. I connazionali del Berna, con un secondo tempo senza sbavature, stendono il Mountfield e si installano al secondo posto del gruppo F. Con gli ultimi verdetti salgono a quattordici le squadre certe di partecipare agli ottavi di finale.

Le ultime gare del Gruppo B e G avevano il compito di determinare le posizioni dei team che avevano già ottenuto il pass alla fase successiva. Il Malmö si giocava le ultime chance di agguantare il primo posto affrontando i cechi del Kometa Brno; impresa non semplice, soprattutto dopo un primo tempo in cui i Redhawks hanno cercato con maggiore insistenza degli avversari la via del goal, senza riuscire a gonfiare la rete di Vejmelka. Nonostante l’equilibrio sul ghiaccio, le parate di Nihlstorp, impegnato a lasciare intonsa la propria porta, e il vantaggio di Forsberg, hanno dato fiducia ai loro compagni di squadra, capaci di raddoppiare con Setkov e mettere la parola fine con Handemark a porta vuota.
Va peggio allo Jönköping trafitto dal Trinec: i cechi gelano gli ospiti colpendo dopo appena 1’08” dall’ingaggio iniziale con Svacina, a metà periodo Polansky raddoppia. Sul 2-0 i padroni di casa giocano con accortezza, limitano le penalità e, nel finale costringono gli avversari a togliere il portiere per l’uomo di movimento in più. Mossa fatale che costa ai vichinghi il terzo goal realizzato da Adamsky.
Paille e Pulushaj illudono il Brynäs di aver conquistato il primo posto in classifica del gruppo G ai danni del Monaco, tuttavia proprio il raddoppio dà la carica ai tedeschi innescando la rimonta: la pronta risposta di Christiansen, in apparenza innocua, a fine partita si rivela preziosa. Con un terzo tempo infernale i bavaresi pareggiano, al 57.36, con Frank Mauer. Quando si prospetta il supplementare, Daubner realizza il goal capolavoro che ammutolisce la Gävlerinken Arena.

Nel Gruppo F la lotta serrata a tre per l’unico posto disponibile negli ottavi premia il Berna: il vantaggio del Mountfield con Lukas Vopelka, al 18.26, dura l’arco di un intervallo, alla seconda ripresa gli Orsi graffiano con Rüfenacht, Untersander, Pyörälä e Scherwey lasciando profonde ferite agli avversari. Lo stesso Scherwey, nel terzo tempo, rende più copiosa l’emorragia, parzialmente fronteggiata dal 5-2 finale di Muska. Il successo degli svizzeri rende inutile la vittoria del TPS Turku sul Nottingham Panthers.

La prestazione rinunciataria del JYP Jyväskylä a Grodno (solo 12 tiri a referto) relega i finlandesi al secondo posto del Gruppo C, i bielorussi si tolgono la soddisfazione di battere l’ex capolista con le reti di Klimenko,  Bogdanovski e Zhidkikh negli ultimi 8’ di gioco. Finnici superati sul filo di lana dallo Zugo vittoriosi 3-1 alla Bossard Arena contro il Vienna Capitals: nonostante il dominio sugli austriaci, gli ospiti vanno in vantaggio con Rotter al 27’. I Tori caricano costantemente riuscendo a scardinare la difesa avversaria solo a 11’ dalla sirena con i goal di Diem, Martschini (in doppia superiorità) e Klingberg.

Adler Mannheim in passerella d’onore nell’ultimo impegno della fase a gironi contro l’Esbjerg Energy. Il 4-1 finale mette in risalto anche la prestazione dell’Azzurro Thomas Larkin, autore di due assist, e conferma il primo posto dei tedeschi ottenuto la settimana precedente.
L’IFK Helsinki termina l’avventura in Champions Hockey League battendo il Cracovia 6-3 al termine di una partita senza alcuna valenza ai fini della qualificazione.
La serata è chiusa dalla vittoria esterna del Frölunda sul Gap.

Risultati e classifiche (in rosso le qualificate agli ottavi di finale)

Gruppo B: Malmö Redhawks (SWE) – Kometa Brno (CZE) 3-0 (0-0; 1-0; 2-0)
Classifica: Malmö Redhawks (SWE) p.ti 13 (6); Kometa Brno (CZE) p.ti 12 (6); KalPa Kuopio (FIN) p.ti 7 (5); Stavanger Oilers (NOR) p.ti 1 (5)

Gruppo C: Neman Grodno (BLR) – JYP Jyväskylä (FIN) 3-0 (0-0; 0-0; 3-0); Zugo (SUI)  – Vienna Capitals (AUT) 3-1 (0-0; 0-1; 3-0)
Classifica: Zugo (SUI) p.ti 11 (6); JYP Jyväskylä (FIN) p.ti 11 (6); Neman Grodno (BLR) p.ti 8 (6); Vienna Capitals (AUT) p.ti 6 (6)

Gruppo D: Ocelári Trinec (CZE) – HV71 Jönköping (SWE) 3-0 (2-0; 0-0; 1-0); Adler Mannheim (GER) – Esbjerg Energy (DEN) 4-1 (2-0; 0-1; 2-0)
Classifica: Adler Mannheim (GER) p.ti 15 (6); Ocelári Trinec (CZE) p.ti 13 (6); HV71 Jönköping (SWE) p.ti 8 (6); Esbjerg Energy (DEN) p.ti 0 (6)

Gruppo F: TPS Turku (FIN) – Nottingham Panthers (GBR) 5-2 (2-1; 0-0; 3-1); Berna (SUI) – Mountfield (CZE) 5-2 (0-1; 4-0; 1-1)
Classifica: Nottingham Panthers (GBR) p.ti 11 (6); Berna (SUI) p.ti 9 (6); TPS Turku (FIN) p.ti 9 (6); Mountfield (CZE) p.ti 7 (6)

Gruppo G: IFK Helsinki (FIN) – Comarch Cracovia (POL) 6-3 (1-1; 3-1; 2-1); Brynäs (SWE) – Monaco (GER) 2-3 (1-0; 1-1; 0-2)
Classifica: Monaco (GER) p.ti 15 (6); Brynäs (SWE) p.ti 14 (6); IFK Helsinki (FIN) p.ti 7 (6); Comarch Cracovia (POL) p.ti 0 (6)

Gruppo H: Gap Rapaces (FRA) – Frölunda Indians (SWE) 1-3 (1-0; 0-1; 0-2)
Classifica: Frölunda Indians (SWE) p.ti 17 (6); Klagenfurter (AUT) p.ti 8 (5); Zurigo (SUI) p.ti 8 (5); Gap Rapaces (FRA) p.ti 0 (6)

Tags: