EBEL Weekend: Bolzano e Red Bull in ripresa, Znojmo capolista

Weekend di sorprese e novità per la quinta e sesta giornata di EBEL, contraddistinte dalla ripresa di Bolzano e Red Bull Salisburgo, che abbandonano il fondo della classifica, dal calo del Dornbirn, sorprendente in avvio, dal flop del Graz, chiamato ad invertire la rotta, e dalla capolista che (forse) non ti aspetti, l’Orli Znojmo che dimostra di aver per ora azzeccato la campagna acquisti.

jpgjpg20150925_048Crescita Bolzano – I Foxes conquistano due vittorie, di cui una maturata dopo gli shootout, e salgono a quota 8 punti intravedendo margini di miglioramento nel gioco e nell’amalgama, aspettando le prestazioni di Alex Foster, arrivato dal Iserlohn Rooters e con tanta esperienza a Toronto. La squadra di Tom Pokel riporta sulla terra il Dorbirn infliggendogli un 4-1 (nelle immagini) che mostra tutte le potenzialità del roster sudtirolese. In un match intenso sono decisivi i gol di DiCasmirro in mischia, Pollastrone deviando il tiro di McMonagle, autore della quarta rete dopo lo short-handed gol di D’Alvise e il colpo sotto di Pope. Domenica invece i rigori premiano il Bolzano nel 4-3 contro il KAC, passato in doppio vantaggio e raggiunto da Broda e McMonagle. Al nuovo vantaggio di Schumnig rispondono Oberdöfer e il rigore decisivo di Vause. Foxes in crescita e con il parco stranieri che si rivela una buona macchina da punti.

Ripresa Red Bull – Come il Bolzano, si riprende anche il Red Bull Salisburgo dopo un inizio difficile e sotto le aspettative. Gli uomini di Ratushny ripetono la scorsa semifinale superando il Klagenfurt  spegnendo così le sue speranze di riscattare lo sweep subìto (guarda qui). Nel 3-2 c’è anche la firma italiana del promettente Peter Hockofler, autore del primo gol con un efficace tiro dallo slot. Poi Pöck e Schumnig rispondono a Duncan e Hughes. Forti della prima vittoria nei tre tempi, i Red Bull superano anche il Villach con il medesimo punteggio: apre Leiler per i carinziani, Ferriero e Komarek ribaltano il punteggio, Alagic pareggia e lo svedese Ledin sigla il gol vittoria. Il Salisburgo sale a quota nove, mentre il Villach scende al terz’ultimo posto, sconfitto nel turno precedente dall’Innsbruck all’overtime (3-4).

jpgjpg20150925_259Znojmo in testa
– La capolista solitaria è l’Orli Znojmo, che dopo il gioco espresso in queste prime battute merita indubbiamente tutti i punti guadagnati. Con due 4-1 supera il Graz e il Sapa Fehervar. Il gran lavoro è della seconda linea Sedivy-Bartos-Yellow Horn, quest’ultimo leader della classifica marcatori con le sue silurate, autore di una doppietta fra i gol di Stach e Tomas nel match contro gli ungheresi, che soccombono prima di segnare il gol della bandiera con Martinelli. I cechi esprimono un buon gioco e creano molti pericoli in attacco e stanno trovando in Nechvàtal un goalie giovane ma sempre più sicuro di sé. Orli Znojmo in testa al gruppo con 15 punti, seguito da un Linz che sta superando la fase di rodaggio e insegue a quota 12. Due vittorie su due per le Black Wings in questo weekend: 3-2 in casa di un Olimpija Lubiana mai domo, deciso da Spannring e le due reti di Kozek, e 4-2 trascinato dal primo blocco Dorion-Pichè, Kozek-McLean-DaSilva, contro il Graz.

Graz ai ripari – E’ iniziata contro le aspettative la stagione del Graz, dopo questo weekend ultimo a quota 4, prendendo il posto che apparteneva già a sorpresa ai Red Bull. Le sconfitte, come detto, per 4-1 contro l’Orli Znojmo e 4-2 contro il Linz pesano sul morale e chiamano la dirigenza a nuovi movimenti di mercato: tagliati i difensori americani Daniel New e Jake Marto, attacco rafforzato da Evan Brophey ex Red Bull a Salisburgo e Monaco, e Marcus Pirchmann, reduce dalla INL dopo otto anni al Klagenfurt. I prossimi impegni contro Lubiana e Vienna devono portare risultati per non complicare un cammino sino ad ora incerto, nonostante le molte novità.

Ok Vienna e Innsbruck – Si insediano nella parte alta della classifica Vienna e Innsbruck, protagonisti di un weekend in positivo. I Capitals segnano cinque gol in entrambi match. 5-4 contro Sapa Fehervar in un match emozionante ed indeciso sino all’ultimo momento, 5-3 più agevole contro l’Olimpija Lubiana, ottenuto nel secondo periodo. I tirolesi vincono invece all’overtime in casa del Villach grazie al gol con l’uomo in meno di Tyler Spurgeon, e si ripetono nel 3-2 al Dornbirn. Per il Dornbirn discesa nelle gerarchie, in un campionato che si dimostra sino ad ora equilibrato con continui ribaltamenti nell’ordine dei piazzamenti. Per il Pick Round, potrebbe essere battaglia aperta.

Risultati 5^giornata
Orli Znojmo – Graz 99ers 4-1 (1-0; 1-0; 2-1)
Villach – HC Innsbruck 3-4 ot (1-1; 0-1; 2-1; 0-1)
Vienna Capitals – Sapa Fehervar 5-4 (1-1; 3-2; 1-1)
Olimpija Lubiana – EHC Linz  2-3 (0-1; 1-1; 1-1)
Red Bull Salisburgo – Klagenfurt 3-2 (1-0; 1-1; 1-1)
HCB Südtirol – EC Dornbirn 4-1 (2-1; 1-0; 1-0)

Risultati 6^giornata
Sapa Fehervar – Orli Znojmo 1-4 (0-0; 0-2; 1-2)
Vienna Capitals – Olimpija Lubiana 5-3 (0-1; 3-1; 2-1)
Villach – Red Bull Salisburgo 2-3 (0-0; 1-1; 1-2)
Klagenfurt – HCB Südtirol 3-4 so (2-0; 0-2; 1-1; 0-0; 0-1)
EHC Linz – Graz 99ers 4-2 (1-0; 1-2; 2-0)
HC Innsbruck – EC Dornbirn 3-2 (1-0; 2-0; 0-2)

Classifica
HC Orli Znojmo 15
EHC LIWEST Linz 12
UPC Vienna Capitals 11
HC TWK Innsbruck “Die Haie” 11
Klagenfurter AC 9
EC Dornbirn 9
Red Bull Salisburgo 9
Sapa Fehervar AV19 8
HCB Südtirol 8
EC Villach 6
Olimpija Lubiana 5
Moser Medical Graz 99ers 4