I Rittner Buam restano soli in testa, il derby va all’Asiago

Alps Hockey League, 23.09.2017: Quarta Giornata.

Lo Jesenice stenta oltre misura a regolare i giovani del Salisburgo. La formazione allenata da GLAVIC Gaber dopo aver chiuso il primo drittel sul doppio vantaggio, nel secondo si fa recuperare un goal. La segnatura, in apertura di terzo drittel, di Erik Svetina, riporta i padroni di casa su un vantaggio di sicurezza ma a circa 11 minuti dalla fine, il goal di Julian Klöckl, riapre il discorso e mette in apprensione squadra e tifoseria slovena che festeggiano il suono della sirena come una liberazione. Con i tre punti lo Jesenice si porta a quota sette mentre i Red Bull restano, malinconicamente a zero punti.
HDD SIJ Acroni Jesenice – Red Bull Hockey Juniors 3-2 (2-0, 0-1, 1-1)
23.09.17, ore 18:00. Dvorana Podmežakla Jesenice. Spettatori 700.

Il Bregenzerwald passa a Klagenfurt con le reti di Julian Zwerger, Daniel Ban e Juuso Mörsky. Le giovani “Giacchette Rosse”, pur non demeritando, debbono cedere il passo, di fronte alla maggior esperienza della formazione di Jussi TUPAMÄKI. Con i tre punti conquistati in Carinzia il Bregenzerwald sale al terzo posto, dietro a Rittner Buam e Zell am See, a quota nove, affiancato a Cortina ed Asiago, mentre i ragazzi di Ryan FOSTER, giunti alla quarta sconfitta consecutiva, restano ancorati a quota zero nella classifica generale.
EC KAC II – EC Bregenzerwald 0-3 (0-1, 0-0, 0-2)
23.09.17, ore 19:30, Stadthalle Klagenfurt; spettatori 346.

Quella di Feldkirch era, insieme al derby Veneto di Asiago, la gara più attesa di questa quarta giornata del Campionato di Alps Hockey League e l’andamento del match non ha certo deluso le attese della vigilia. La sfida è andata in scena di fronte ad una ragguardevole cornice di pubblico. La formazione di casa, lo ricordiamo è un team storico dell’hockey oltre Brennero, capace di vincere, prima del fallimento avvenuto nell’anno 2000, per ben Nove volte il Campionato Nazionale oltre a quattro Alpenliga ed una European Hockey League. Nel primo drittel, dopo il vantaggio iniziale di Thomas Spinell, i locali pareggiano con Steven Birnstill e poi si portano in vantaggio grazie alla segnatura di Daniel Fekete. Nel secondo tempo i Buam impongono la loro legge: la legge del più forte e vanno in goal per ben tre volte con Alex Frei, Tommaso Traversa (in Power Play) e Dan Tudin, ribaltando completamente il risultato. Il goal di Roland Hofer nel drittel finale fa calare il sipario sul match. I Buam, con i tre punti, tengono, in solitario, la testa della classifica, mentre il Feldkirch con tre punti in tre partite resta, al momento nelle posizioni di retrovia della Tabella.
FBI VEU Feldkirch – Rittner Buam 2-5 (2-1, 0-3, 0-1)
23.09.17, ore 19:30, Vorarlberghalle di Feldkirch, Spettatori: 1521.

I Broncos, all’overtime, sbancano la Rheinhalle di Lustenau. Dopo tre tempi molto equilibrati, chiusi sul risultati di parità di 2-2 maturato per effetti delle segnature di Philipp Koczera e Stefan Hrdina, per i leoni giallo verdi e di Jure Sotlar e Denny Deanesi per il Vipiteno, il Climax della sfida giunge al minuto 63:27 allorquando a Philipp Winzig viene data una sanzione di due minuti che costringe il Lustenau a giocare con un uomo in meno. Neppure il tempo di dire Amen ed i ragazzi di Jan IVO, trovano con Jure Sotlar la rete della “Suddendly Death”. Con questo risultato il Vipiteno sale a quota 8 mentre il Lustenau, dopo partite giocate è ancora a quota tre punti.
EHC Alge Elastic Lustenau – WSV Sterzing Broncos Weihenstephan 2-3 (0-0, 1-2, 1-0, 0-1)
23.09.17, ore 19:30; LUSTENAU, Rheinhalle, spettatori: 852.

Lo Zell am See, ai tiri di rigore, piega la resistenza del Val Pusteria al termine di un match assai equilibrato. Nonostante i due punti conquistati stasera, i ragazzi di Dieter WERFRING, perdono la testa della classifica, a vantaggio dei Buam e si assestano, in solitario, in seconda posizione. L’esito della gara, dicevamo è assai incerto: gli Orsi Polari passano in vantaggio per due volte con Christoph Herzog e Tobias Dinhopel ma sono raggiunti in entrambe le occasioni, prima dal goal di Erik Johansson e poi da quello di Sean Ringrose. Neppure l’overtime cambia il punteggio e quindi sono i tiri a dare la vittoria ai padroni di casa, con la trasformazione decisiva di Frederik Widen.
EK Zeller Eisbären – HC Lupi Val Pusteria Pustertal Wölfe 3-2 (d.t.r.) (0-0, 1-1, 1-1, 0-0, 1-0)
23.09.17, ore 19:30, Palaghiaccio (Eishalle) Zell am See, spettatori: 732

Anche il Fassa deve ricorrere ai tiri di rigore per superare il Kitzbühel. Nei tempi regolamentari e nell’overtime la gara è rimasta incollata al punteggio di 1-1, ottenuto, con un botta e risposta nel secondo drittel tra Henrik Eriksson e Devin Robert Di Diomete. Lo stesso attaccante italo canadese sarà poi decisivo trasformando il rigore decisivo e regalando la vittoria da due punti alla sua squadra. In classifica il Fassa è decimo con 5 punti in partite, proprio davanti al Kitzbühel che in tre gare disputate, di punti ne ha raggranellati solo 3.
HC Fassa Falcons – EC ‘Die Adler’ Stadtwerke Kitzbühel 2-1 (d.t.r.) (0-0, 1-1, 0-0, 0-0, 1-0)
23.09.17, ore 20:00, Gianmauro Scola di Alba di Canazei, spettatori: 391.

L’Olimpija di Lubiana bissa il successo di tre giorni fa col Fassa e vince a passo di carica sul ghiaccio del Pranives. La formazione gardenese, nel secondo drittel cede di schianto sulla pressione dei Draghi. Per gli sloveni vanno a segno Maks Selan (due volte), Miha Zajc, Matic Kralj, e Aljaz Uduc. Con i tre punti di stasera, gli sloveni salgono a quota nove, mentre il Val Gardena resta a tre.
HC Gherdeina valgardena.it – HK Olimpija Ljubljana 0-5 (0-1, 0-3, 0-1)
23.09. 2017; ore 20:30, Palaghiaccio PRANIVES di Selva di Val Gardena, Spettatori: 380.

Il Cortina cade ad Asiago dopo tre successi consecutivi. La vittoria dei leoni giallo-rossi matura grazie ad un gran primo tempo nel quale i ragazzi di Tom Barasso, vanno a segno due volte con Phil Pietroniro e Giulio Scandella sfruttando due situazioni uomo in più. In doppio power play è il Cortina ad accorciare le distanze con Riley Wilson Brace. Le reti di Gellert e Caletti chiudono la sfida. I tre punti restano all’Odegar permettono alla formazione di Tom Barasso di agganciare in classifica il Cortina.
Migross Supermercati Asiago Hockey – S.G. Cortina Hafro 3-2 (2-0, 1-1, 0-1)
23.09. 2017; ore 20:30, Stadio del Ghiaccio Odegar di Asiago, spettatori: 850

CLASSIFICA: Rittner Buam, 12 punti. Zell am See 11 punti, Asiago, S.G. Cortina Afro e Bregenzer Wald 9 punti; Vipiteno, 8 punti, Jesenice e HC Val Pusteria 7 punti; Olimpjia Lubiana 6 punti; Fassa 5 Kitzbühel 4 punti, Lustenau, Gherdeina e Feldkirch 3 punti; KAC Klagenfurt, Red Bull Hockey Juniors Salisburgo ed Egna e 0 punti. KAC Klagenfurt, Red Bull Hockey Juniors Salisburgo ed Egna e 0 punti.
Jesenice, Gherdeina, Feldkirch Egna e Kitzbühel: 1 partita in meno.
Red Bull Hockey Juniors Salisburgo 1 partita in più.

Tags: