La vittoria ad Appiano vale il secondo posto

di Paolo Vola:

Domenica assai emozionante e determinante per sancire la vittoria dell’Egna nella regular season e la griglia finale dei playoff 2007-2008 che già si sa, vedranno la sfida fratricida tra Valpe e ASP.
In uno stadio colorato di biancorosso, grazie ai circa 50 i tifosi giunti a Appiano, la Valpe vince dopo aver dominato il primo tempo, subito la rimonta nel secondo e sofferto nel terzo.
Pronti via ed a 2.28 è Sasha Petrov ha trovare la deviazione decisiva in power play su tiro di Tremolaterra, poi sullo slancio è Pozzi ad avere il disco del raddoppio ma Pichler para. A metà tempo la reazione furiosa dell’Appiano ma Demetz fa buona guardia anche nelle situazioni di inferiorità numerica.
Ma è la linea Petrov – Jas , a 11.31, a trovare il raddoppio con lo slovacco che è rapidissimo a trovare il rebound dopo che Petrov aveva impegnato Picher.

Neanche un minuto ed a 12.20, con un tiro casuale, Hannes Pichler riduce le distanze. Poi è ancora il powerplay dell’Appiano a mettere paura alla difesa Valpe che appena si trova in parità numerica, a 15.24, trova il 3 a 1 con Donati su assistu di uno scatenato Stefano Coco e Silva.
Il tempo si chiude con una incredibile fucilata di Jan Jas, sulla linea dei difensori, in powerplay su assist di Biz Senoner che porta a 4 – 1 prima del riposo.
Inizio del secondo tempo con la Valpe in possesso disco ma con l’Appiano alla disperata ricerca del goal che prima sfiora con Peyton poi trova a 26.30 con Roggl che sfrutta un’azione di Saul.
Il tempo vede una più netta superiorità dei padroni di casa che si rendono pericolosi in più occasioni anche se è Silva, a 4 minuti dalla fine, ad avere il disco buono solo contro Pichler senza riuscire a piazzarlo ed è Lizotte a colpire il palo 1 minuto dopo in seguito alla solita azione devastante di Jas.
Gol sbagliato e goal subito: in controfuga è l’Appiano a fare la terza rete con la solita coppia Saul – Roggl che buca Demetz in mezzo ai gambali a 2 minuti dalla sirena e sancisce il 4 a 3 con cui si chiude la seconda frazione.
Il terzo drittel inizia subito con un favorevole 5 contro 3 che si infrange sul portiere dell’Appiano; la partita si innervosisce, l’Appiano sente allontanarsi la speranza del 4° posto e la Valpe comincia una partita di grande sofferenza e dedizione difensiva attorno a Marc Demetz, specie quando l’arbitro Manfroi si esibisce in alcuni fischi a senso unico.
Finisce con l’Appiano vanamente in extra attacker e con la Valpe che, con grande cuore, vince e balza al secondo posto!!