Il Kurbads Riga si ripete

Come l’anno scorso il Kurbads Riga, formazione emergente del campionato lettone, ha ospitato il girone di secondo turno della Continental Cup sul ghiaccio della propria moderna e funzionale arena ed esattamente come l’anno passato non ha avuto troppe difficoltà ad aggiudicarsi il girone. Questo anche grazie al livello piuttosto modesto degli avversari: i sorprendenti islandesi dello Skautafelag Akureyri, vincitori del primo turno, gli spagnoli dello Txuri Urdin San Sebastian e gli ucraini del Donbas Donets’k, già presenti a Riga anche nella scorsa edizione. A questo proposito la IIHF ed il comitato organizzatore della competizione dovrebbe fare una riflessione per evitare che, così come è successo qui a Riga, vengano collocate nello stesso girone due squadre decisamente più deboli; perché poi gli spagnoli, team decisamente modesto, ancor più quest’anno, siano qualificati direttamente al secondo turno rimane un mistero.

Ha riscattato la pessima figura fatta qui l’anno passato il Donbas, presentatosi con un roster decisamente più competitivo e che vede la crescita costante di un buon giocatore come l’attaccante Vitaly Lyalka, un anno fa decisamente più grezzo dell’atleta visto in pista nel weekend. Menzione speciale sicuramente agli islandesi dello Skautafelag: qualificatisi tra la sorpresa generale e dello stesso club che aveva già programmato un turno di campionato nel weekend di Continental, hanno sicuramente venduto cara la pelle, venendo surclassati solo dall’esperienza e dalla straripante fisicità del Kurbads, ma facendo un figurone con il Donbas, inchiodato sul 3-3 fino a quando il fenomenale portiere canadese Adam Beukeboom si infortuna, lasciando il posto tra le lacrime al back-up Robert Steingrimsson che prende 2 goal in un minuto, spianando la strada al 6-3 finale degli ucraini. L’avventura europea si chiude con la vittoria per 3-2 sullo Txuri Urdin, con un bellissimo gol di Johan Leifsson ed un’altra ottima prestazione dell’allenatore giocatore finlandese Jussi Sipponen, meritatamente nominato miglior difensore del torneo.

Poco, molto poco da salvare, invece, per gli spagnoli, che hanno dimostrato carenze sia nei singoli che nel gioco corale: con un roster modesto in cui i pochissimi a salvarsi sono il classe 2000 Pablo Zaballa, che ha fatto vedere buoni numeri nonostante la giovane età e messo a referto un assist ed il difensore lettone Martins Jekovlevs, che qualcuno ricorderà per una stagione a Fassa nel 2013-14. Molto incerto il portiere Anders Alcaine, alcuni anni fa sembrava destinato a una buona carriera, capace di farsi gol da solo nella partita contro il Kurbads, persa 9-1, sbagliando comicamente un tocco di bastone. Arrivate entrambe a punteggio pieno all’ultima decisiva sfida, Kurbads e Donbas hanno dato vita ad una gara molto fisica e nervosa, con poco hockey giocato, risolta in pratica nel secondo periodo con due gol tra il 25esimo ed il 30esimo minuto dell’eterno Martins Cipulis e di Lauris Rancevs a cui il Donbas ha potuto opporre solo il punto della bandiera segnato dal rude Dmitri Ignatenko con uno spettacolare gol in caduta, che ha strappato applausi ai 1000 presenti (tutto esaurito) alla Kurbads Arena.L’anno scorso la sfida tra ucraini e lettoni si era conclusa con un umiliante 8-1 per quella che fino a pochi anni fa era una realtà emergente della KHL, prima che la guerra civile cancellasse l’hockey (e non solo) da Donets’k.

Due parole infine per i vincitori, che volano ora a Lione dove cercheranno un biglietto per le Superfinals, sfuggite l’anno passato a favore degli Sheffield Steelers: con un roster formato da veterani a fine carriera e diversi giocatori interessanti – attenzione al letale Edgars Homjakovs, arrivato dal Liepaja col titolo di top scorer del campionato e nominato MVP del weekend – sono sicuramente una squadra competitiva e difficile da affrontare, che renderà il girone di semifinale molto interessante.

Risultati:

CHH Txuri Urdin – Donbas Donetsk 2-6
HK Kurbads – Skautafélag Akureyrar 9-2

Donbas Donetsk – Skautafélag Akureyrar 6-3
HK Kurbads – CHH Txuri Urdin 8-1

Skautafélag Akureyrar – CHH Txuri Urdin 3-2
Donbas Donetsk – HK Kurbads 1-2

Classifica:
HK Kurbads pts. 9
Donbass Donets’k pts.6
Skautafelag Akureyri pts.3
Txuri Urdin San Sebastian Pts.0

Tournament MVP: Edgars Homjakovs (Kurbads)

Miglior Difensore: Jussi Sipponen (SA)

Miglior Portiere: Uldis Calpa (Kurbads)

Miglior Attaccante: Martins Cipulis (Kurbads)

Tags: