Pieve di Cadore: le soddisfazioni dai più piccoli

(com.stampa HC Pieve di Cadore, Ivano Salvetti) – Weekend favorevole all’Hockey Pieve di Cadore che, tralasciando la sconfitta più che annunciata in Under 16, raccoglie due vittorie in Under 14 e 12 agguantando i piani alti delle classifiche.

A Pieve in Under 16 ora si attendono scontri meno impegnativi, per aggiustare una classifica che si sta rivelando sempre più deficitaria, ha già il sapore di spareggio lo scontro diretto con il Fassa che si giocherà sabato prossimo nel Bunker stadium di Tai di Cadore.
Per l’Under 16 come detto non ci sono storie, troppa la differenza tra i giocatori dell’altopiano di Renon e gli Orsetti Cadorini.
Il Renon con le altre 2 compagini, Vipiteno e Val Pusteria fanno campionato a parte spadroneggiano in questo girone lasciando solo briciole alle altre competitrici.
Il Pieve di Cadore non fa eccezione, si dispone all’Arena Ritten a 3 linee consapevole di non avere chance e così mister Franco Dell’Osta raggiunge lo scopo di far giocare e divertire tutto il roster.

Al termine il risultato è impietoso, si soccombe in doppia cifra con un 11 a 2 che non si presta a commenti.
Le reti segnate dai nostri giocatori portano le firme del Capitano Gianluca TILARO e da Federico GENTILINI.

Ben altra è la sinfonia intonano le squadre più giovani. L’under 12 vince contro l’Alleghe senza dar spazio agli avversari, il risultato di 8 a 3 finale è del tutto meritato basti pensare che le tre reti delle civettine sono state segnate su rigore (da quest’anno i rigori in questa categoria vengono concessi ad ogni fallo e il giocatore che lo ha subito tira il rigore mentre chi ha effettuato il fallo non va in panca puniti).
Curiosità di giornata l’Alleghe se avesse centrato tutti i rigori assegnati avrebbe vinto l’incontro per 9 a 8.
Ma il campo ha decretato una manifesta superiorità Cadorina, conclusa con i parziali di (6-2, 2-1, 0-0). Le reti gialloblù sono state siglate 2 a testa da Giovanni TOFFOLI e Luca TALAMINI e quindi 1 a ciascuno da Jaka KOSMIK, Fabio MAZZIER, Lorenzo CALTANA e Manuel DA RIN.
Ora la classifica sorride è stato raggiunto i 3° posto scavalcando proprio gli avversari di oggi.

Infine l’Under 14, lo ripeteremo fino all’infinito, la squadra che doveva essere la cenerentola del torneo gioca per la prima volta al Bunker Stadium e ad incitarla l’attende più di 200 persone.
E’ la giornata dell’Ariete, del ritrovato LARCHER Emanuele, che dopo aver siglato una cinquina nell’ultima di campionato in Val di NON si ripete calando il Poker e trascinando tutti i suoi compagni con una forza di volontà notevole alla vittoria finale.
Da registrare anche un palo ed una traversa nei furibondi attacchi degli orsi Cadorini che concludono la prima frazione di gioco sul punteggio di 1 a 1
Poi nel secondo periodo è il collettivo ad emergere e con un, uno due scioccante è Emanuele LARCHER detto Ibra (nella foto contro i Falchi di Boschochiesanuova), per la notevole stazza e forza fisica, a concedere il doppio vantaggio che viene mitigato solo sul filo di sirena finale da una splendida realizzazione avversaria, si va al secondo riposo con il risultato di 3 a 2.
La terza frazione di gioco è tutta nelle mani degli orsetti Cadorini, che però a solo a sette minuti dal termine riescono a chiudere l’incontro, sempre con super Emanuele; è la sua giornata, ovazione del pubblico sirene che strepitano e il Pieve di Cadore raggiunge le nobili vette della classifica ora è issato saldamente in quarta posizione e questi ragazzi non hanno nessuna intenzione di schiodarsi da quella fantastica postazione.
Domenica gli orsetti under 14 sono attesi da una trasferta a dir poco difficile, dovranno recarsi in Val Rendena 4 ore di viaggio e ad attenderli c’è un grandissimo.
Si tratta del tecnico Valentin ZIETARA, 7 anni nella consociata Cortina e 2 a Pieve di Cadore, 13 titoli Veneto Trentini conquistati tra Under 12 e Under 14, uno storico e memorabile scudetto Under 12 vinto nell’edizione 2006/2007 con il Pieve di Cadore, e proprio nella giornata odierna si è tolto la soddisfazione di annientare il Cortina con un dirompente 9 a 0.
Si tratterà, sportivamente parlando, di una sfida leale ma con il coltello fra i denti, il Pieve non si nasconde non fa pretattica, non vuole perdere, anzi vuole incrementare la sua classifica e non è intenzionato a porsi come vittima sacrificale.
Carissimo ex di lusso Vaentin ZIETARA, sei avvisato, dopo la partita comunque vada strette di mano e grandi festeggiamenti sarai nostro gradito ospite, ma prima la festa vogliamo anticiparla noi, sul campo.