L’Asiago passa di misura a Torre Pellice

(Comun. stampa HC Valpellice) – Tanto cuore, grinta e determinazione in pista non sono ancora sufficienti ad una Valpe corta ed acciaccata per avere la meglio sui Campioni in carica dell’Asiago: finisce 3-2 per i vicentini, con più di un rammarico per i locali.
Platé a difesa della gabbia nonostante i malanni, Sirianni recuperato in extremis con il polso a mezzo servizio e privi di Huddy, Awe, Regan, , i valligiani affrontano la corazzata Asiago senza timori reverenziali. Ne scaturisce un match veloce, con frequenti cambi di fronte e pressione alterna nei terzi offensivi.

Il primo tempo è il più dinamico, ed offre la miglior Valpe della serata: in avvio Platé si scalda la pinza sventando due volte su Ulmer e MacDonald, mentre la Valpe solo da metà tempo prende le misure in avanti: al 9′ Johnson slappa in powerplay e, sul prosieguo della superiorità numerica, Sirianni e Pozzi davanti porta si muovono bene ma non trovano la stoccata vincente. Al 14′ la Valpe passa: è Bembridge a sfuggire in break alla marcatura ed in uno contro zero finta e insacca di polso. Al 18′ rete annullata alla Valpe per marcatura di pattino, e Grieco ha del miracoloso al 19′ sventando un tap-in di Nikiforuk sotto porta.

Nella fazione centrale si assiste ad un progressivo riallineamento delle forze in gioco: l’Asiago apre con Intranuovo che impegna il gambale di Platé, ma prontamente Nikiforuk risponde insaccando nello slot il raddoppio al 23′.  26′: impatto dietro porta che infortuna temporaneamente Silva, gli arbitri lasciano correre, puck a destra per Benetti che passa a sinistra a Miglioranzi che in one-time batte Platé a mezza altezza.  La Valpe non demorde, continua a giocare e a costruire, e la difesa sempre attenta sventa un tiro pericoloso di Fata al 29′. Poco dopo è ancora Nikiforuk a girare in porta un bell’invito dall’angolo. Appena un minuto dopo è il pari causato da un errore in ingaggio dalla Valpe che perde il puck per un incomprensione fra giocatori e permette un contropiede fulmineo di Intranuovo e il pareggio dell’Asiago.
 
L’ultima frazione vede molto movimento delle squadre, con un Asiago determinato alla caccia del goal della vittoria e una Valpe visibilmente affaticata ma mai arrendevole.  Il goal della vittoria degli ospiti arriva al 50′ quando un puck da dietro porta indovina un rimbalzo fortunoso e pesca nello slot Ulmer che può battere a rete. A nulla servono i tentativi di Kantee, Johnson e Nikiforuk che a più riprese cercano il 3-3; neppure i 90″ di extra attacker finale produrranno il goal che varrebbe l’overtime.

Giovedì si torna in pista: al Brennero contro il Vipiteno in un match “da 6 punti” con l’inserimento dei previsti rinforzi per smuovere una classifica troppo severa.

HC VALPELLICE Bodino Engineering – HC ASIAGO Migross 2-3 [1-0; 1-2; 0-1]
Tiri: Valpe 30 – Asiago 16
Penalità: Valpe 6 – Asiago 8
Spettatori: 1.630