Il Pergine mette a cuccia i Mastini

di Gianluca Vapi
 
Dopo l’immeritata sconfitta con il Valdifiemme, i Mastini erano attesi a una pronta riscossa. Ma così non è stato. Al Palalbani è arrivata la seconda sconfitta consecutiva dei gialloneri di coach Da Rin; una sconfitta contro un Pergine che vincendo il recupero con il Merano potrebbe balzare in testa alla classifica.
 
La gara inizia subito con una colossale occasione per i Mastini: Schina si trova la porta spalancata ma il suo tiro si infrange clamorosamente sul palo a Quagliato battuto. Si potrebbe pensare a un brutto segno ed infatti alla prima vera opportunità gli ospiti passano: in situazione di power play è Lombardi a bucare Tura ben servito da Hood. Varese potrebbe rimettere subito in equilibrio la gara ma come già spesso capitato il power play non è un “amico” dei gialloneri. Le conclusioni ripetute dei Mastini non producono il sospirato pareggio sia per imprecisione sia per i buoni interventi del goalie ospite; e così al 17:45 Varese capitola ancora una volta sempre in situazione di inferiorità: questa volta è Ambrosi che non lascia scampo al numero 65 giallonero. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 2 a 0 per il Pergine.
 
L’inizio del secondo drittel dovrebbe essere caratterizzato dalla reazione varesina ma invece dopo poco più di un minuto arriva il terzo gol biancorosso: è Buonassisi ben assistito da Hodd a mettere al sicuro il risultato. I Mastini ci provano e i tiri verso la gabbia difesa da Quagliato iniziano a essere numerosi: Borghi, Perna, Schina, Franchini, Vanetti ci provano in tutti i modi senza successo. L’occasione d’oro arriva in situazione di doppia superiorità numerica al 35 minuto: ma anche in questo caso i Mastini non riescono ad accorciare le distanze, troppi gli errori in fase di impostazione, troppi i dischi gestiti male sulla blu. E così nell’ennesima folata biancorossa è Foltin a portare a 4 le marcature ospiti: un risultato un po’ esagerato per la mole di gioco sviluppata dalle due compagini ma che comunque conferma che il roster trentino è di ottima qualità. Il secondo tempo si chiude con la sospirata rete giallonera: è Perna a un secondo dal termine ad accorciare le distanze in situazione di 5 contro 3.
 
Varese al rientro sul ghiaccio può giocare con l’uomo in più ma nell’unica vera occasione creata Re si divora da pochi cm la rete che avrebbe riaperto la partita. I gialloneri dominano il conto dei tiri in porta ma purtroppo all’undicesimo minuto arriva il goal che chiude al partita: è ancora Buonassisi che assistito da Ambrosi e Lombardi corona un azione bellissima degli ospiti con tre tocchi di prima che no lasciano scampo a Tura. Prima della fine della gara Varese accorcia le distanze con Odoni e poi con Borghi anche se ormai i giochi erano fatti: 5 a 3 il risultato finale per i trentini. Vittoria meritata degli ospiti costruita soprattutto su veloci contropiedi che hanno messo in grande difficoltà la difesa bosina. Varese invece sembra aver smarrito la lucidità sotto porta e quel killer instinct che sono stati alla base del filotto di vittorie giallonero di inizio campionato: i 59 tiri di questa sera testimoniano la poca concretezza rispetto alla mole di gioco giallonera. Ora serve ritrovare un pò di serenità e interrompere al più presto questo trend negativo; prossimo appuntamento per i Mastini sulla difficile pista di Torre Pellice.
 

Mastini Varese – Pergine  3 – 5  (0:2  1:2  2:1)

7’05” (P) Lombardi (Hood) PP1, 17’45” (P) An. Ambrosi (Al. Ambrosi) PP1, 21’12” (P) Buonassisi (An. Ambrosi), 37’57” (P) Foltin (Meneghini), 39’59” (MV) Perna (M. Borghi, Re), 51’15” (P) Buonassisi (Hood, Lombardi), 53’27” (MV) Odoni (Andreoni), 59’25” (MV) M. Borghi (Schina, Perna).

MASTINI VARESE: 65 Tura (33 Menguzzato), 3 Schina, 5 Re, 20 Cecere, 22 E. Mazzacane, 26 Grisi, 34 F. Borghi, 64 Lo Russo, 90 Ilic, 4 Perna, 12 Franchini, 16 Vanetti, Andreoni, 19 Teruggia, 21 M. Mazzacane, 23 M. Borghi, 32 P. Borghi, 74 Asinelli, 75 Di Vincenzo, 88 Privitera, 97 Odoni. Coach: Massimo Da Rin

PERGINE: 37 Quagliato (29 Nascimento), 2 Damin, 7 Reffo, 15 Marchesini, 24 Al. Ambrosi, 25 An. Ambrosi, 8 Meneghini, 10 L. Dall’Agnol, 12 M. Dall’Agnol, 18 Marano, 22 Valorz, 28 Lombardi, 47 Buonassisi, 61 Sinosi, 77 Foltin, 82 Biasoni, 88 Hood, 91 Viliotti. Coach: James David Rich