Il Milano vende cara la pelle ma sorride la Valpe

di Andrea V.

MILANO ROSSOBLU – VALPELLICE 2-3 (0-1; 0-2; 2-0)

Debutto casalingo per il Milano che affronta la Valpe nell’ambito del I° trofeoo Promea Cup torneo che celebra la sinergia tra la squadra meneghina e uno dei suoi sponsor .
Milano presenta al suo pubblico la squadra che quest’anno ha il dovere morale di provare a vincere il campionato cadetto, obiettivo esplicito ma mai dichiarato del sodalizio rossoblu.
Numerose le assenze su ambo i fronti, nei piemontesi mancano Urquhart fuori per infortunio, Sirianni e Desmet per scelta di coach Ellis e a Pace che ha ricevuto una giornata di squalifico dopo l’alterco con il milanese Betti (fuori anch’egli per un turno). Il Milano invece oltre a Betti è sempre privo di Costant ancora non giunto in Italia per motivi di carattere burocratico.

Nei primi minuti di gioco è il Milano che senza timori reverenziali si rende pericoloso dalle parti di Regan con diverse sortite, al minuto 08.35 è Mazzacane in situazione di power play che dallo slot non riesce a convertire in rete una buona occasione, imitato al 10.05 da Caletti che in contropiede non centra il “bersaglio grosso. La partita vede sicuramente i rossoblu di DaRin tenere il “pallino” del gioco, anche il nuovo arrivato Klouda ha un disco buono, ma Regan è ottimo ed evita la capitolazione.

Alla prima superiorità numerica in proprio favore è la Valpe che cinicamente passa in vantaggio grazie ad un tiro di Bembridge che sembra deviata da Stricker si insacca alle spalle del neo goalie rossoblu Pasquale Terrazzano.
Al 17.40 è ancora un ispiratissimo Bembridge in contropiede a scheggiare il palo della porta milanese, c’è ancora il tempo per Terrazzano di esibirsi in una bella parata su Frigo prima del suono della prima sirena che manda le squadre al riposo con la Valpe avanti 1-0.

Nel secondo periodo si intravede un gioco più fluido ma difese e portieri (per la Valpe Regan viene sostituito da Platè) hanno la meglio sugli opposti attaccanti, al 31.10 è Klouda che in mischia sfiora il pareggio, imitato da Migliore al 33.40. Meglio di loro fa il torrese Canale che imbeccato in velocità da Silva si presenta davanti a Terrazzano e lo batte per il goal del 2-0 Valpe. Bembridge in un solitario 1 contro 0 non riesce a siglare la terza rete per i piemontesi, ma ci pensa Alex Silva al 39.11 aggirando la gabbia milanese e beffando tra i gambali Terrazzano.
Le squadre vanno così al riposo sul punteggio di 3-0 per i piemontesi.

Il terzo periodo iniziava su ritmi blandi con la Valpe che badava a mantenere il risultato acquisito, si creava qualche mischia davanti alla gabbia di Terrazzano, ma la difesa meneghina, riusciva sempre a risolvere senza troppi patemi.
Il Milano, che nel frattempo teneva fuori precauzionalmente capitan Migliore, ha un sussulto, con Caletti che inserito in linea con Ansoldi e Klouda dimostra di avere subito feeling con i due compagni, e al 47.35 serve ad Ansoldi il disco per la prima rete del Milano, e al 58.06 è ancora una combinazione Ansoldi-Caletti che permette a Klouda di segnare la rete del 2-3. DaRin intravedendo la possibilità di un rocambolesco pareggio, chiama timeout e organizza la squadra per l’assalto finale con l’uomo di movimento in più, il “sogno” quasi si avvera, i tiri di Caletti e Stimpfl vanno a cozzare contro il palo e la partita termina con la vittoria della Valpe, ma i tifosi milanesi abbandonano le tribune dell’Agorà discretamente soddisfatti di quanto fatto valere dai ragazzi di DaRin, i commenti all’uscita sono positivi e la gente già pregusta quello che ci si augura un campionato d’alta classifica che possa portare i rossoblu meneghini nell’hockey che conta

Marcatori:
12.40 (0-1) Stricker (Bembridge-Johnson)
34.09 (0-2) Canale (Silva-Pozzi
39.11 (0-3) Silva
47.35 (1-3) Ansoldi (Caletti)
58.06 (2-3) Klouda (Ansoldi-Caletti)

[TABLE=178,1]

[TABLE=172,1]

freccia dx 2011 Il riepilogo complessivo della preseason 2011

httpvh://www.youtube.com/watch?v=BCSAhiOYLXs