Agordo a testa alta

Con la “rivincita” comunque persa a Salisburgo è quasi dimenticato l’umiliante 2-19 rimediato sabato per mano delle Ravens. Nella partita di domenica le venete sono rimaste in vantaggio fino a 5 minuti dalla fine quando Eva Schwärzler (che 16 ore prima aveva messo da sola a referto 11 punti) ha ancora punito le ragazze di Kupec infliggendo loro una sconfitta immeritevole. La bruciante sconfitta si aggiunge alla penalità partita di Diana Da Rugna (autrice delle due reti di sabato) che presumibilmente trascinerà una squalifica.
Le Ravens centrano l’obiettivo che s’erano prefissate, i 6 punti che servivano per raggiungere Vienna, ma non è stata per niente una passeggiata come sabato. Decisivi gli special team: 5 reti su 11 sono state segnate in powerplay (3 Salisburgo e 2 Agordo) oltre a una rete veneta realizzata in inferiorità numerica.

Nel primo periodo alla rete di Elyse Cole ha fatto seguito la marcatura di Michela Angeloni, una dei “rinforzi” agordini per l’EWHL, subito smorzata un minuto dopo sempre dalla canadese di Belleville, giunta a Salisburgo con Trudy Reyns (21enne difensore di Port Hope) dalle Bobcats della Quinnipiac University (NCAA). Nel secondo tempo sale in cattedra l’Agordo con tre reti in 5 minuti, una di Agnese Tartaglione e due di Eleonora Dal Prà che sale al settimo posto della classifica marcatrici con 7 reti in 5 partite. Nell’ultimo drittel le Ravens sembrano raddrizzare la partita nei primi 6 minuti (Schwärzler e terza rete di Cole) ma Agnese Tartaglione a 10 minuti dal termine allunga il sogno dell’Agordo, spezzato appena un minuto più tardi dalla rete di Fardelmann. A 5 minuti dal termine la beffa di Eva Schwärzler.

Settimana prossima l’EWHL si prenderà una settimana di pausa, si tornerà il weewend del primo novembre con la Coppa Campioni e Bratislava-Vienna. L’Agordo tornerà sul ghiaccio dell’EWHL il 7 novembre per la prima partita casalinga contro la capolista Planegg.

(nella foto da ewhl.com la difesa agordina)

Classifica: Planegg 18 punti (7), Vienna 12 (6 partite), Salisburgo 12 (6), Maribor 3 (3), S. Bratislava 3 (5), Agordo 0 (5).

The Ravens Salisburgo (AUT) – Agordo Hockey 6-5 (2-1, 0-3, 4-1)
Arbitri:
Jochum Robert; Weiser Barbara, Winklmayr Ulrike
Salisburgo: Schwendinger S. (Becker M.), Hager M., Schwärzler E., Brunner M., Wirl C., Rothböck M., Fardelmann M., Reyns T., Cole E., Koban S., Schwendinger S., Lackner D., Zöhrer L., Seywald S., Oberhuber K.
Agordo: Bressan J., Larger B., Dal Zotto N., Da Rugna D., Tartaglione A., Dal Prà E., Zandegiacomo F., Viel S., Angeloni M., Fiorese R., Ballardini E., Cossalter E., Caldart N., Friz M.
Penalità: Salisburgo 20 – Agordo 26 (+ pen. partita Da Rugna)
Tiri: Salisburgo 30 – Agordo 32
Reti:
08:55 (1-0) Cole E. (Seywald S., Zöhrer L.)
16:32 (1-1) Angeloni M. (Da Rugna D., Tartaglione A.)
17:31 (2-1) Cole E. (Wirl C., Rothböck M.)
34:00 (2-2) Dal Prà E.
37:18 (2-3) Tartaglione A. (Larger B.)
38:59 (2-4) Dal Prà E. (Zandegiacomo F.)
41:13 (3-4) Schwärzler E. (Reyns T., Cole E.)
46:11 (4-4) Cole E. (Reyns T.)
49:06 (4-5) Tartaglione A. (Viel S.)
50:34 (5-5) Fardelmann M. (Schwärzler E., Oberhuber K.)
54:44 (6-5) Schwärzler E. (Seywald S., Cole E.)

[TABLE=65,1]