IHL Serie A: McParland e Vankus portano l’Asiago in finale

L’Asiago espugna Collalbo nella decisiva Gara 3 di semifinale di IHL Serie A con la doppietta di McParland e la rete di Vankus; per il secondo anno consecutivo accede alla finale. I giallorossi hanno mostrato un gioco solido in difesa e al tempo stesso concreto  in attacco.

Il primo pericolo della partita è creato dopo 1’ di gioco da Quinz al termine di uno scambio sotto porta con Markus Spinell. L’incontro scorre fluido fino al tentativo di Rosa al 3.04. Alla ripresa del gioco, Frei ha la migliore occasione dei primi minuti in contropiede, tuttavia giunto davanti a Cloutier non riesce a finalizzare per l’intervento falloso si Gellert che viene spedito dagli arbitri in panca puniti. Durante il power play i Buam non trovano la via del goal e rischiano di capitolare sul tiro di Chad Pietroniro, a salvare i suoi compagni ci pensa Lindskoug intervenendo con una spalla. Scontata la penalità, l’Asiago inizia ad attaccare con regolarità, nel corso della prima superiorità a favore, anche gli Stellati corrono il rischio di subire la rete con l’azione imbastita da Eisath e conclusa a lato da Simon Kostner; passato lo spavento a 12” dalla conclusione del power play McParland sblocca il risultato insaccando al volo il puck respinto dal goalie di casa. Il tempo di un amen e Markus Spinell pareggia dalla media distanza. Le ultime occasioni della frazione iniziale sono di Rosa e Vigl.

Nella frazione centrale il Renon si getta in attacco sin dalle prime battute: nell’arco di 1’ Cloutier deve sventare le iniziative di Quinz, Tudin e Obuchowski. Il prolungato forechecking dei padroni di casa è interrotto dal break di Caporusso, il quale conclude l’azione colpendo il palo alla sinistra di Lindskoug. Il portiere degli altoatesini deve arrendersi al 29.39 sul rebound concesso sul tiro di Olivero, all’appuntamento si presenta puntuale Vankus che riporta in vantaggio i vicentini; dalla parte opposta Cloutier dispensa miracoli più di Sant’Antonio, salvando di gambale su Lane e successivamente su Quinz. Con il trascorrere dei minuti gli altoatesini mostrano un gioco slegato ed inconcludente, evidenziato anche dalla situazione di uomo in più che chiude il periodo.

Il terzo periodo è giocato a ritmi più blandi, al secondo tentativo l’Asiago allunga con McParland dopo aver vinto un ingaggio. Il goal subìto si riflette sulle prestazioni dei Rittner Buam, i quali hanno difficoltà ad imbastire azioni pericolose e si limitano a tiri dalla lunga distanza facile preda di Cloutier, al tempo stesso devono guardarsi dal triplice tentativo di Loschiavo. I veneti mantengono il pieno controllo delle operazioni di gioco, il compito è facilitato anche dalla trattenuta di Obuchowski a 2’45” dalla sirena che consente loro di condurre in porto la vittoria e di accedere alla finale.  

Rittner Buam – Asiago 1-3 (1-1; 0-1; 0-1)
Rittner Buam:
Kevin Lindskoug (Hannes Treibenreif); Randal Gazzola – Marco Marzolini; Andreas Lutz – Christoph Vigl – Ryan Obuchowski – Radovan Gabri – Adam Giacomuzzi – Alexander Brunner; Alex Frei – Matt Lane – Simon Kostner – Stefan Quinz – Dan Tudin – Markus Spinell – Philipp Pechlaner – Julian Kostner – Thomas Spinell – Kevin Fink – Alexander Eisath – Manuel Öhler. Coach: Jozef Budaj
Asiago: Frédéric Cloutier (Luca Stevan); Enrico Miglioranzi – Cameron Ginetti – Lorenzo Casetti – Phil Pietroniro – Francesco Forte – Alex Gellert – Edoardo Lievore; Steven McParland – Marco Rosa – José Antonio Magnabosco – Chad Pietroniro – Luigi Caporusso – Vince Loschiavo – Matteo Tessari – Davide Dal Sasso – Federico Benetti – Simone Olivero – Michele Stevan – Marek Vankus. Coach: Petri Mattila
Arbitri: Alex Lazzeri e Turo Virta Linesmen: Alessio Bedana e Antonio Piras
Penalità: Rittner Buam 4 (2/0/2) – Asiago 4 (2/2/0)
Tiri: Rittner Buam 27 (12/9/6) – Asiago 27 (13/10/4)
Marcatori: (0-1) 13.09 Steven McParland (Phil Pietroniro – Marco Rosa) PP; (1-1) 14.05 Markus Spinell (Dan Tudin); (1-2) 29.39 Marek Vankus (Simone Olivero); (1-3) 43.17 Steven McParland (Marco Rosa – Lorenzo Casetti)
Spettatori: 1.144