WMW Top D – In rimonta, al Canada l’anticipo della finale

di Andrea Valla e Marco Depaoli

(a.v.) – Nella partita inaugurale del mondiale femminile di Top Division disputata alla Nepean Sportsplex Arena, la Russia ha vinto nettamente contro la nazionale tedesca con il punteggio di 4 a 0.  Dopo essere passata in vantaggio al quindicesimo minuto la Russia ha tenuto le redini del gioco per tutto l’incontro e lo dimostrano i 38 tiri scagliati contro la porta tedesca difesa da Viona Harrer, concedendo alle germaniche solamente 14 tiri in tutto l’incontro tutti neutralizzati al meglio dalla Alexandrova goalie di giornata per le russe. Anche il secondo periodo ha visto la supremazia russa senza però riuscire a violare la porta della Germania. Anche il terzo periodo ha visto le Russe costantemente protese in attacco riuscendo a rimpinguare il bottino negli ultimo otto minuti dell’incontro grazie alle reti della Belyakova, Smolentseva e Tkachyova. Migliori giocatrici in pista sono state premiate i due goalie Nadezhda Alexandrova e Viona Harrer.

RUSSIA – GERMANIA 4-0 (1-0, 0-0, 3-0)
Reti: 14.42 (1-0) Solovyova (Gavrilova, Smolentseva); 52.18 (2-0) Belyakova (Vafina, Shibanova); 54.23 (3-0) Smolentseva (Shibanova, Smolina); 59.25 (4-0) Tkachyova (Pavlova, Dyubanok)
Tiri: Russia 38 (12-14-12)  Germania 14 (5-5-4)
Penalità: Russia 2 (0-2-0)  Germania 8 (4-0-4)

———————————————————————-

(a.v.) – Nella partita inaugurale del gruppo A, rivincita della scorsa finale per il bronzo, giocatasi alla Scotiabank Place Arena la Svizzera esce battuta dalla Finlandia ma restando in partita sino al termine dell’incontro. Un primo periodo giocato sul filo dell’equilibrio s’è concluso con la nazionale elvetica in vantaggio per 1 a 0 grazie alla rete di Katrin Nabholz dopo nemmeno cinque minuti di gioco: la rossocrociata è stata lesta ad approfittare di un tiro di Stefanie Marty, non controllato dal goalie scandinavo e a ribadirlo in rete. Le scandinave costruiscono la vittoria nella seconda frazione dominata per tutto il tempo come stanno a testimoniare i 15 tiri effettuati dalle finlandesi contro un solo tiro svizzero verso la porta difesa da Noora Räty, in questo parziale le rossocrociate spesso in difficoltà sono dovute ricorrere al fallo per fermare le scandinave che però non hanno perdonato e in meno di tre minuti hanno ribaltato il punteggio grazie a due reti in superiorità numerica, ben si è comportata Florence Schelling a difesa della gabbia svizzera che ha tenuto in piedi le svizzere in questo periodo. Nella frazione conclusiva nonostante la Finlandia abbia giocato molto aggressiva in fase offensiva non è riuscita ad ampliare il vantaggio permettendo alla Svizzera di cercare il pareggio fino alla fine dei sessanta minuti ma senza riuscirvi, così la Finlandia conclude vittoriosa per 2 a 1 l’incontro.

FINLANDIA – SVIZZERA 2-1 (0-1, 2-0, 0-0)
Reti: 04.37 (0-1) Nabholz (S. Marty,  J. Marty; 26.54 (1-1 -PP1) Rajahuhta (Valimaki, Karvinen); 29.24 (2-1 PP1) Karvinen (Hiirikoski, Voutilainen)
Tiri: Finlandia 44 (11-15-18)  Svizzera 16 (9-1-7)
Penalità: Finlandia 8 (2-0-6)  Svizzera 16 (4-6-6)

———————————————————————-

(m.d.) – Il primo mondiale in Top Division della Repubblica Ceca inizia con una vittoria contro una squadra che per anni è stata la migliore d’Europa: la Svezia. Solo due anni fa le ceche si confrontavano contro l’Italia in Serie C, mentre ora hanno l’opportunità di accedere ai quarti di finale per accarezzare un sogno. Sarà un mondiale difficile per Svezia, priva del suo storico portiere sicurezza Kim Martin, infortunatasi sabato in amichevole contro il Canada. Coach Niclas Hogberg deve fare anche a meno di Erika Holst, ferma per una contusione già da novembre. Gunilla Andersson, l’ultima veterana, ha invece appeso i pattini al chiodo.

«Non voglio trovare scuse – ha dichiarato il tecnico della nazionale delle Tre Corone – siamo stati lenti col disco, specialmente all’inizio, e loro volevano vincere più di noi»

Repubblica Ceca in gol al 9° con un’azione personale di Povova che attraversa la pista per tutta la sua lunghezza e trova di polso l’angolino alla sinistra del goalie svedese Lizana. La squadra di Manhart non vuole passare per quella che approfitta di un infortunio avversario e insiste nel far ballare la difesa gialloblu. Il 2-0 è di Chmelova con un tiro in powerplay dalla blu, un tiro non potentissimo che attraversa tutta la difesa e infila nell’angolino basso una colpevole Lizana. Un palo ceco e un gol annullato fanno restare in partita la Svezia che reagisce pressando la porta difesa egregiamente da Lhotska, la quale deve arrendersi al 28° con un tiro di Grahm e poco dopo per la fucilata precisa di Holmlov nell’angolino. Alle svedesi pare di essere uscite dal tunnel e invece 9 minuti dopo le Ceche si riportano in doppio vantaggio con Holesova raccogliendo un disco nello slot. La Svezia toglie il portiere e le ceche falliscono due incredibili occasioni a porta vuota (Kaplanova e Krizova) ma mettono comunque al sicuro tre punti importantissimi.

SVEZIA – REP. CECA 2-3 (0-2, 2-1, 0-0)
Reti: 08:24 (0-1, PP) Povova (Vopravilova), 14:02 (0-2, PP) Chmelova (Herzigova), 27:48 (1-2) Grahm (Eliasson), 28:37 (2-2) Holmlov (Asserholt), 37:09 (2-3) Holesova (Ledlova, Vanisova)
Tiri: Svezia 19 (9, 8, 2)  Rep. Ceca 26 (8, 12, 6)
Penalità: Svezia 10 (6, 2, 2)  Rep. Ceca 8 (2, 0, 6)

———————————————————————-

(m.d.) – E’ la sfida più attesa, e quasi sicuramente l’antipasto della finale, come ogni anno. Canada e Usa davanti a oltre 11.000 spettatori hanno offerto il solito spettacolo di un altro pianeta. In questa prima battaglia la vittoria è andata al Canada ma, come la finale di 12 mesi fa, non sono bastati i 60 minuti. Per battere le eterne rivali, al Canada, vestito con un’insolita divisa vintage giallonera, sono serviti i tiri di rigore, con quello decisivo di Jennifer Wakefield al quarto giro.
Gli Usa sono i primi ad andare in vantaggio al 5° con un tiro di Monique Lamoureux da posizione angolatissima che sorprende Szabados in situazione di powerplay. Il Canada resta un po’ sorpreso da queste americane così aggressive e soffre fino al 19° quando arriva pure il 2-0 stelle-strisce ad opera di Decker che in rebound finalizza un’azione partita con rapidi e scaltri passaggi lunghi. Per il Canada la serata inizia male e continua peggio con l’infortunio nel secondo tempo della “bandiera” Hayley Wickenheiser. Le Foglie d’acero comunque provano a prendere in mano il pallino del gioco, ma il portiere americano Vetter coperto da una rocciosa difesa nega tutto. In contropiede l’americana Bellamy si fa parare un “rigore” che avrebbe chiuso la partita consentendo al Canada di rimanere ancora sotto di due gol. La porta USA sembra stregata quando in superiorità numerica anche Fortino manca il disco a porta vuota. Sull’altro fronte Szabados tiene in partita le compagne che al 52° finalmente trovano la rete con Johnston al terzo rebound. Mancano ancora 8 minuti e 47 secondi e gli Stati Uniti si difendono bene fino a (quasi) la fine. A 107 secondi dalla sirena finale è un altra mischia che fa rimbalzare il disco su una stecca canadese, pronta a scavalcare Vetter. Slap dalla balaustra di Vaillantcourt, tip-in di Irvin soffocato nello slot e porta spalancata per l’accorrente Ward. All’overtime il palo nega la gioia al Canada, gioia che è rimandata solo di qualche minuto. Al quarto giro di penalty, Wakefield segna e Knight si fa incantare da Szabados.

CANADA – USA 3-2 d.r. (0-2, 0-0, 2-0, 0-0, 1-0)
Reti: 04:05 (0-1, PP) Lamoureux M. (Lamoureux J., Marvin), 18:54 (0-2) Decker (Kessel, Carpenter), 51:13 (1-2) Johnston (Vaillantcourt, Wakefield), 58:13 (2-2) Ward (Irvin, Vaillantcourt). Rigore decisivo: (3-2) Wakefield
Tiri: Canada 27 (5, 6, 15, 0, 1)  Usa 29 (13, 6, 5, 5, 0)
Penalità: Canada 10 (4, 4, 2, 0)  Usa 12 (0, 10, 2)

httpvh://www.youtube.com/watch?v=VfaCPsGKCJY

———————————————————————-

Programma (ora locale, per l’ora italiana va aggiunto +6)

Gruppo A
Canada, USA, Svizzera, Finlandia
Arena Scotiabank Place

  • Finlandia – Svizzera 2-1 (0-1, 2-0, 0-0)
    Canada – USA 3-2 d.r. (0-2, 0-0, 2-0, 0-0, 1-0)
  • mer. 3 Aprile
    ore 15:30 USA – Finlandia
    ore 19:30 Svizzera – Canada
  • ven. 5 Aprile
    ore 15:30 USA – Svizzera
    ore 19:30 Canada – Finlandia

Gruppo B
Svezia, Russia, Germania, Rep. Ceca
Arena Nepean Sportsplex

  • Russia – Germania 4-0 (1-0, 0-0, 3-0)
    Svezia – Rep. Ceca 2-3
  • mer. 3 Aprile
    ore 12:00 Russia – Rep. Ceca
    ore 16:00 Germania – Svezia
  • ven. 5 Aprile
    ore 12:00 Rep. Ceca – Germania
    ore 16:00 Svezia – Russia

freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Presentazione, programma e albo d’oro
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse La decisione del mondiale 2013
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse I mondiali femminili
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse ranking 2013