Val Pusteria – Milano: la cronaca

Di Ivan

HC VAL PUSTERIA – HC MILANO 4-3 (2-2; 1-0; 1-1)

Nella 42° ed ultima giornata della regular season del RBK-Cup 2005/2006 il Val Pusteria affronta in casa il HC Milano in una partita che per il Milano non conta piú niente, ma per il Val Pusteria potrebbe valere un’ulteriore punto nella classifica per il master round.
Il Milano si presenta al Lungo Rienza con parecchie assenze, tra cui Joseph, Lehtonen, Molteni M., Fusillo e Borgatello mentre il Val Pusteria è al gran completo.
La partita comincia subito nel verso giusto per i padroni di casa che vanno subito in rete dopo appena 32 secondi grazie ad una bella azione tra Bona e Boman, che mette alle spalle di un incolpevole Eriksson. Il buon momento pusterese continua ma Eriksson riesce ad avere la meglio sugli avanti pusteresi. Al 5° il Milano trova il pareggio in inferioritá numerica grazie ad una gran bella azione solitaria di Tkaczuk che non lascia scampo a Baur. Il Val Pusteria non ci sta e si rimette subito in attacco, grazie anche alla doppia superioritá numerica e cosí passa appena un minuto e mezzo e Boman trafigge Eriksson per la seconda volta. La partita è piacevole ed il Milano non è per niente intenzionato a lasciar l’intera posta alla compagine giallonera e ci sono parecchie conclusioni verso la porta brunicense, ed in una di queste Savoia al 12° trova la via del gol del pareggio con cui si va al II. Periodo.

Nel II. Periodo le due squadre fanno vedere ai circa 450 spettatori un bel hockey con parecchie occasioni da entrambi le parti, ma i due estremi si confermano in serata di grazia. L’unica rete nella seconda frazione la firma Oberrauch, che trova l’angolo giusto con Eriksson coperto da una marea di gambe.
Cosí si va al III. Periodo e si vede subito che il Milano non ci sta a perdere la quarta partita di seguito e sciaccia il Val Pusteria nella propria area difensiva, ma Baur con mestiere e un po di fortuna riesce a respingere gli attacchi meneghini. Al 51° peró non puó farci niente neanche lui su una deviazione al volo di Di Stefano su tiro dalla blu di Sherban. Ma non passano neanche 2 minuti ed il Val Pusteria ritrova il vantaggio in superioritá numerica con Peyton che devia in porta su un gran bel assist di Olsson. I meneghini se la prendono con l’arbitro Pichler, il quale prima da 10 minuti a Strazzabosco e poi a Mansi, entrambi per cattiva condotta. Così il Milano gioca gli ultimi 6 minuti con appena 3 difensori. Il Milano le prova tutte ma non c’è piú niente da fare e cosí il Val Pusteria trova il quinto risultato utile di fila.

Tags: