NL: Davos a un passo dalla vetta. Riscatto Lugano

Lo Zurigo continua a guidare la classifica del campionato di NL al termine di una settimana tutt’altro che brillante. I Lions, infatti, dopo aver superato (5-4)  il Rapperswil all’Halllenstadion solo dopo i tiri di rigore, si sono dovuti inchinare (3-1) a un ritrovato Lugano. Se nella sfida contro i sangallesi, gli uomini allenati dallo svedese Grönborg, sono stati abili a recuperare lo svantaggio di tre reti, concretizzatosi incredibilmente già dopo due minuti, al cospetto dei bianconeri l’impresa non è invece riuscita. Dopo il gol iniziale di Lammer e l’allungo firmato da Zangger e Riva, la rete di Bodenmann ha reso solo meno ampio il passivo.

Con due vittorie e altrettante sconfitte (e due partite ancora da recuperare), il Davos risale prepotentemente la classifica, raggiungendo il secondo posto. Dopo aver sconfitto (5-3) il Langnau ad inizio settimana con la doppietta di Tedenby, i grigionesi hanno segnato il passo a Friborgo, uscendo sconfitti (3-1). La vittoria casalinga per (2-1) all’overtime contro il Losanna, decisa dal gol di Luca Hischier, colloca la formazione di Wohlwend a soli quattro punti dalla capolista (l’avvicinamento ulteriore sfuma invece a causa della sconfitta interna contro l’Ambrì). Il Bienne, sconfitto (3-2) a Ginevra, viene agganciato proprio dalla compagine di Emond, che fallisce l’ulteriore allungo il giorno successivo, cedendo nettamente (4-1) contro il Rapperswil. Una partita già segnata dopo solo dieci minuti dalla doppietta di Clark e dalla rete di Forrer. Sale anche lo Zugo che dopo aver sconfitto nettamente (5-2) alla Bossard Arena il Langnau, cade nel tempo supplementare contro l’Ambrì. Il risultato di (3-2) è frutto dei gol iniziali di Sabolic e D’Agostini, a cui replicano Zehnder e Diaz (in gol da sette partite consecutive). Decide Zwerger.  Scende al sesto posto il Losanna che oltre alla sconfitta di Davos, deve inchinarsi alla forza del redivivo Berna. Alla Vaudoise Arena, i campioni in carica si impongono infatti con un perentorio (5-2), guidati dall’ottimo Arcobello, autore di una doppietta in avvio di partita.

La classifica è ora divisa in due blocchi. Dopo le prime sei, a guidare il gruppo delle inseguitrici, a sei punti di distacco, è attualmente il Langnau, che conquista soli tre punti in tre partite. I “tigrotti, infatti, sconfitti a Davos e Zugo, sfruttano al meglio il turno casalingo, superando di misura (3-2), con un pizzico di fortuna il Lugano, capace di centrare ben cinque pali. In doppio vantaggio con i gol di Pesonen e Schilt, i bernesi subiscono il provvisorio pareggio dei bianconeri firmato da Lammer e Jecker, prima di imporsi grazie al gol di Maxwell. Con 35 punti segue la coppia Friborgo-Berna. Il derby, disputato alla Post Finance, vinto dai padroni di casa per (4-2) permette alla formazione di Jalonen (al suo terzo successo consecutivo) di agganciare i burgundi. Le reti degli Orsi portano la firma del solito Arcobello, di Ruefenacht, Moser e Scherwey. Al decimo posto, un punto sotto, manda finalmente segnali di ripresa il Lugano che salva la panchina di Kapanen con due vittorie e una sola sconfitta. Chiudono la classifica, entrambe a 32 punti, il mai domo Rapperswil che, dopo aver fatto soffrire la capolista Zurigo, schianta il Ginevra e un altrettanto “commovente” Ambrì che, nella sfida domenicale, come già detto, supera all’overtime lo Zugo (perdendo per infortunio anche Conz), per poi ripetersi martedì alla Vaillant Arena, sconfiggendo di misura (2-1) i padroni di casa del Davos, grazie alle reti di Neuenschwander e Mazzolini.

I club di National League mantengono vivo il mercato con acquisti validi dalla prossima stagione: il Rapperswil Jona avrà a disposizione il terzino Rajan Sataric, l’attaccante canadese Dustin Jeffrey passerà dal Losanna al Berna, mentre il pari ruolo Tino Kessler lascerà Davos per accasarsi al Bienne. L’estremo difensore Robert Mayer, dopo sei anni di militanza nel Ginevra, ha accettato la corte del Davos.

Risultati NL:
martedì 3 dicembre
Friborgo   – Lugano     1-3
Davos      – Langnau    5-3

venerdì 6 dicembre
Friborgo   – Davos      3-1
Losanna    – Berna      2-5
Langnau    – Lugano     3-2
Zurigo     – Rapperswil 5-4 so
Ginevra    – Bienne     3-2

sabato 7 dicembre
Berna      – Friborgo   4-2
Davos      – Losanna    2-1 ot
Rapperswil – Ginevra    4-1
Lugano     – Zurigo     3-1
Zugo       – Langnau    5-2

domenica 8 dicembre
Ambrì      – Zugo       3-2 ot

martedì 10 dicembre
Davos      – Ambrì      1-2

Classifica LNA (dopo 28 giornate)
1.Zurigo      51 punti*
2.Davos       47***
3.Bienne      46*
4.Ginevra     46
5.Zugo        44***
6.Losanna     42*
7.Langnau     36**
8.Friborgo    35**
9.Berna       35*
10.Lugano     34

11.Ambrì      32*
12.Rapperswil 32*
*=1 partita in meno
**=2 partite in meno
***=3 partite in meno

Top Scorer LNA
#               Club        Punti (reti+assist)
1.G.Roe        (Zurigo)       34     (9+25)
2.M.Arcobello  (Berna)        32     (12+20)
3.G.Hofmann    (Zugo)         30     (17+13)
4.T.Wingels    (Ginevra)      29     (11+18)
5.J.Kovar      (Zugo)         28     (8+20)

Top Goalies
#                    Club         Svs%    GAA
1.J.Hiller           (Bienne)     92,92   2.12
2.R.Berra            (Friborgo)   92,80   2.28
3.D.Manzato          (Ambrì)      92,20   2.37
4.T.Stephan          (Losanna)    92,18   2.39
5.I.Punnenovs        (Langnau)    92,07   2.37

Gli highlights di Ambrì e Lugano

Tags: