La filosofia, le idee, il progetto “Hockey Academy”

(Comun. stampa Hockey Academy) -Evoluzione e involuzione hanno caratterizzato la storia del disco su ghiaccio “made in Bolzano”. Negli ultimi anni è emersa forte e chiara la necessità di impostare un settore giovanile in modo professionale, al passo con i tempi, strutturato, partecipato. Prendendo spunto anche da altre realtà all’avanguardia per trovare il punto di equilibrio a Bolzano. Hockey Academy Bolzano Bozen ha imboccato una nuova via di intendere l’hockey su ghiaccio e intende percorrerla, considerandosi precursore di quelle che sono le nuove, preziosi , fondamentali e determinati linee guida impartite dal nuovo consiglio federale della Fisg.

CON LA FORZA DELLE IDEE CONDIVISE
E’ in piena fase di sviluppo un progetto frutto della comunione di idee di un gruppo di persone appassionate, motivate, entusiaste che perseguono un unico fine: mettersi al servizio dell’hockey giovanile, con la forza delle idee e del lavoro. Con una programmazione precisa e concreta che parte con un profilo basso e desidera crescere per step, consapevoli che iniziative impegnative come questa portano a risultati concreti nel medio e nel lungo termine, dopo un lavoro certosino e strutturato. Academy è progetto aperto a tutte le persone e società di buona volontà, che nutrono gli stessi desideri, facendo tesoro delle esperienze del passato, positive e negative. Comunque un progetto solido, autorevole. Preziose in questo senso sono le sinergie operative già sottoscritte con Appiano, Lana, Bressanone, Ev Bozen – Eagles, club con cui è stata instaurata una sinergia operativa tale da consentire a tutti i ragazzi di giocare in tutte le categorie. Agli under 20 anche la possibilità di provare l’esperienza in B con l’Ev e a chi lo ha desiderato anche quella di giocare nella categoria di appartenenza conl’Hc Bolzano.

Il gruppo di persone cariche di passione che ha fondato Hockey Academy Bolzano Bozen intende rilanciare l’attività di base cercando di individuare la strada migliore da seguire per portare l’hockey giovanile sulla via del rilancio, coinvolgendo quanti più soggetti possibile.
E’ nato un “laboratorio di idee” composto da persone motivate, con il prezioso contributo del Liceo dello Sport Toniolo e l’adesione entusiasta di molte persone sostenitrici.
Questo non è un punto d’arrivo, ma un punto di partenza.

L’ANALISI DELLE POTENZIALITA’
E’ stata fatta un’analisi seria e approfondita del bello, del brutto e soprattutto del migliorabile dell’hockey su ghiaccio giovanile bolzanino da sempre. Sono stati interpellati protagonisti del passato e del presente, cercando di approfondire i temi che stanno a cuore. Insomma un’attenta analisi del fabbisogno.
La consapevolezza è che, alla luce del periodo di recessione, anche l’hockey di vertice italiano ha bisogno di riscoprire e valorizzare i vivai. I vivai stessi però devono essere strutturati, ovvero poggiare su progetti di formazione che vanno oltre il lavoro su ghiaccio.
Sono emerse dieci proposte-idee per proporre un’iniziativa inedita, innovativa nel panorama sportivo bolzanino e italiano. Un primo, piccolo, passo per fare qualcosa per iniziare concretamente il rilancio della disciplina. In questa ottica è stato scelto come head coach l’unico allenatore italiano in possesso della qualifica di 5. Livello internazionale, Marco Liberatore, che ha pienamente condiviso il progetto, mettendo a disposizione la sua grande esperienza.

I DIECI PUNTI CARDINE
1. I ragazzi al centro dell’attenzione per assicurare loro un progetto di crescita, prima come uomini e poi come giocatori attraverso regole, valori e percorsi di formazione.
2. Il coinvolgimento delle persone di buona volontà (volontari) nelle attività formative extra-ghiaccio.
3. Autosostenibilità del progetto attraverso il contributo del gruppo di lavoro-società, le quote, gli sponsor, i contributi
4. Crescita graduale del settore giovanile attraverso iniziative di promozione e sviluppo, basate su concetti moderni per formare in casa i giocatori di domani.
5. Sinergie operative forti a cominciare dai corsi di pattinaggio con l’Ussa, Unione Società Sportive Altoatesine.
6. Creare una sinergia operativa forte con il territorio e con tutti gli stakeholder che condividono missione e vision del progetto, compresi gli enti pubblici di riferimento.
7. Iniziative speciali per consentire ai ragazzi di crescere: camp estivi, iniziative di socializzazione, eventi da seguire insieme, presenza alle partite dell’Hcb. Presenza ad eventi organizzati direttamente e da terzi: eventi benefici, Fiera Tempo Libero, Giornate dello Sport, eventi vari …
8. Imparare le regole del gioco per meglio interagire sul campo, apprendere valori per crescere in un ambiente sereno. Disporre di tecnici preparati e qualificati
9. Sinergia operativa con il Liceo delle scienze applicate allo sport “G. Toniolo” Bolzano, sede degli incontri tra le parti e delle iniziative di formazione
10. Arrivare ad avere un gruppo o addirittura una classe al liceo dello sport “Toniolo” per poter applicare la didattica flessibile all’hockey e consentire ai ragazzi di lavorare in gruppo una o due mattine la settimana, frequentando le lezioni nel pomeriggio, per ottimizzare il lavoro nelle ore ghiaccio più libere sulla falsariga di quanto accade al di là dell’Oceano o in altri paesi europei.

LA MISSION
E’ un progetto di lungo periodo: l’obiettivo è lavorare sul futuro, sui più piccoli, su chi non si è mai avvicinato al pattinaggio e all’hockey. Le scuole primarie saranno quindi un interlocutore privilegiato: attraverso l’Ussa, partner di fondamentale importanza, proporremo alle scuole corsi di pattinaggio e corsi di avviamento all’hockey, per avvicinare i bambini al ghiaccio e a uno sport veloce e divertente, da vivere nei primi anni come una grande esperienza di gioco e di gruppo, con impegno e serietà, ma senza inutili tensioni agonistiche, poco adatte a queste età. L’obiettivo è quello di coinvolgere il maggior numero di bambini possibile, sia attraverso gli interventi nelle scuole, sia con una politica sportiva lugimirante.

ANALISI DEL FABBISOGNO E DEL SETTORE
Il progetto parte innanzitutto da un’analisi approfondita del fabbisogno e della situazione organizzativo-strutturale.
I promotori si sono chiesti e hanno approfondito i motivi per cui negli ultimi lustri si è faticato ad aiutare i giovani a non smarrirsi nella crescita sportiva. E’ emerso forte e chiaro che molti si sono mossi, non sempre proficuamente, spesso animati da buona volontà, in modo poco strutturato qualche volta ritornando sui loro passi, nella maggior parte dei casi senza seguire un programma pianificato e strutturato e privi di competenze specifiche nei rispettivi settori. Non è una critica ma un’analisi indispensabile per capire da dove si proviene e comprendere meglio dove si vuole andare.
Non esiste una ricetta pronta. Esiste invece la volontà di essere credibili e organizzati: quella che va potenziata è l’organizzazione in termini di professionalità che significa credibilità.
Il progetto, strutturato è pianamente condiviso dalla Federghiaccio, che è parte attiva e integrante attraverso convenzioni ad hoc con la scuola e non solo.

LA VISION
L’avviamento dei bambini all’hockey rappresenta la ragione prima della nascita di Progetto Hockey Academy; ma il mondo dell’hockey bolzanino è ricco di potenzialità anche a un livello completamente diverso. L’esperienza al servizio dei ragazzi di chiunque è bene intenzionato e motivato e a supporto delle idee è una delle nostre priorità. Lo stesso dicasi per chiunque intende condividere missione e vision.

GLI STRUMENTI PER L’ANALISI FUNZIONALE
La società, anche grazie alla sinergia con il Liceo Toniolo dispone delle più moderne e funzionali strumentazioni per l’analisi delle prestazioni atletiche: Optojump e Witty.
Nuove tecnologie per tecnici e preparatori atletici quali Optojump e Witty bi Microgate (già in dotazione) in uso alla migliori società professionistiche (quasi tutte le squadre NHL).

CORSI SI AVVIAMENTO
Persone preparate e competenti si occupano dei corsi di pattinaggio riservati ai più piccoli in programma dal mese di ottobre alla Sill, al Palaonda e alla Pista Zero.

CODICE ETICO E VALORI
E’ stato varato un codice etico e di un codice di comportamento interno – Great People with Great Values
Ci ispiriamo ai più alti valori etici e sportivi e miriamo a diffondere tali valori tra i nostri pubblici di riferimento in particolare tra i giovani affinchè essi possano raggiungere i massimi risultati nella pratica dell’hockey ghiaccio nella vita

IL PROGETTO HOCKEY-SCUOLA ACADEMY-LICEO TONIOLO, INSIEME PER CRESCERE
Il Liceo delle Scienze applicate allo sport “G. Toniolo” offre un percorso scolastico ricco di contenuti con tutte le materie del percorso liceale. Le scienze applicate allo sport costituiscono l’elemento portante di diverse materie e sono trasversali alle stesse oltre ad essere portanti nell’ambito dei progetti didattici. La scuola si distingue per la gestione dello studente atleta attraversa la didattica flessibile attraverso un modello certificato di qualità avvallato e apprezzato da Provincia Autonoma di Bolzano, Miur e Coni.

LA CONVENZIONE CON LA FISG-FEDERGHIACCIO
Dopo il protocollo sottoscritto con il Coni, il Liceo delle scienze applicate allo Sport “G. Toniolo” ha stipulato una convenzione con la Federazione Italiana Sport del Ghiaccio per lo sviluppo in Alto Adige del progetto “Ghiaccio e Scuola”. L’accordo tra la scuola bolzanina ad indirizzo sportivo e la Fisg nasce dall’importanza per un atleta di conciliare nel modo migliore sport e scuola. La Fisg ha indicato il liceo sportivo bolzanino come “eccellenza” in grado di assicurare agli atleti le adeguate competenze, consentendo loro di praticare lo sport a certi livelli nel migliore dei modi, gestendo le pressioni e, soprattutto i tempi. Gli atleti si allenano qualche ora il mattino, ottimizzando le ore ghiaccio per crescere e recuperano le ore beneficiando della didattica flessibile.

LE SINERGIE OPERATIVE
Hockey Academy ha sotttoscritto ufficialmente accordi di collaborazione con Sv Lana Raika Young, Hockey Club Falcons Bressanone e Hockey Club Appiano Pirates per la promozione e sviluppo del settore giovanile attraverso la condivisione di un progetto articolato e condiviso. Sono state poste la firme su convenzioni che intendono valorizzare al massimo il settore giovanile, ottimizzando risorse e impianti.
HOCKEY ACADEMY BOLZANO BOZEN è un’offerta hockeistica “ombrello”, comprende cioè EV BOZEN 84 (Serie B/under 20), EAGLES BOLZANO (serie A femminile, Champions League, Super EWHL) e gli sbocchi ad Appiano (serie A) per i ragazzi già pronti.

LE CATEGORIE E I TECNICI
Head coach: MARCO LIBERATORE, unico tecnico italiano in possesso della qualifica internazionale di 5. livello. Hockey Academy Bolzano Bozen partecipa ai prossimi campionati federali con:
1 SQUADRA under 16 coach Tuomo HARJULA
2 SQUADRE under 14 coach Christian TIMPONE, Renato CAPPUCCIO
2 SQUADRE under 12 coach Diego TAVA, Manuel ACCARRINO, Christian TIMPONE
1 SQUADRA under 10 coach Walter ACCARRINO e collaboratori
1 SQUADRA under 8 coach Walter ACCARRINO e collaboratori
Preparatori atletici: Ornella GAZZIERO, Andrea MONTE
Responsabile strumenti prep. atletica: Andrea MONTE
Responsabile sanitario: dr. Wolfgang SCHULLIAN
PARTNERSHIP
Serie B-under 20: EV BOZEN
Farm Team Serie A: HC APPIANO PIRATES
Femminile A, Champions League, Super EWHL: EAGLES BOLZANO

A BOLZANO IL GIRONE DI CHAMPIONS LEAGUE FEMMINILE
Si svolgerà al Palaonda dal 17 al 19 ottobre 2014 il girone a quattro di Champions League con il coinvolgimento dei ragazzi del Toniolo nell’organizzazione.
Squadre partecipanti: Neuilly sur Marne (FRA), Gri? Zagabria (CRO), Marilyn Budapest (HUN)