EIHC: Le avversarie dell’Italia

Prende il via domani l’avventura degli Azzurri che li vedrà impegnati a Lørenskog (Norvegia) nella seconda tappa stagionale dell’Euro Ice Hockey Challenge.
Coach Cornacchia dovrà rinunciare agli infortunati David Borrelli e Diego Iori, al loro posto è stato chiamato il “Rittner Buam” Matteo Rasom, per scelta tecnica sono stati lasciati a casa il portiere Gianfilippo Pavone e i difensori Enrico Miglioranzi e Fabian Hackhofer; l’Italia debutterà alle ore 19 contro i padroni di casa della Norvegia, i quali hanno dovuto rinunciare a Mads Hansen e Ken Andre Olimb, sostituiti da Tommy Kristiansen. L’ultimo incontro tra le due Nazionali risale all’Euro Ice Hockey Challenge disputato nel novembre 2008 a Oslo che vide i padroni di casa imporsi per 2-1. Il roster degli Orsi Polari è il seguente:

Portieri:
Pål Grotnes (Stjernen), Lars Haugen (Manglerud Star), Lars Volden (Espoo Blues – FIN)

Difensori:
Alexander Bonsaksen (Modo – SWE), Stefan Espeland (Sundsvall – SWE), Erik Follestad (Frisk Asker), Henrik Solberg (Stavanger Oilers), Ole Kristian Tollefsen (Modo – SWE), Mats Trygg (Hamburg – GER), Lars Løkken Østli (Luleå – SWE)
Attaccanti:
Christian Dahl-Andersen (Stavanger Oilers), Kristian Forsberg (Modo – SWE), Anders Fredriksen (Lørenskog), Lars Erik Hesbråten (Storhamar), Marius Holtet (Färjestad – SWE), Peter Lorentzen (Stavanger Oilers), Andreas Martinsen (Lillehammer), Martin Røymark (Timrå – SWE), Per-Åge Skrøder (Modo – SWE), Lars Erik Spets (Lørenskog), Mathias Trygg (Vålerenga), Martin Laumann Ylven (Linköping – SWE); Tommy Kristiansen (Sparta Sapsborg)

Venerdì 11 febbraio toccherà alla Lettonia; l’ultima vittoria degli Azzurri (4-3) , che condannò i baltici al Relegation Round, risale ai Mondiali del 2007, in seguito tre sconfitte, comprese quelle al torneo di qualificazione alle Olimpiadi di Vancouver (4-1) nel febbraio 2009 e agli ultimi Mondiali tedeschi (5-2) dello scorso maggio. Per l’occasione il coach che guiderà la Nazionale baltica sarà Leonids Beresnevs, il quale ha convocato i seguenti giocatori:

Portieri:
Ervins Muštukovs (Sheffield Steelers – GBR), Edgars Lusinš (Dinamo Riga);
Difensori:
Georgijs Pujacs (Sibir Novosibirsk – KHL), Maris Jass (Neftekhimik Nizhnekamsk – Russia), Janis Andersons (Dinamo Riga), Alberts Iliško (Nynäshamns IF, Svezia), Maksims Širokovs (Karlskrona HK, Svezia), Sergejs Durdins (HK Ozolnieki/Monarhs), Martinš Porejs (HK Riga), Martinš Jakovlevs (HK Riga);
Attaccanti:
Kaspars Saulietis (HPK – FIN), Armands Berzinš (HPK – FIN), Juris Štals (Dinamo Riga), Roberts Bukarts (Dinamo Riga), Andris Džerinš (Dinamo Riga), Gints Meija (Dinamo Riga), Vitalijs Pavlovs (Liepajas Metalurgs), Lauris Bajaruns (Liepajas Metalurgs), Toms Zeltinš (Liepajas Metalurgs), Gunars Skvorcovs (Liepajas Metalurgs), Janis Straupe (Montpellier – FRA), Elvis Želubovskis (Lyon – FRA), Ronalds Keninš (GC Küsnacht Lions, Svizzera).

Sabato 12, alle ore 11, l’Italia concluderà il torneo incontrando l’Ucraina, i gialloblu fanno tornare in mente dolci ricordi: nel 2009, ai Mondiali di Divisione I disputati a Torun (Polonia), nell’ultima gara del torneo, i ragazzi di coach Cornacchia superarono gli ucraini per 2-0 ottenendo la promozione alla Top Division. L’ultimo confronto risale ad un anno fa, quando a Pergine, in una tappa dell’EIHC gli Azzurri vinsero 4-1. Coach Dave Lewis disporrà dei seguenti giocatori:

Portieri:
Kostântin Simcuk (Sokil), Oleksandr Fedorov (Sokil), Mihajlo Balaban (Buran – RUS).
Difensori:
Oleg Blagoj (Sokil), Denis Isaenko (Sokil), Kostântin Râbenko (Sokil), Andrij Srûbko (Sokil), Mikita Vasilev (Sokil), Mikola Ladigin (Donbas), Ûrij Navarenko (Metalurgs – LAT), Oleksandr Pobedonoscev (HK Gomel), Vasil Polonickij (Metalurg – BLR), Dmitro Âkušin (Metalurg – BLR).
Attaccanti:
Vitalij Litvinenko (Sokil), Vadim Šahrajcuk (Sokil), Artem Bondarev (Sokil), Oleksandr Matvijcuk (Sokil), Roman Salnikov (Sokil), Dmitro Cirul (Sokil), Sergij Cernenko (Sokil), Oleksandr Âkovenko (Sokil), Dmitro Isaenko (Donbas), Oleksandr Bobkin (Donbas), Artem Gnidenko (Metalurgs – LAT), Kostântin Kasâncuk (Traktor – KHL), Oleg Timcenko (Ûnist – BLR), Oleksandr Materuhin (Ûnist – BLR), Oleg Šafarenko (Ûnist – BLR).