U18 – Contro il Vipiteno una Caporetto in casa ampezzana

(com. stampa SG Cortina, Luca Dell’Osta) – Lo stesso Vipiteno che l’anno scorso aveva fatto sfumare agli ampezzani il sogno dello scudetto U 18, coprendo per dileggio il verde della bandiera italiana durante i festeggiamenti – guarda caso – per la vittoria del tricolore, l’altra sera all’Olimpico ha nuovamente confermato di essere una squadra incattivita e aggressiva che, complice la stanchezza di molti ragazzi ampezzani per le partite di mercoledì e venerdì con la C 26, è però riuscita a sconfiggere il Cortina, all’Olimpico, per 1 a 6.

I primi dieci minuti del Cortina sono senz’altro i migliori della partita. Giocando a quattro linee e facendo pressione sugli avversari, i padroni di casa riescono a creare parecchie occasioni da gol, senza però riuscire a concretizzarne. Gli avversari quindi cominciano a ingranare, difendendosi molto bene e partendo ripartendo con veloci contropiedi e arrivando spesso al tiro. È proprio in una di questa azioni che arriva il primo goal degli ospiti: sfruttando al meglio l’inserimento di un terzino, il quale con un potente tiro inganna il goalie Frescura, si va al primo riposo sul risultato di 0 a 1.

Il secondo tempo vede un Cortina stanco, e per questo in difficoltà a controbattere al gioco decisamente spumeggiante e a tratti violento del Vipiteno. Saranno molte le occasioni per gli ospiti, che riescono a buttare il disco in rete per ben tre volte. Va segnalato un nuovo infortunio al ginocchio per Alex Talamini che sarà costretto a salire sull’ambulanza con destinazione Codivilla per alcuni accertamenti.

Sul parziale di 0 a 4 inizia il terzo drittel che non porterà nessun cambiamento nelle strategie delle due squadre. Un Cortina ormai rassegnato si limita a cercare il gol della bandiera che arriva con Simone Lacedelli, con un bel tiro dalla linea blu. Il Vipiteno, da parte sua, insiste e riesce a fare altre due reti, portando a casa la vittoria per 1 a 6.

Partita molto dura, ricca di contrasti e con una rissa in campo, vuoi per l’animosità dei ragazzi ereditata dalla finale dello scorso anno vuoi per un arbitraggio che nessuno ha ben compreso, con i giudici di gioco che fischiano falli banali e lasciano correre scontri durissimi e forse pericolosi lontani dal disco.

Nonostante la partita da dimenticare in fretta, gli ampezzani guardano già al prossimo appuntamento sapendo di poter giocare di più e meglio. Il prossimo appuntamento all’Olimpico per l’U 18, dopo la trasferta a Brunico di domenica 19, sarà l’attesissimo derby contro l’Alleghe domenica 26 ottobre, alle ore 13.00.

Tags: