Lakers a razzo, Ambrì sconfitto 5-1

(Com. Stampa HC Ambrì Piotta) – Niente da fare. L’Ambrì è uscito battuto dalla Diners Arena, contro un Rapperswil tutt’altro che trascendentale ma più preciso e dinamico nella prima parte del match. Alla base del KO una difesa particolarmente disattenta ed un Bäumle apparso in giornata-no.

L’Ambrì poteva e doveva conquistare il successo per operare il sorpasso in classifica, purtroppo non ha saputo verticalizzare in modo più diretto ed alla fine ha pagato dazio.

Purtroppo non è bastata la generosità espressa dai Leventinesi nella seconda parte della contesa per cambiare le carte in tavola, anche perché alcune ghiotte occasioni non sono state convenientemente sfruttate, merito pure di un portiere, Daniel Manzato, pronto a rispondere presente.

La compagine diretta da Constantine ha compromesso tutto praticamente nei primi venti minuti, giocando senza la necessaria concentrazione difensiva e senza una perlomeno sufficiente concretezza offensiva. Inoltre Bäumle non è apparso in gran forma, avendo sulla sua coscienza le prime due reti sangallesi. Il tecnico leventinese ha così deciso di dare una scossa alla sua squadra sostituendolo con Croce subito dopo appunto il 2-0 locale.

Anche la riserva BiancoBlù ha però dovuto ammainare bandiera, subendo il terzo gol di Riesen, abile a deviare sotto porta un tiro di Nordgren. Per il Rapperswil, che ha colpito pure due pali (Riesen e Grauwiler), è stato facile controllare la situazione fino alla prima pausa.

Nei primi dieci minuti del terzo centrale i padroni di casa hanno ben gestito la situazione, mancando pure il 4-0 con Suri, contro un HCAP piuttosto spuntato. Nella seconda parte l’Ambrì è però apparso più caparbio ed in due occasioni – con Hofmann e Randegger – ha rischiato di sbloccare la sua situazione.

Nell’ultimo periodo, i leventinesi hanno tentato qualche sortita, mancando con Hofmann proprio nel primo minuto e con Duca due volte, ottimo il portiere Manzato che ha annullato le conclusioni. Finalmente, in superiorità numerica, l’Ambrì ha fatto centro con Zanetti.

Costantine ha poi chiesto il time-out, richiamando il portiere Croce (a 4’ dalla fine!) per schierare un giocatore di movimento in più sul ghiaccio. Nulla di fatto, anzi. Prima della sirena finale è infatti arrivato – a porta vuota – il gol di Burkhalter, nonché il quinto punto di Grauwiler che ha sancito il risultato finale.

Si segnala l’infortunio fortuito di Landry, a circa 5’ dalla fine scontratosi con Duca, è stato involontariamente colpito sul volto dal bastone del compagno (taglio sulla guancia, non è più rientrato sul ghiaccio, comunque nulla di grave).

Marco Galli, www.sport.tio.ch (red. LaMont@nara)

www.hcap.ch


HCRJ Lakers – HC Ambrì Piotta 5 – 1 (3-0; 0-0; 2-1)

Stadio: Diners Arena, Rapperswil-Jona
Arbitri: Mandioni, Küng/Arm
Spettatori: 4821

Reti:
02.05 Reto Suri (Burkhalter, Rizzello) 0-1; 03.27 Brandon Reid 2-0; 08.27 Michel Riesen (Nordgren, Berger) 3-0; 54.34 Mauro Zanetti (Duca, Kariya; esp. Blatter) 3-1; 58.56 Loic Burkhalter (Riesen, Suri; esp. Denisov, Ambrì senza portiere) 4-1; 59.44 Lukas Grauwiler (Neff) 5-1.

Penalità:
HCRJ = 4 x 2 Min
HCAP = 3 x 2 Min

Formazioni:
HCRJ = Manzato, Schoder; Berger S., Pöck, Geyer (C), Blatter, Gmür, Furrer, Maurer, Berger N.; Röst (TS), Siren, Burkhalter, Grauwiler, Riesen, Nordgren, Friedli, Reid, Rizzello, Suri, Neff, Truttmann.
HCAP = Bäumle, Croce; Schulthess, Kutlak, Denisov, Casserini, Guerra, Stirnimann, Gautschi; Kariya, Landry (TS), Bianchi, Zanetti, Pestoni, Duca (C), Walker, Botta, Hofmann, Brunner, Isabella, Randegger.

Ambrì Piotta senza Kobach, Incir, Demuth, Westrum, Bundi, Murovic, Raffainer e Meier (infortunati) e Grassi (malato).