Resoconto Fanano-Milano Chiefs 7-2

(Dal sito milanochiefs.com) – Sono le 7:20 di domenica 20 novembre 2011, quando un pullman blu e giallo (oro) si presenta al piazzale del palasesto, dove i fottutissimi e assonnati Chiefs sono già pronti a partire per la prima trasferta stagionale in quel di Fanano.
Il viaggio è lungo: qualcuno al casello di Melegnano sta già dormendo profondamente e probabilmente sogna il caldo sole della Florida, altri cercano di ingannare il tempo con i video (non quei video che stai pensando tu!!) dai loro smartphones e tablets, o di darsi la carica con la musica provenienti dai loro lettori mp3 (non saremo la squadra più forte della LIHGA, ma di certo siamo la più tecnologica!).
Al nostro arrivo a Fanano veniamo accolti dalla popolazione locale ed è chiaro fin da subito che siamo l’attrazione della giornata (e probabilmente l’evento clou dell’anno).

Gli avversari sono dati vincenti in tutte le quote snai, eurobet, wwf e esselunga, tanto più che ci presentiamo privi delle nostre Ladies (impegnate sul ghiaccio e …. a tavola!) e con un paio di assenze in difesa dell’ultimo minuto. Ma i Chiefs sono pronti e decisi a lasciare il segno e lo fanno capire fin dal loro arrivo al parcheggio a Fanano!
La partita come da pronostico è subito in salita: il Fanano segna due volte (ma una rete viene giustamente annullata) e mette sotto pressione i Chiefs che tuttavia non sfigurano tanto che con una uscita di zona degna di questo nome, la linea Luca Barby Barbieri, Emiliano Mimmo Raponi confeziona una azione che porta Michele Mick the Kid Scavardone a realizzare la rete del pareggio, per la gioia della panca giallo-blu e della nostra unica tifosa al seguito (mitica!) e lo sconforto dei circa 50 sostenitori del Fanano (probabilmente record di pubblico all time): 1 a 1 e prima rete stagionale per il nostro Mick the Kid (e ora paga da bere, razza di tirchio che non sei altro!)
Il Fanano si riversa in attacco, e la pinza del nostro Andrea Sala è costretta agli straordinari, ma alla fine i padroni di casa tornano in vantaggio e il primo periodo si chiude sul punteggio di 3 a 1 (ma potrei anche sbagliarmi)
Il secondo drittel vede nuovamente protagonista la prima linea Chiefs: Scavardone fa un ottimo forechecking dietro porta, supportato da Mimmo Raponi che serve un assist perfetto a Barby Barbieri che da solo sul secondo palo insacca al volo!
I Chiefs sognano l’impresa …. infatti una dormita colossale dell’ala sinistra della terza linea (di cui non faremo il nome! ndr) lascia libero di terzino del Fanano di sparare un siluro nell’angolino che riporta la squadra in maglia nera (noi con i nostri colori siamo decisamente più stilosi!) in vantaggio di due lunghezze.
Torniamo negli spogliatoi con la sensazione che ce la si possa anche fare…. ma la stanchezza del viaggio inizia a farsi sentire (buona questa scusa, me la segno per la prossima volta che perdiamo se mi faranno ancora scrivere i resoconti! ndr) e quando torniamo sul ghiaccio c’è tempo solo per segnalare le altre 3 reti del Fanano, l’ingresso in campo di Romani Puggioni (che sostituisce in porta la pinza del Sala), e gli unici due minuti di penalità della partita rimediati da Andrea Slot-Machine Frigerio che viene mandato in panca puniti a riflettere su quello che ha fatto.
Menzione anche Alessandro Postit Postiglione che tuffandosi come suo solito per terra (lui dice che si tuffa, la realtà è che non sta in piedi! ;-) ) stoppa in pieno petto l’ennesima bomba tirata dalla blu da uno dei terzini del Fanano: cuore e grinta non gli mancano di certo (il fiato per un paio di minuti invece si!) …
Risultato finale: Fanano 7 – Milano Chiefs 2…. ma è sempre meglio che “tanto a poco” inizialmente pronosticato.
Finita la partita ci abbuffiamo e beviamo come delle spugne nel ristorante locale (a tavola siamo decisamente imbattibili) e poi risaliamo sul polmone grigio prendendo la strada di casa, ma nonostante la sconfitta il morale della truppa è alto (complice probabilmente il vino e la birra bevuti a tavola): si ride, si scherza, si scor….., si commentano le pagelle del nostro Romano che probabilmente ha più di tutti bevuto a tavola perchè regala voti da primi della classe a tutti (mi domando che partita abbia visto ;-) ndr) e si è tutti concordi che con un po’ di lavoro sul ghiaccio la prossima volta probabilmente finirà in modo diverso (tanto a poco! ;-) )
Arriviamo a Milano alle 20 passate dopo più di quattro ore di pullman (e uno specchietto sistemato a colpi di martello), dove una folla di tifose festanti (ben 2!) ci accoglie infreddolita nel parcheggio del palasesto (le ringrazio, ma la prossima volta portate una amica!)

Da segnalare le ottime prestazioni del nostro Sala, che ha probabilmente dovuto far fronte a più tiri in porta nella sola partita di ieri che in tutti gli allenamenti fin’ora svolti, di tutta la prima linea e in particolare di Luca Barby Barbieri per l’intensità messa sul ghiaccio e per il goal realizzato che, sommato al goal e all’assist messi a referto nel primo incontro stagionale, lo porta in testa alla classifica marcatori della squadra (paga da bere anche tu!)
Menzione d’onore infine per il nostro autista Sergio, detto Specchietto per il suo particolare rapporto con questa parte di veicoli e pullman, che ci ha portati a casa sani e salvi in mezzo alla nebbia.

ps: si ringraziano i giocatori del Fanano per l’amichevole accoglienza riservataci… ci vediamo a gennaio!”