I Rossoblu superano il Chiavenna ma che fatica..

Dopo quattro sconfitte i ragazzi di Da Rin tornano al successo nel derby lombardo contro il Chiavenna.
Nel Milano indisponibile Alessio Piroso, assenti Tommaso Migliore per motivi lavorativi e Gregor Lanziner per squalifica dopo la rissa di sabato scorso con Gruber nella sfida persa a Merano. Tra gli ospiti è presente Bortolussi, (nella foto) 2015_10_30 milano chiavenna bortolussi maurinato ad Ottawa 47 anni
fa, grande campione che ha indossato la maglia di Alleghe, Varese, Ratingen (DEL), Courmaosta, Milano, ed Asiago per la serie A, Torino, Pontebba, Valpellice per la serie B.   Nel roster avversario ci sono anche David Stricker e Fabio Rigoni, altri giocatori di grande esperienza.

Inzio di studio per i due team fino alla prima penalità fischiata a Stricker. Il Milano chiude gli avversari nel proprio terzo ed impegna Antinori con Radin, Borghi ed Alario. Al 5.57 i rossoblù passano in vantaggio con Re, ben servito al centro da Marcello Borghi. I padroni di casa non si fermano e creano ancora con Piccinelli, Vanetti e Borghi che colpisce anche un palo. Nel momento migliore del Milano, il Chiavenna trova il pareggio, in superiorità numerica, con Blanc. Subito il colpo i rossoblú non si demoralizzano anzi a 17″ dalla prima sirena, in power play, passano in vantaggio con Vanetti.

2015_10_30 milano chiavenna058Nel secondo drittel la musica non cambia. Al minuto 1.25 una bella discesa di Gherardi semina il panico nella difesa avversaria; il giocatore meneghino con la maglia numero 55 si presenta davanti ad Antinori e realizza il 3 a 1. Il Milano preme e crea con un diagonale di Lo Russo. Gli ospiti sprecano 1.12 di 5vs3 e 38″ di 5vs4. Il tempo si chiude con due conclusioni senza fortuna di Radin e Borghi.

Il terzo periodo inizia senza troppi emozioni. I rossoblù controllano e così le uniche conclusioni sono un tiro a lato di Vanetti ed una respinta di Tesini su conclusione di Stricker. Subito dopo uno scambio in velocità tra Piccinelli ed uno scatenato Vanetti mette quest’ultimo solo davanti alla gabbia ospite ma Antinori non si lascia sorprendere. Al 13.01 Tenca riapre il match. 2015_10_30 milano chiavenna039I rossoblù non ci stanno e tentano l’allungo con una conclusione in backhand di Tilaro, ma ancora una volta l’estremo avversario respinge. Al 14.51 arriva la doccia fredda per il popolo dell’Agorá; infatti il Chiavenna trova il meritato pareggio con ancora Tenca, doppietta per lui questa sera. I padroni di casa si gettano in avanti ma sprecano una superiorità numerica, Blanc in penalty box. Quando l’incontro sembra destinato all’overtime, Tilaro trova un preciso diagonale per la gioia degli oltre 1600 accorsi ad incitare i propri beniamini. Coach Cintori tenta il tutto per tutto togliendo il proprio goalie per un giocatore di movimento in più ma la mossa non porta al risultato sperato. Vittoria importante quella ottenuta questa sera da Re e soci soprattutto in vista della difficile trasferta di domenica 1 novembre alla Ritten Arena.

2015_10_30 milano chiavenna142Hockey Milano Rossoblu – HC Chiavenna 4-3 (2-1, 1-0, 1-2)

Reti: 1-0 Alessandro Re (Marcello Borghi, Andreas Radin) 5:57, 1-1 Pascal Blanc (superiorità numerica) (Fabio Rigoni, Manuel Tenca) 13:16, 2-1 Andrea Vanetti (superiorità numerica) (Niccolò Latin) 19:43, 3-1 Stefano Gherardi (Andreas Radin) 21:25, 3-2 Manuel Tenca (David Stricker, Maurizio Bortolussi) 53:01, 3-3 Manuel Tenca (superiorità numerica) (Pascal Blanc, David Stricker) 54:51, 4-3 Gianluca Tilaro (Niccolò Latin, Niccolò Lo Russo) 18:56

Tiri: Milano 35, Chiavenna 28

Penalità: Milano 8 (16 minuti), Chiavenna 5 (10 minuti)

Spettatori: 1631