Merano vince la Serie B: trionfano le Aquile

Il Merano ha la possibilità di chiudere il conto e di diventare campione nazionale di serie B di hockey su ghiaccio, ma prima deve trovare ancora il successo con il Pergine, il quale arriva in terra dell’Alto Adige con tutti i buoni propositi per prolungare la serie e dar ancor più lustro agli splendidi play off da esso disputati, indipendentemente da come vada a finire. La formazione trentina, chiusa la Regular Season all’ottavo posto, ha saputo arrivare meritatamente alla finale sbarazzandosi di formazioni più quotate, senza il favore del pronostico. Il Merano, dal canto suo, vuole dar conferma al pronostico iniziale, quando a ottobre era dato come super favorito per la vittoria finale. Forte del delle due vittorie maturate nelle due sfide precedenti in Gara 1 e in Gara 2, ora affronta gara 3 con la mente forse più libera.

Dopo 13 minuti è Cainelli che apre le marcature per il Merano e al minuto 31 è ancora il numero 25 del Merano che trova nuovamente la via della rete. Sono poche le penalità fischiate e nessuno ne approfitta, nemmeno il Pergine, che al minuto 50 ha l’occasione di riaprire il match e giocarsi tutto nei minuti finali, grazie ad una doppia superiorità durante la quale però prevale la difesa del Merano, che passa indenne.

Scorrono i minuti, sospirano gli oltre duemila spettatori della Maranarena perché attendono la sirena finale per esplodere la loro gioia.

Il Merano vince il campionato di Serie B. Al Pergine resta la consolazione di un ottimo torneo.

MERANO – PERGINE 2-0 (1:0 1:0 0:0)

Merano promosso in Serie A

Tags: