Coppa Campioni – Lugano alla Final Four!

.

Il Lugano torna alle finali di Coppa Campioni a distanza di tre anni. Nel febbraio 2008 il Lugano arrivò quarto dietro AIK Solna, Aisulu Almaty e Espoo Blues e davanti all’OSC Berlino. A questo punto sognare il risultato più prestigioso non è una chimera dato che la squadra di Lefebvre ha già dimostrato di poter battere la crème dell’hockey femminile europeo, quali le russe dello Skif.
L’ultimo avversario delle bianconere era lo Slavia Praga, compagine abbonata alla Coppa Campioni che già l’anno scorso aveva sbarrato la strada al Lugano. Lo Slavia passa in vantaggio al 10° ed è Iris Müller a ristabilire l’equità. Il Lugano pressa molto la gabbia di Becevova e nel secondo tempo arriva alla seconda siren sul 3-1. Al 52° Murray sembra chiudere la gara col 4-1 ma, come con le russe, il Lugano lascia tornare in partita le avversarie: al 57° lo Slavia trova il 3-4 con due powerplay. Muzerall segna il 5-3 a porta vuota e fa volare il Lugano in finale, da capoclassifica.

Nell’altra partita lo Skif demolisce il Vienna 8-1 e si classifica per la Final Four ai danni proprio dello Slavia Praga.
Ora il Lugano, la squadra che ha eliminato il Bolzano nel girone preliminare al Palaonda, chiederà di ospitare le finali di Coppa Campioni per poter festeggiare, si spera con una medaglia, i 20 anni dalla fondazione del club.

Finali, dal 25 al 27 febbraio 2011, località da definire.
Aisulu Almaty (KAZ), HC Lugano (SVI), SKIF Nizhni Novgorod (RUS), Ilves Tampere (FIN)

Girone E, ultima giornata

Sabres Vienna – SKIF 1-8 (0-3, 1-3, 0-2)
Reti
: 11:15 (0-1) Shiryayeva (Sosina), 15:27 (0-2=SH) Sosina (Rantamäki), 17:25 (0-3) Rantamäki (Sosina, Shiryayeva), 25:10 (0-4=PP) Shukina (Semenets), 29:03 (0-5) Guslistaya (Rantamäki, Shiryayeva), 31:40 (0-6) Semenets, 36:19 (1-6=PP) Kisil (Strer, Hybler), 46:38 (1-7) Semenets (Rantamäki), 49:23 (1-8=PP) Shiryayeva (Rantamäki, Vasilieva)
Penalità: 34-10 (14-4, 8-4, 12-2)
Tiri: 15-73 (2-24, 4-21, 9-28)
Portieri: Vienna: Borschke (65 parate, 8 GA) – SKIF: Vanhatalo (14 parate, 1 GA)
Arbitri: Nelibova, Novotna, Arazimova

Lugano Ladies – Slavia Praga 5-3 (1-1, 2-0, 2-2)
Reti
: 09:33 (0-1) Novakova (Manhartova), 15:38 (1-1) I. Müller (Raselli), 30:12 (2-1) Muzerall (I. Müller), 33:17 (3-1=PP) Koka (I. Müller), 51:10 (4-1) Murray (Koka), 54:45 (4-2=PP) Studentova, 56:09 (4-3=PP) Solnickova (Studentova, Holesova), 59:28 (5-3=EN) Muzerall (Misikowetz)
Penalità: 12-12 (0-4, 4-6, 8-2)
Tiri: 44-23 (12-9, 20-5, 12-9)
Portieri: Lugano: J. Müller (20 parate, 3 GA) – Slavia: Becevova (39 parate, 4 GA)
Arbitri: Krogh, Gerkena, Mollen

Classifica:
.               ot
.      P.ti V P V P  gol
Lugano    8 3 0 1 0 18-10
SKIF      6 2 1 1 1 16-9
S. Praga  4 1 2 0 1 12-12
S. Vienna 0 0 3 0 0  7-22

_____________________________

Fine dei sogni di gloria dell’OSC Berlino. E’ maturata nell’ultimo quarto d’ora (in una parita giocata tutt’altro che di rimessa) la sconfitta contro l’Aisulu Almaty, formazione kazaka che coincide con quella della nazionale del Kazakhistan. L’Aisulu è ormai abbonata a questa manifestazione: l’anno scorso si fermò al girone di semifinale berlinese e batté in quell’occasione l’Agordo per 7-1. Nelle due edizioni precedenti le kazake hanno sempre raggiunto le finali. Ce la fa anche l’Ilves Tampere, un’altra abbonata alle finali. In una gara a senso unico (67 tiri a 9) le finlandesi hanno comunque faticato molto contro il Vålerenga Oslo, scardinando la retroguardia norvegese due volte su 4 in powerplay.

Girone F

OSC Berlino-Aisulu Almaty 0-3 (0-0, 0-0, 0-3)
Reti
: 45:41 (0-1) Kryukova (Konysheva), 55:51 (0-2) Sazonova (Ibragimova, Yakovchuk), 59:23 (0-3=EN) Yakovchuk (Ibragimova)
Penalità: 2-8 (0-6, 0-0, 2-2)
Tiri: 41-29 (12-11, 16-9, 13-9)
Portieri: Berlin: Lhotska (26 parate, 2 GA) – Aisulu: Obydennova (41 parate, 0 GA)
Arbitri: Hirvonen, Tauriainen, Visala

Vålerenga Oslo-Ilves Tampere 1-4 (0-0, 0-2, 1-2)
Reti
: 27:40 (0-1) Tuominen (Haataja), 37:22 (0-2=PP) Koivula (Saarinen, Suokko), 43:59 (0-3=PP) Halmetoja (Kilponen, Rantanen), 53:53 (1-3) Scott (Renli), 55:59 (1-4) Kotkaslahti (Lindstedt, Kärnä)
Penalità: 14-16 (8-8, 4-2, 2-6)
Tiri: 9-67 (0-33, 3-19, 6-15)
Portieri: Vålerenga: Smestad (63 parate, 4 GA) – Ilves: Selkee (8 parate, 1 GA)
Arbitri: Blasimann, Herranen, Partanen

Classifica:
.                ot
.      P.ti V P V P gol
Almaty    9 3 0 0 0 7-1
Tampere   6 2 1 0 0 7-5
Berlino   3 1 2 0 0 6-6
Vålerenga 0 0 3 0 0 2-10