18ª giornata… alla sirena

di Franca P.

Tutto come da programma in vetta o quasi, con il Cortina che torna ad appropriarsi del primato grazie alla vittoria sul Pontebba fresco di nuovo coach, mentre il Bolzano vince un derby entusiasmante solo all’over time contro il Ritten Sport. Vittoria importante delle civette agordine che nell’altro derby con l’Asiago conquistano cosi il quarto posto relegando gli asiaghesi all’ultimo posto sempre più in crisi. Ultimo ma non meno importante il successo dei lupi pusteresi contro il Fassa grazie ad una maggior voglia di vincere uscita sopratutto nel terzo tempo.

SG CORTINA DE VILMONT CHAMPAGNE- SG GENERALI AQUILE FVG PONTEBBA 5-2 Primo tempo che si apre sotto il segno dei friulani del nuovo coach Sacharuk, con la rete di Guenette, abile a sfruttare una superiorità numerica a loro favore. Gli scoiattoli di Paul Adey non tardano a pareggiare con “Chele” Strazzabosco in evidente stato di grazia. L’ago sembra più pendere verso i friulani che a sprazzi si fanno pericolosi dalle parti di Maund, ma all’Olimpico non si passa, perchè dapprima Gallace e successivamente Giugliano (assist di Strazzabosco) mettono il Cortina in condizione di gestire con scioltezza il match. Il terzo periodo è una passeggiata per i padroni di casa che aumentano la cifra del loro tabellino grazie alla marcatura di Mcleod, dando cosi uno schiaffo severo al Pontebba ora in penultima posizione.
EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO HOCKEY- TEGOLA CANADESE ALLEGHE HOCKEY 2-4 Derby veneto di scena all’Odegar con le due squadre che combattono in maniera equilibrata fin dal primo minuto di gioco. La prima emozione della serata arriva al 19’ con Chitarroni che come al suo solito decide di dare spettacolo e con un assolo porta in vantaggio la sua squadra. L’Asiago tenta una reazione degna di tale nome solo nel secondo periodo quando il giovane, ma pieno di speranze Matteo Tessari gestisce un disco difficile e in girata insacca alle spalle di Groeneveld. Di li i giallo rossi prendono coraggio e sfiorano alcune volte la gabbia bianco rossa, ma sono le civette ad essere più ciniche, e Jamieson coglie l’errore difensivo avversario e insacca in porta. Poco più tardi due penalità stupide prese dall’Alleghe permettono agli altopianesi di pareggiare con Plastino che tira una bordata dalla blu. A pochi minuti dalla fine l’episodio che decide le sorti del match: Fabrizio Fontanive trova spazio nella difesa avversaria e porta i suoi in vantaggio, permettendo cosi all’Alleghe di conquistare un ottimo quarto posto.
SHC FASSA SALUMI LEVONI- HC RED ORANGE PUSTERTAL 2-4
Un Fassa un po’ ingenuo perde in casa una gara solamente al terzo tempo, quando un Valpusteria più deciso e volitivo fa suo il match. I padroni di casa partono subito forte con Felicetti, ma Trevisani coglie il pareggio poco dopo. E’ il contropiede il piatto forte dei ladini che grazie a Scott Raynolds passano in vantaggio, salvo poi dover subire la ripresa degli avversari con Iannone in serata decisamente positiva. La chiave del match è il terzo periodo: Iannone a 5 minuti dal termine coglie un goal doccia fredda per i ladini che tentano l’impossibile fino all’ultimo secondo, ma è di nuovo Iannone a segnare, siglando il suo personale hat-trick, che di fatto porta proprio i pusteresi ad insidiare in classifica i ladini.
HC INTERSPAR BOLZANO FOXES- RITTEN SPORT RENAULT TRUCKS 5-4 d.t.s. Partita di cartello che non ha certo deluso le aspettative, nonostante le numerose assenze in casa Ritten e quella pesante di Dicasmirro in casa bolzanina. Inizio di marca altopianese con la linea Ploner – Demetz, ma bastano appena 80 secondi agli uomini di Helle per riportare dapprima la situazione in parità con Ramoser, e poi ribaltarla completamente con Egger. Sfida a chi fa goal per primo tra le due squadre, infatti il Ritten Sport impiega appena 40 secondi per pareggiare con l’ottimo Corbeil assistito dal rientrante Scandella. Secondo drittel che il Bolzano apre con la marcatura del solito Mago di Hamilton Corupe e successivamente con la coppia Jardine – Olson, che sembrano aver annichilito il Ritten Sport, ma non è tutto oro quel che luccica, infatti, Scandella come tradizione mette firma nel match con una stupenda azione personale riportando sotto il Ritten Sport. Lupetti ancora attivi sul fronte offensivo avversario, il Bolzano sembra controllare la foga avversaria, ma il neo arrivato Misfud delizia il pubblico del Palaonda con un goal che si infila sotto il sette alle spalle di Hakkinen per il 4 a 4. Sono ancora gli ospiti a farsi vivi dalle parti di Hakkinen, dapprima con Corbeil poi con Misfud, ma Hakkinen è insuperabile in entrambe le occasioni. Stessa situazione viene a crearsi poi per il Bolzano, con un Cloutier che non lascia passare niente. I supplementari sembrano non essere sufficienti per decretare il vincitore del match, ma quando meno te l’aspetti, a una decina di secondi dalla fine arriva la doccia gelida di Durdin che regala la vittoria alle volpi bianco rosse, oramai alla decima vittoria consecutiva tra varie coppe e campionato.

Tags: