CHL: la Svezia cala il tris. In semifinale anche il Mountfield

La Champions Hockey League sorride alle squadre svedesi, tutte promosse alle semifinali al termine delle gare di ritorno dei quarti di finale: Luleå e Frölunda interrompono la favola del Losanna e Bienne; tra le svizzere fuori dai giochi anche lo Zugo, crollato in casa contro il Mountfield.

La prima scandinava in ordine di tempo a strappare il biglietto per il penultimo atto della CHL è il Luleå, tuttavia il Losanna non ci sta a ricoprire il ruolo di sparring partner e alla prima penalità subìta dopo 2’20” dall’ingaggio iniziale, sblocca il risultato in inferiorità con Joel Vermin. Lo svantaggio non spaventa gli uomini di coach Thomas Berglund che rimediano in 43” con Isac Brännström nel proseguimento della superiorità. Nel finale del primo tempo dall’iniziativa personale di Noel Gunler matura il 2-1 per i padroni di casa, l’attaccante si ripete in power play in apertura del terzo periodo, mentre Daniel Sondell sigla l’allungo che rende utile per le statistiche il goal, in superiorità, di Cody Almond. A 17” dalla sirena Austin Farley, a porta vuota, mette a segno l’ultimo goal della serata alla Coop Norrbotten Arena.

Il Frölunda compie la seconda rimonta in questi playoff: dopo lo scalpo del Färjestad, gli Indians strappano anche quello del Bienne: la partita dei campioni in carica è apparentemente in discesa, Ryan Lasch, in penalty killing, e Joel Lundqvist regalano il doppio vantaggio, tuttavia con i trascorrere dei minuti subiscono il ritorno degli elvetici, i quali nella seconda parte del match ribaltano il risultato con Stefan Ulmer, Marc-Antoine Pouliot e Peter Schneider, in superiorità. Ai seeländer risulta fatale il 58’, quando l’allenatore degli svedesi si gioca il jolly dell’uomo di movimento in più venendo premiato dal 3-3 di Patrick Carlsson. Passano solo 19” e Theodor Lennström firma il sorpasso. Il 6-6 complessivo rende necessario giocare i 10’ di overtime, risolti al 65.53 da Carlsson in power play.

Il Mountfield ottiene il passaggio del turno grazie ad una prestazione senza sbavature: la partita è risolta tra il 23’ e il 30’, lasso di temo in cui Petr Koukal, Radek Smolenak e Filip Pavlik indirizzano il confronto sui binari del successo ceco. Nel terzo tempo Kevin Klima e Yannick-Lennart Albrecht regolano i conti in sospeso venendo spediti anzitempo negli spogliatoi con un 5+20 a testa in dote, Matej Chalupa mette a segno il 4-0, mentre Marek Mazanec centra il secondo shutout in CHL.

Il Djurgården ribadisce a Monaco di Baviera il successo ottenuto all’andata regolando i bavaresi con il punteggio di 3-0: Tom Nilsson, Kalle Östman e Henrik Eriksson (a porta vuota) i marcatori. Shutout anche per Karri Rämö, il primo in CHL in questa stagione.

 
Quarti di finale                            andata   ritorno
                                           (3 dic.) (10 dic.)
Djurgården (SWE) – Monaco (GER)              5-1       3-0
Mountfield (CZE) – Zugo (SUI)                1-1       4-0
Frölunda Indians (SWE) – Bienne (SUI)        2-3       5-3 ot
   
Losanna (SUI) – Luleå (SWE)
                  1-2       2-5

Tags: