Il Bolzano lotta, ma deve cedere anche in gara 2

Il Bolzano lotta per oltre 2 ore, ma alla fine deve arrendersi alla deviazione fortuita di Johannes Bischofberger che, al 120:53 (partita più lunga nella storia della Erste Bank Eishockey Liga), mette il disco alle spalle di Smith e porta il KAC sul 2-0 nella serie.

Inizio di partita abbastanza equilibrato, con il Klagenfurt che prende man mano possesso del terzo difensivo del Bolzano. Jake Smith deve impegnarsi pressochè subito per fermare due conclusioni ravvicinate di Kozek.

La pressione ospite viene premiata quando lo stesso Kozek gira dietro la gabbia di Smith e poi lo infila sul primo palo.

La prima penalità del match è a carico del KAC, con Bischofberger che si fa mandare in panca puniti, ma il powerplay del Bolzano questa volta non crea problemi al recuperato Haugen.

Tornati in parità numerica, è Daniel Frank questa volta a venire penalizzato, ma il pk dei Foxes è eroico ad impedire la seconda marcatura avversaria, bloccando diverse conclusioni delle “Rotjacken”.

Pur con l’uomo in più, per la penalità comminata a Unterweger, i biancorossi faticano parecchio ad impostare azioni offensive pericolose e offrono il fianco a pericolose ripartenze avversarie e, tornati in parità, rischiano di subire il raddoppio da Koch prima e Kozek subito dopo.

All’improvviso, in una delle poche azioni offensive, il Bolzano trova il pareggio grazie ad una splendida rete di Daniel Glira che lascia partire un diagonale mortifero per Haugen che non riesce nemmeno ad abbozzare la parata.

Il KAC prova a riportarsi avanti, ma questa volta la conclusione di Koch è facile preda di Smith che, poco dopo, salva anche su Petersen. Il pareggio sembra comunque aver risvegliato i Foxes che rispondono colpo su colpo agli attacchi avversari.

Con Campbell in panca puniti, Jake Smith salva alla grande su Petersen, evitando che il pericoloso contropiede 2 contro 1 si trasformasse in rete e la prima frazione va in archivio sul punteggio di 1-1.

Il Bolzano supera i pochi secondi di inferiorità numerica residua all’inizio della seconda frazione e si rende pericoloso con Brace e Petan.

Così come di marca ospite è stato l’inizio della partita, così nel periodo centrale è il Bolzano a comandare le operazioni, stringendo d’assedio il terzo difensivo avversario. Con Koch nel penalty box, Tim Campbell riceve il disco da Catenacci e spara il disco alle spalle di Haugen.

Passano pochi minuti ed il Bolzano potrebbe colpire ancora, ma questa volta il goalie ospite respinge la conclusione di Schweitzer e, subito dopo, Bernard non trova il timing per deviare il disco a due passi da Haugen.

Il KAC torna a rendersi pericoloso con l’uomo in più e solo una prodigiosa parata di Smith salva la gabbia biancorossa in mischia; ma il portiere del Bolzano non può nulla sul tiro di Harand che s’infila all’incrocio dei pali.

Insam si divora la terza rete a due passi da Haugen, poi il Bolzano spreca altre occasioni, ma continua ad attaccare, con Haugen che è poi chiamato al miracolo su Petan.

La partita si incattivisce dopo una mischia davanti ad Haugen, Liivik e Comrie per gli ospiti e Petan per i padroni di casa, si devono sedere nel penalty box e altrettanto succede a Blunden (2+2) e Neal; il KAC sfrutta la superiorità numerica e trova il vantaggio con un blueliner di Petersen che s’infila sotto i gambali di Smith, ma i Foxes reagiscono di rabbia e trovano quasi subito il pareggio con un fantastico gol di Angelo Miceli che fa esplodere il Palaonda e manda le due squadre al riposo ancora in parità.

All’inizio del terzo periodo si apre in maniera abbastanza equilibrata; alle offensive del Bolzano, il Klagenfurt risponde alla pari, ma Smith non si lascia sorprendere. Chi rischia di venire colta di sorpresa è la retroguardia biancorossa che è costretta a fermare in maniera fallosa Kozek lanciato a rete da Petersen.

I Foxes superano bene l’inferiorità numerica e la partita diventa un susseguirsi di ribaltamenti di fronte, con Schumnig e Insam che sfiorano il vantaggio.

Un tiro di Comrie, deviato dalla stecca di un difensore biancorosso crea qualche problema al goalie del Bolzano che risponde con un bel riflesso e blocca il disco.

Con Liivik ancora in panca puniti, i biancorossi sfiorano il vantaggio, ma Haugen è bravo ad abbassare la saracinesca e mantenere invariato il punteggio.

Il Bolzano cerca con tutte le forze il nuovo vantaggio, ma Daniel Frank non riesce a realizzare da due passi e Haugen è bravo a chiudere la strada sul rebound.

Campbell si vede fischiare contro una penalità molto dubbia, ma l’occasione più ghiotta capita sulla stecca di Insam che spreca, dopo un disco recuperato da Kuparinen in neutra; poco dopo Smith blocca la conclusione di Wahl e Campbell può rientrare.

Il Bolzano prova a mettere alle corde il Klagenfurt, gli arbitri non fischiano almeno 3 penalità solari ai danni degli ospiti e la partita scivola all’overtime.

La squadra di casa comincia all’attacco anche il tempo supplementare, ma Haugen riesce a parare il tiro di Catenacci. Un tiro di Schumnig deviato da un difensore fa venire i brividi a Smith uscendo di poco; poco dopo Blunden non riesce a deviare in rete uno spledido assist di Miceli. Con Wahl in panca puniti, il Bolzano si divora diverse occasioni da rete ed il giocatore ospite può rientrare sul ghiaccio.

Ancora il Bolzano pericoloso con Nordlund, ma anche questa volta Haugen è bravo a respingere e Brace non arriva a deviare. Ci prova Wahl, ma Smith riesce a bloccare in due tempi.

Le due squadre cominciano a dare segni di stanchezza, Petersen e Wahl chiamano Smith alla parata; sul fronte opposto Haugen salva su Catenacci e Frigo. Thomas Koch colpisce una traversa clamorosa e Smith deve mettere il gambale sulla conclusione di Wahl. Il Coach dei biancorossi Beddoes chiama un time-out per far rifiatare i suoi, ma il Bolzano sembra averne meno degli avversari e concede ghiaccio al Klagenfurt, ma la sirena mette fine al primo supplementare.

Nel secondo overtime le due squadre sembrano più guardinghe, poi un’incursione di Koch viene fermata da Smith; il KAC preme forte, Insam, Marchetti e Smith bloccano o rendono inoffensive le conclusioni avversarie. Marchetti si prende due minuti dubbi e Smith deve subito fermare il bluliner di Petersen e poi quello di Wahl. Il Klagenfurt mette sotto assedio la gabbia biancorossa, ma il Bolzano riesce a resistere.

Paul Geiger avrebbe sulla stecca il disco della vittoria, ma sbaglia la conclusione; Smith è superlativo su Petersen in contropiedee su un tiro deviato da un compagno. Ancora il portiere del Bolzano che salva prima che Fischer colpisca la traversa con un tiro dalla blu.

I padroni di casa sprecano una superiorità numerica con Blunden che per due volte non riesce a concludere dallo slot.

Riley Brace si trova sulla stecca un disco d’oro, ma Bischofberger lo ferma con un fallo a 4 secondi scarsi dalla sirena.

Il Bolzano comincia il terzo overtime con quasi due minuti di superiorità numerica, ma fatica ad impostare la gabbia e Haugen non viene impensierito; dalla parte opposta, Smith deve rispondere a Comrie prima e Bischofberger poi.

Luca Frigo riesce a rubare un disco dietro la gabbia di Haugen, ma il portiere ospite chiude bene sul primo palo, poi Bischofberger si divora il gol vittoria sparando a lato da due passi.

Si rende pericolo il KAC con Wahl che si vede deviare il tiro da un riflesso di Smith.

Comrie carica fallosamente Miceli in balaustra e viene punito; il Bolzano sfiora la rete con una deviazione sul tiro di Petan che fa la barba al palo, poi Insam tira alto di poco. A poco più di 4 minuti dalla sirena, Anton Bernard spreca tirando addosso a Haugen; il Klagenfurt spreca un’ occasione con Kraus, poi è Frigo a non trovare la via della rete in equilibrio precario. A due secondi dalla fine del terzo tempo supplementare, Jake Smith s’inventa una parata da favola sulla fucilata di Harand.

Campbell sfiora il gol decisivo in apertura di quarto overtime, poi è Bischofberger che riesce a trovare una deviazione fortunosa ed insacca il gol vittoria che porta la serie sul 2-0 per il KAC.

Il Bolzano tornerà sul ghiaccio domenica pomeriggio per cercare di portare a casa gara 3, per riaprire la serie ed interrompere la catena di sconfitte.

HCB – KAC 3-4 OT (1-1; 2-2; 0-0; 0-0; 0-0; 0-0; 0-1):03:37 Andrew Kozek (0-1); 14:27 Daniel GLIRA (1-1); 25:47 Tim CAMPBELL PP1 (2-1); 31:48 Patrick Harand PP1 (2-2); 39:26 Nick Petersen PP1 (2-3); 39:45 Angelo MICELI (3-3); 120:53 Johannes Bischofberger (3-4)

Risultati Gara 2 Quarti di finale:

ZNO – VIC 4-3 (2-2; 2-1; 0-0) (serie 1-1)

HCB – KAC 3-4 OT (1-1; 2-2; 0-0; 0-0; 0-0; 0-0; 0-1) (serie 0-2)

EHL – G99 4-3 OT (1-1; 2-0; 0-2; 1-0) (serie 1-1)

RBS – AVS 3-2 OT (1-0; 0-2; 1-1; 1-0) (serie 1-1)