Il Milano festeggia il ritorno di Fontanive superando il Gherdeina

Milano e Gherdeina si trovano ad incrociare i bastoni con un obiettivo comune: riscattare le prime due giornate di Master Round. Negli ospiti tutti presenti ad eccezione di Nigro. Coach Curcio recupera Hockey Milano Rossoblu - HC Gherdëina valgardena.itNicola Fontanive e Gherardi, mentre sono ancora assenti Latin, Vallorani e Piccinelli.
In attacco i Rossoblu iniziano con Borghi, Fontanive e Terzago; Colombo, Caletti e Gron; Leone, Petrov e Migliore; non appena vengono assaggiate le condizioni di Fontanive, Curcio mischia le linee inserendolo con Gron e Caletti; poi Migliore, Petrov e Colombo ed infine Leone, Terzago e Borghi. Dietro si gira a cinque con Re, Murray, Campanale, Lutz. e Lo Russo. Presente tra gli spettatori anche l’indimenticabile Scott Beattie.

Hockey Milano Rossoblu - HC Gherdëina valgardena.itIl primo pericolo è degli ospiti che assaggiano subito i riflessi di Caffi con l’ex Goi. Il Milano risponde con Campanale e Caletti ma Demetz fa buona guardia. Al 3.56 viene fischiata la prima penalità della partita a Migliore ma sono i rossoblù a creare il pericolo più importante con Caletti ben servito da Murray. Recuperata la parità numerica sul ghiaccio gli altoatesini impegnano Caffi con Eastman dalla blu. La partita diventa nervosa e finiscono in penalty box Fabrizio Senoner, Borghi, Fontanive, Ivan Demetz e Caletti. Gli ospiti si fanno pericolosi con Maylan mentre i milanesi rispondono con uno scatenato Fontanive.

Hockey Milano Rossoblu - HC Gherdëina valgardena.itIl secondo periodo inizia con 1.08 di superiorità ospite per penalità inflitta a Caletti nel periodo precedente. Caffi respinge un tiro insidioso di Veggiato. Il Milano preme e crea con Caletti, Gron, Fontanive e Petrov mentre in contropiede le “Furie Rosse” mancano il vantaggio con Holzknecht, Maylan e Fabio Kostner. Al 10.45 la svolta del match quando Senoner finisce in panca puniti ed il Milano, prima crea con Lutz, poi è la trasversa a negare la gioia del goal a Caletti ed infine è lo stesso giocatore con la maglia numero 15 a lanciare Fontanive che si invola verso la gabbia avversaria, libera Gron, la cui conclusione buca la rete per il meritato vantaggio. I ladini provano una reazione con Eastman e Holzknecht ma stasera l’estremo rossoblù è insuperabile. Il tempo si chiude con una conclusione di Re ed una di Fontanive respinta dall’ex Vipers Demetz.

Hockey Milano Rossoblu - HC Gherdëina valgardena.itI ragazzi di Mensonen, dopo il secondo intervallo, rientrano sul ghiaccio più decisi, premono, chiudono il Milano nel proprio terzo ed un grandissimo Caffi abbassa la saracinesca su Eastman, Brugnoli, Ivan Demetz e Vinatzer. Chi troppo sbaglia, prima o poi paga e così la dura legge dello sport anche questa volta viene rispettatata e al minuto 8.29 Gron è il più veloce a raccogliere una respinta del portiere gardenese, tiro di Campanale, e può così realizzare il 2 a 0. La rete galvanizza i padroni di casa che creano ancora con Colombo, Migliore, Gron e Petrov. A 1.02 dalla fine, coach Mensonen chiama timeout; alla ripresa del gioco toglie il proprio goalie per un uomo di movimento in più ma il risultato non cambia. I Rossoblu possono così festeggiare la prima vittoria del Master Round, il ritorno di Fontanive e il secondo shutout di questo campionato per Alex Caffi. Il prossimo impegno per Migliore e Soci è fissato per Mercoledì 30 Dicembre sul difficile ghiaccio di Torre Pellice mentre la prossima in casa sarà il giorno di Capodanno con il Renon.

Hockey Milano Rossoblu – HC Gherdeina valgardena.it 2-0 (0-0, 1-0, 1-0)

Reti: 1-0 32:43 Tyler Gron in superiorità numerica (Nicola Fontanive, Edoardo Caletti); 2-0 48:29 Tyler Gron (Matthew Campanale, Edoardo Caletti)

Tiri: Milano 31, Gherdeina 44

Penalità: Milano 7 (14 minuti), Gherdeina 7 (14 minuti)

Arbitri: Alex Lazzeri e Claudio Ferrini; Giudici di linea: Matthias Cristeli e Willy Volcan

Spettatori: 2177

Tags: