Rome International Challenge Cup: parola al coach dell’HC Roma

Ex giocatori canadesi, che hanno militato in NHL e nelle leghe minori nord-americane, alcuni di loro hanno partecipato alle Olimpiadi, lottato per la Stanley Cup… questi, divisi in 2 squadre, giocheranno a Roma, questo sabato 24 novembre dalle 13 alle 17, presso l’impianto Iceland all’EUR, dove affronteranno l’HC Roma, squadra ospitante e l’HC Mezzaluna di Mentana.
Il quadrangolare sarà composto di un girone andata e ritorno e le partite saranno a tempi ridotti per non interferire in modo pesante sui turni al pubblico.
A riguardo abbiamo fatto delle domande al coach dell’HC Roma, Ezio Menato.

EM: E’ stata una bella sorpresa che loro (i canadesi n.d.r.) ci hanno fatto, restituendoci la mancata partita dell’anno scorso. E’ stato sottolineato il carattere amichevole del torneo, mettendo in piena luce il comportamento cavalleresco in pista: il regolamento sarà applicato nei limiti più rigorosi possibili in modo da evitare nella maniera più assoluta scontri/contrasti/durezze, anzi è stata fatta la proposta dagli avversari di evitare i bodychecks.

HT: Parliamo degli avversari, le squadre canadesi Brasserie Mario Tremblay e Les Verglassées St-Césaire.
EM: Sono riuniti in associazione sportiva di veterani che una volta all’anno compiono un tour per alcune città europee per portare il messaggio dell’hockey su ghiaccio canadese.

HT: Come vivrà la sua squadra il torneo?
EM: Per noi è sempre un motivo in più per migliorare il nostro gioco, purtroppo siamo carenti di confronti di livello e questa presenta sicuramente un’opportunità ghiotta da sfruttare fino in fondo.

Poi c’è l’HC Mezzaluna di Mentana, rivali storici nel derby hockeystico laziale, incontrati già due volte quest’anno, la "serie" finora sta in parità, la prima è stata vinta dall’HC Roma per 3-1, la seconda vinta dal Mentana per 7-2. Insomma questa sarà "la bella", la partita decisiva.
"Va fatto un appunto sugli arbitraggi", aggiunge il coach, "ci saranno 2 loro arbitri canadesi e 2 italiani, di cui 1 internazionale, inoltre verranno a fare la loro esperienza alcuni giovani arbitri del Lazio". Questo in particolare fa bene allo sviluppo dell’hockey su ghiaccio nel Lazio diminuendo le spese, ma soprattutto all’altro allenatore dell’HC Roma, Enzo Di Roma, che in partita può finalmente tornare dietro la balaustra!

di Daniele Gobbi

Tags: