Bolzano: Frigo, altro nazionale in biancorosso

Che il coaching staff della Nazionale stia lavorando con ottimi risultati non c’è ombra di dubbio, quelli ottenuti nell’ultima stagione sono sotto gli occhi di tutti. Il Bolzano e, soprattutto, il suo amministratore delegato Dieter Knoll, danno segno di apprezzamento cercando e trovando l’accordo economico con quegli elementi ritenuti funzionali al progetto dei Foxes: e così, dopo Gellert e Michele Marchetti, è il turno del ventitreenne Luca Frigo ad essere messo sotto contratto con i biancorossi.

Attaccante di stecca sinistra, il torrese darà peso all’attacco grazie ai suoi 90 kg. “spalmati” in 183 cm di altezza. La carriera hockeistica dell’ala è ben nota ai fans italiani: cresciuto nel Valpellice, esordì in Serie A nella stagione 2009/10. Seguirono altre due stagioni coi Bulldogs, intramezzate da qualche presenza nel Real Torino, poi il trasferimento oltre oceano nelle fila dei Omaha Lancers (USHL) con lo scopo di perfezionarsi. Alla conclusione della sua esperienza durata due anni, Frigo tornò al Valpellice con un bagaglio di esperienza che contava 110 presenze e 54 punti (30 goal e 24 assist). La stagione travagliata sotto la guida di Jeff Pyle non gli impedì di mettere a segno 29 punti (15 goal e 14 assist) in 25 gare. Dodici mesi orsono la decisione di tornare a  giocare all’estero: non in Nord America, bensì in Svezia con il Kalinge/Ronneby, formazione di Prima Divisione (terza lega in ordine di importanza), dove in 30 gare realizzò 18 punti (9 goal e 9 assist).

Con la maglia Azzurra ha disputato due Mondiali Under 18 (Prima e Seconda Divisione), conquistando un oro e un argento, e due Mondiali di Prima Divisione con la Under 20 (medaglia di bronzo nel 2013). Il debutto, con assist, in Nazionale Senior avvenne il 19 dicembre 2014 a Milano nell’amichevole che il Blue Team perse contro la Polonia 4-1. Da quel momento coach Mair non ha più rinunciato al suo contributo convocandolo per i Mondiali di 1a Divisione di Cracovia (2015) e Katowice, oltre alle prequalificazioni Olimpiche di Cortina e agli EIHC dell’ultima stagione.

“Sono felicissimo – queste le prime parole di Frigo da bolzanino rilasciate al sito dei biancorossi – fin da piccolo è sempre stato il mio obiettivo giocare per il Bolzano: non ho ancora avuto modo di vedere la EBEL dal vivo, ma non vedo l’ora di fare questa esperienza. Il livello è molto alto ed è una lega che si sta distinguendo nel contesto europeo. Spero di far bene, per me è molto importante conoscere già i compagni di Nazionale, mi aiuteranno a integrarmi subito sia dal punto di vista del gioco che da quello dello spogliatoio. Mi reputo un attaccante che lavora duro e cerco di sfruttare le mie occasioni al 100%. In più non vedo l’ora di vivere con mano il calore del pubblico biancorosso”.

Statistiche