Un Milano cinico e spietato si impone ad Asiago

di Davide Trevisan

ASIAGO-MILAN0 2-5 (0:2; 2:2; 0:1)

Davanti ad un ottima cornice di pubblico i giallorossi di coach Camazzola escono ancora una volta sconfitti dall’ Odegar con il Milano corsaro che si impone per 5 a 2. Risultato bugiardo con l’Asiago a condurre per larghi tratti la partita ma il Milano abile a sfruttare ogni minima occasione.
Ospiti che scendono in pista privi di Re, Kurtz, Mantovani, Evans e Migliore mentre per l’Asiago ritorna in pista Rodeghiero e Borrelli complice un piccolo infortunio resta in “tribuna”.
Pronti via e subito DeFrenza ha sulla stecca il disco del vantaggio ma Szuper ci mette il gambale poi è Parco a rendersi pericoloso ma senza fortuna. E sempre e solo Asiago al 3’ Rodeghiero al rientro dopo un infortunio vede il suo rovescino perdersi sul fondo di un niente. Al 5’ primo tiro del Milano con Scandella che splendidamente servito da Simon spara in insidioso rasoghiaccio sventato da Bellissimo. All 8’ grossa ingenuità di Surma che perde disco nel terzo difensivo a favore di Simon, pronto il servizio per Iannone che non può fallire la ghiottissima occasione e mette il puck in fondo al sacco. Ma i ragazzi di coach Camazzola non si perdono d’animo e Szuper si oppone ancora a DeFrenza e successivamente chiude lo specchio alla conclusione di Benetti sul primo palo. Al 12’ ingenuità di Johnson che perde disco sulla blu e poco dopo commette fallo. Il primo powerplay della partita è capitalizzato alla grande da Trevisani che da favorevole posizione fa partire una sassata che sbatte sulla traversa e finisce in rete. L’Asiago si disunisce un attimo e Caletti parte dal proprio terzo indisturbato e colpisce il palo con una splendida conclusione di polso. Al 15’ Trevisani si fa cogliere da un momento di nervosismo e si vede rifilare 4 minuti di penalità più due per cattiva condotta assieme a Rodeghiero. I giallorossi giocano molto bene questa superiorità e vanno anche in gol al 16’ ma l’arbitro aveva interrotto il gioco un secondo prima, poi tocca a Szuper fare gli straordinari su Benetti, Stanley e Parco.

La seconda frazione vede l’Asiago partire molto bene creando subito un occasione con MacIsaac poi sale in cattedra Damian Surma che si libera di tre avversari ma la sua conclusione va fuori di un niente. Al 24’ arriva, un po’ a sorpresa, il terzo gol meneghino grazie al giovane Marco insam che da circa tre metri spara un rasoghiacco alla cieca con il disco che buca tra i gambali un sorpreso Bellissimo. Poco dopo è Caletti a trovare gloria personale siglando il suo primo gol in serie A. Rete di fatto che chiude la partita ma l’Asiago non si da per vinto e continua a macinare gioco ed a creare occasioni arrivando finalmente al gol con DeFrenza che al 48’ ribadisce in rete una respinta corta di Szuper su conclusione di MacIsaac. La rete galvanizza i giallorossi con l’ex Pontebba che trova la seconda rete su conclusione da posizione centrale con Szuper un po’ indeciso nell’occasione. Nel proseguo di tempo due superiorità non sfruttate dal Milano e un’occasionissima sull’asse Benetti-Parco con Szuper che si salva.
Terza frazione con i padroni di casa che ottengono subito una superiorità numerica ma la difesa milanese si oppone bene rischiando solo su assolo del capitano Parco. Poi la frazione prosegue con il Milano che agisce di rimessa e l’Asiago a tenere il comando del gioco. Asiago che meriterebbe senza dubbio la rete ma Szuper in questa partita è apparso in ottime condizioni. Al 59 Camazzola chiama time-out e inserisce il sesto uomo di movimento al posto di Bellissimo e la mossa porta quasi subito i suoi frutti perché a 26 secondi dal termine Strazzabosco sposta la porta e cosi Pianezze concede il penalty. Dell’esecuzione si incarica Chris Stanley facendosi ipnotizzare dall’ex Asiago. Nel successivo ingaggio Simon serve Scandella che va a realizzare la quinta rete a porta vuota.

MARCATORI: 8.50 Iannone ( Simon); 13.28 Trevisani in PP (Scandella, Simon); 24.44Insam (Iannone, Lehtinen); 25.05 Caletti (Insam); 27.49 DeFrenza (Macisaac); 28.47 Defrenza (Rodeghiero, Stanley); 59.45 Scandella a porta vuota (Strazzabosco, Simon).

EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: Bellissimo, Pavone; Basso, Johnson, Loya (A2), MacIsaac, Plastino, Rossi, Testa; Benetti, Busa, Defrenza, Parco (C), Rodeghiero (A1), Stanley, Strazzabosco, Surma, Tessari M, Tessari N.

MILANO VIPERS:Della Bella, Szuper; Kelly, Lehtinen, Mair, Raymo, Strazzabosco (C), Trevisani; Caletti (A1), Iannone, Insam, Mazzacane, Scandella, Simon, Stephenson.

ARBITRI: Pianezze (De Toni, Soia)

Tags: