Il Milano riabbraccia la vittoria con l’EV Bozen

di Groden

Hockey Milano Rossoblu-EV Bozen 6-2 (1-0; 2-1; 3-1)

Questa sera all’Agorà va di scena una partita che sulla carta ha poco da dire vista la classifica delle due squadre, ma in realtà non bisogna dimenticare che l’unico punto conquistato dall’EV Bozen è stato proprio contro la squadra meneghina.
Fa il suo esordio davanti a quello che sarà il suo pubblico per il resto della stagione il nuovo straniero dei Rossoblu Milan Kostourek.
Il Milano viene da una brutta sconfitta rimediata contro il Merano e cerca il riscatto nelle prossime due partite casalinghe, questa sera contro una squadra che fino ad ora ha raccolto ben poco con i suoi 44 goal fatti e 195 subiti e domenica contro il Caldaro, penultima forza del campionato.
Ritorna dopo l’infortunio, Dias e coach Da Rin, causa obbligato turnover degli stranieri concede un turno di riposo a Della Bella lanciando il giovane Mai a difendere la gabbia della propria squadra.

Bello lo striscione “meritateci” esposto in curva dai tifosi milanesi prima della partita.
I Rossoblu sospinti dai propri tifosi iniziano subito in avanti impegnando il bravo portiere bolzanino Kucera fin dalle prime battute con Peruzzo, un contropiede di Kostourek, un palo di Dias e infine un tiro di Migliore alto di poco.
Al 7.02 prima penalità per il Bolzen fischiata a C. Pircher ma viene superata brillantemente dagli altoatesini.
Dopo un tiro dalla blu di Borghi al 12°, sono gli ospiti che vanno vicinissimi al gol con un’azione di Malfertheiner parata da Mai.
Al 16° stupenda azione di Caletti che si beve mezza squadra avversaria ma tira alto dopo aver fatto sedere Kucera.
Al 17.30 arriva il tanto meritato vantaggio dei padroni di casa con MANUEL LO PRESTI.
Il finale del tempo si conclude con una nuova penalità, senza esiti, inflitta agli ospiti e per la precisione a Korcycansky.

Il secondo drittel si apre con i Rossoblu in superiorità ma non riescono a sfruttare il vantaggio dell’uomo in più.
Al 23.22 giunge inaspettato il pari dell’EV Bozen con UNTERFRAUNER.
Dopo un doppio pericolo creato da Lo Presti e Delfino arriva, al 26.57, la rete di PETER WUNDERER per il nuovo vantaggio dei padroni di casa.
Al 31.25 è ancora PERUZZO a realizzare la terza marcatura su assist di Dias
Il finale del tempo è caratterizzato da un pericolo creato dall’EV Bozen con un tiro di C. Pircher ben parato da Mai e da una parata di Kucera su tiro dalla blu di Ondrej.

L’inizio del terzo tempo vede ancora Kucera protagonista su Migliore, Caletti, Dias e Ondrej.
Al 44.09 viene fischiata una dubbia penalità a Migliore ma anche con un uomo in meno è sempre la squadra di casa a rendersi pericolosa con Ondrej e Wunderer.
Sull’altra sponda è bravo Mai a parare su Plankl e Basso.
Dopo l’ennesima parata di Kucera su tiro di Tomasello sono gli ospiti a riaprire il match con la rete di PIRCHER.

Al 50.33 arriva il goal più atteso dai tifosi del Milano: DIAS vince un ingaggio e realizza con un bel fendente, scacciando così i fantasmi delle ultime partite.
Dopo un doppio pericolo scampato dagli altoatesini su azioni di Dias e Kostourek è ancora il Milano a realizzare la quinta rete con CALETTI.
Al 55° pericoloso tiro dalla blu di Johnson respinto da Kucera e successivamente è Kostourek a mancare la conclusione in contropiede.
Dopo un tiro dalla blu di Re parato e un errore davanti a Kucera di Dias è MIGLIORE a realizzare la rete del definitivo 6 a 2.
Il prossimo appuntamento per i Rossoblu è fissato per domenica 16 gennaio alle ore 19 sempre all’Agorà contro il Caldaro.

Reti:
17.30 Lo Presti, 23.23 Unterfrauner, 26.57 Wunderer, 31.25 Peruzzo, 49.24 M.Pircher, 50.23 Dias, 53.14 Caletti in superiorità, 59.08 Migliore

Tags: