Preview – Playoff: Semifinali gara2

Dopo aver conquistato gara1 con un punteggio netto e che lascia poco spazi ai dubbi, Val Pusteria e Renon si recano in Veneto per gara2, contro, rispettivamente Cortina e Asiago. La serie, si ricorda, è “best of seven”, con gara3 prevista per il 1 aprile, gara4 il 3 aprile, e le eventuali gare 5, 6 e 7 nelle date 5, 8 e 10 aprile.
cortina-pusteriaHafro Sportivi Ghiaccio Cortina – Fiat Professional HC Val Pusteria
ore 20:30, Stadio Olimpico di Cortina
Arbitri: Michele Gastaldelli, Claudio Pianezze; Fabrizio De Toni, Marco Mori
Gara1 è archiviata. I Lupi l’hanno dominata con un graffiante 4-1 che ha riportato il Cortina sulla terra dopo la fibrillazione della semifinale conquistata. Ma quando si gioca una serie, ogni gara ha una storia tutta sua, e il leitmotiv non cambia per gara2, che si preannuncia combattuta, in un Olimpico si spera più gremito per l’occasione. Indipendentemente dal pubblico, il Cortina è una squadra ostica sul ghiaccio di casa. Durante la stagione regolare gli ampezzani rifilarono agli uomini di Richer un secco 4-0. L’obiettivo sarà quello di ripetere quell’eclatante risultato per pareggiare la serie e infiammare la semifinale. In più, alla Leitner Solar arena il Cortina è giunto senza un uomo fondamentale, Ryan Dingle, bloccato dall’infleunza, e il suo compagno di reparto Gron è stato chiuso nella morsa difensiva di Helfer e soci. Il Val Pusteria è in forma, come detto più volte, e punta senza mezzi termini alla finale. Non bisogna però compiere scivoloni tipici della Regular Season, che però, ora come ora, in casa pusterese sembra un lontano ricordo. Ancora in forse Dingle, ma per il resto tutti i reparti di gara1 sono confermati anche per stasera.

Serie: 0:1
Gara1: Val Pusteria – Cortina 4-1 (1-0; 2-0; 1-1)

asiago2-rittenSupermercati Migross HC Asiago – Ritten Sport Renault Trucks
ore 20:30, Stadio Odegar di Asiago
Arbitri: Fabio Lottaroli, Glauco Colcuc; Simone Lega, Alex Wadlthaler
Asiago tra le mura amiche per dimenticare la debacle di gara1, Renon per confermare il grande successo con shutuout per Mason, maturato alla Ritten Arena. Due stati d’animo diversi anticipano questa rovente gara2, tra i campioni in carica apparsi in debito d’ossigeno e forse penalizzati dall’assenza perpetuata del goalie Marozzi, nonostante Turà stia svolgendo un ottimo lavoro, a prescindere dai 5 gol subiti in gara1. Il Renon, dal canto suo, ha un Mason in forma da quando sono cominciati i playoff, ha un’ottima amalgama e intesa tra linee, con anche il terzo blocco capace di grandi cose, e nella prima gara ha saputo sfruttare a suo favore tutti i vari episodi del match, capitalizzando al massimo le superiorità numeriche. All’Asiago serve la reazione d’orgoglio che conosce e che sa mettere sul ghiaccio, per risistemare subito la serie e credere fortemente nella seconda finale consecutiva. I Rittner Buam vogliono per far vedere che la conquista della Regular Season non è casuale, ed è assolutamente in linea con le ambizioni di scudetto dell’equipe dell’altopiano. Ancora problemi di infermeria per i vicentini: assente dalla contesa Marozzi, ancora in riabilitazione, più Signoretti in dubbio. Sullivan, penalizzato in gara1, osserverà un turno di squalifica. Sponda Renon: Moisand è in forse dopo una commozione cerebrale in seguito ad un contatto in balaustra. Nulla di grave, ma utilizzo in forse.
Serie: 0:1
Gara1: Renon – Asiago 5-0 (1-0; 3-0; 1-0)

Tags: