Matthew MacDonald, un gradito ritorno

(Comun. stampa HC Asiago) – Gran colpo della Supermercati Migross Asiago che ufficializza di aver raggiunto l’accordo con il difensore Matthew MacDonald il quale vestirà la maglia stellata nella stagione che sta per iniziare.
Nato a Niagara Falls (Ontario – Canada) il 16 Marzo 1983 non è nuovo per il nostro campionato in quanto nella stagione 2009/10 ha militato nel Fassa di Steve Stirling.
La sua carriera nell’hockey di livello inizia nel 2001 quando approda alla St.Lawrence University, formazione con cui rimane per tutte e 4 le stagioni universitarie con un bottino di 14 reti e 16 assists in 118 uscite.
Di seguito entra nel professionismo militando nel 2005/06 nel Lubbock Cotton Kings (CHL  – 6+16 in 64 incontri), nel 2006/07 gioca a Cicinnati (ECHL – 2+22 in 81 partite)  mentre nella stagione 2007/08 si divide tra Rockford (AHL – 0+2 in 22 partite), Cincinnati (ECHL – 5+16 in 56 partite) ottenendo, con questi ultimi, la vittoria del campionato.
Anche nella stagione 2008/09 gioca a Cincinnati (ECHL – 3+10 in 26 partite) ed ottiene un’altra chance, ben più lunga, per giocare in AHL con Portland (1+4 in 55 partite).

Nel 2009, come detto in precedenza, firma per il Fassa dove, con 10 reti e 21 assists in 46 partite, risulta essere uno dei difensori più prolifici della lega.
Infine arriva l’esperienza a Sonderjyske, formazione impegnata ad Asiago nelle semifinali di Continental Cup: con la formazione di Simioni ha messo a segno 5 reti e 9 assists in 51 incontri, ha centrato la Superfinal di Continental Cup ed ha vinto la Coppa di Danimarca.
Dotato di un fisico possente (186cm per 93kg di peso) dovrebbe diventare uno dei giocatori chiave della difesa stellata.

Abbiamo raggiunto il nuovo difensore della Supermercati Migross Asiago, Matt MacDonald che, fresco di matrimonio con la sua Erin, ha voluto spendere qualche parola sulla sua scelta di venire ad Asiago e sull’ormai imminente stagione.

Matt, come mai la tua scelta per la prossima stagione è ricaduta su Asiago?

Innanzitutto mi sono divertito molto quando ho giocato nel campionato italiano, due anni fa e poi so che la società è una delle migliori, se non la migliore dell’intera lega. Ho sempre sentito buone cose sull’Asiago e sui ragazzi della squadra cosi quando abbiamo iniziato a parlare ero molto contento della mia scelta.

L’anno scorso sei stato allenato da Mario Simioni, uno che Asiago la conosce bene. Che cosa ti ha detto?

Mario non mi ha detto che cose positive su Asiago e mi ha detto che sarei andato in un posto con dei bei tifosi. Mi ha detto che la città è bella e che l’organizzazione è una delle migliori. So che il “Bomber” si è veramente divertito ad Asiago e sono sicuro che sarà lo stesso per me.

Cosa ti aspetti dalla tua stagione?

Mi aspetto di giocare bene e di fare tutto quanto in mio potere per aiutare la squadra a vincere. Lavorerò duramente e farò del mio meglio in ogni partita.

E riguardo alla squadra?

Vorrei che la squadra avesse un altro anno ricco di successi; con giocatori che ritornano e altri che ne arriveranno credo che il potenziale sia altissimo per far bene in campionato e in Continental Cup.

L’anno scorso la tua squadra ha vinto il girone di Continental Cup proprio con l’Asiago. Credi che la tua nuova squadra riuscirà nell’impresa quest’anno?

La Continental Cup è un torneo molto difficile ma credo che abbiamo buone possibilità di fare bene e, perché no, di andare in finale. Sheffield ed Herning hanno due squadre molto solide e sarà difficile batterle ma se giochiamo al nostro meglio possiamo competere con entrambe.

Approposito di Herning, la scorsa stagione l’hai affrontata più di una volta. Cosa puoi dire su di loro?

Herning ha una buona tradizione e quindi so che sarà difficile batterli, specialmente sul loro campo dal momento che hanno fans calorosi e credo sarà divertente giocare in una arena con quella atmosfera. Mi aspetto di trovare una squadra molto veloce e dura ma se giochiamo al nostro meglio credo che saremo pronti ad affrontarli quando il torneo inizierà.

 

Stats su Eliteprospects e Eurohockey

[table=155,6]