Foxes pronti all’esordio in casa, al Palaonda arrivano Dornbirn e Vienna

(Comun. stampa HC Bolzano) – Dopo due sconfitte nelle prime due partite della stagione a Innsbruck e Linz, l’HCB Alto Adige Alperia è pronto finalmente a prendersi l’abbraccio del pubblico di casa. Si preannuncia un Palaonda bollente per una doppia sfida che porterà nel capoluogo altoatesino tanti grandi “ex”.

Venerdì 15 settembre, alle ore 19:45, il primo faceoff casalingo della EBEL 2017/18 sarà contro i Dornbirn Bulldogs. Squadra quasi completamente rifondata, dal logo al roster, gli austriaci hanno avuto una partenza positiva: nella prima giornata la sorprendente vittoria esterna a Salisburgo, nella seconda il K.O. interno, ma soltanto all’overtime, contro l’Innsbruck. Al Palaonda torneranno tre ex biancorossi: il top scorer della scorsa stagione, Brodie Reid, l’autore del goal vittoria della EBEL 2013/14 Ziga Pance e il difensore Sean McMonagle. Per i ragazzi di coach Dave MacQueen l’obiettivo è tornare ai playoffs, dopo il digiuno dell’anno scorso.

Domenica 17 settembre, alle ore 18:00, al Palaonda arriveranno invece i Vienna Capitals. I campioni in carica, che qualche mese fa hanno eliminato in semifinale proprio i Foxes, hanno iniziato come avevano finito e forse anche meglio: devastante 9 a 1 in casa del Fehervar alla prima giornata, poi il netto 4 a 1 contro il KAC nella riedizione della finale di aprile. Insomma, anche quest’anno Vienna si candida a pieno titolo come una delle favorite al titolo e anche in questo caso a Bolzano torneranno tre grandi ex: MacGregor Sharp, Jerry Pollastrone e Taylor Vause, tutti confermati dall’anno scorso.

Per il Bolzano la prerogativa è vincere. La squadra è in crescita e il match di Linz ha mostrato segnali positivi, nonostante una sconfitta forse troppo larga per quanto visto sul ghiaccio. I nuovi arrivati stanno prendendo le misure al nuovo campionato e coach Pat Curcio per il weekend potrà contare su tutti gli effettivi, compreso il nuovo assistant coach Phil Barski, arrivato ieri in città. La compagine biancorossa potrà però fare affidamento soprattutto sull’ormai famoso “settimo uomo sul ghiaccio”: il pubblico del Palaonda, che negli anni ha fatto spesso della casa biancorossa un vero e proprio fortino. Due appuntamenti da non perdere, quindi, perché lo spettacolo della EBEL è finalmente tornato.

“Stiamo lavorando molto – così l’attaccante biancorosso Michele Marchetti – dobbiamo iniziare a commettere meno errori ed essere più disciplinati: soprattutto quella di Innsbruck era una partita che, con un po’ più di attenzione e qualche penalità in meno, avremmo potuto vincere”.

“Le prime due partite casalinghe saranno fondamentali per portare a casa i primi punti – spiega Anton Bernard – nei primi due match si sono viste comunque buone cose, anche se abbiamo subito un po’ di stanchezza, facendo così troppi errori: da una parte dobbiamo cercare di tirare di più in porta e mettere pressione al portiere, dall’altra invece è fondamentale non regalare occasioni da goal agli avversari”.

“E’ stata una partenza dura – queste le parole dello statunitense Chris Carlisle – ma la squadra sta trovando alchimia e confidenza, questo weekend sarà un grande test e ci faremo trovare pronti. Non vedo l’ora di giocare al Palaonda davanti ai nostri tifosi, che sono stati fantastici già in trasferta”.