Girone A, 2ª giornata… alla sirena

di Alessandro R.

BOLZANO-MILANO 2-4 Occhi puntati sul big-match del Palaonda in questa seconda giornata del girone A. Dopo lo scivolone nel derby con il Renon, il Bolzano è stato affiancato proprio dal Milano in testa al girone; altri motivi in più di interesse, senza contare la rivalità storica, vengono dai precedenti stagionali, che dicono 3 vittorie per i bolzanini (Coppa Italia inclusa), un pareggio ed una vittoria per il Milano. Ospiti al gran completo; Bolzano senza Hell, ancora alle prese con l’infortunio patito in nazionale.
L’incontro si sblocca al minuto 11.06 quando è il capitano dei bolzanini Roland Ramoser a trafiggere il portiere milanese Passmore. Nel secondo periodo la partita diventa sempre più dura e le penalità fischiate dal capo arbitro Colcuc cominciano a fioccare. Le occasioni migliori le hanno i padroni di casa, ma a segnare, proprio sul finire del periodo, sono gli osptiti: il pareggio, a cinque secondi dalla sirena, è del sempreverde Mario Chitarroni.

Nel terzo tempo due minuti di penalità fischiati a Bouchard mettono il Milano in condizione di sfruttare il powerplay per passare in vantaggio: la rete è assegnata a Brett Lysak, che devia un tiro di Savoia. Il Milano si limita ad amministrare senza approfittare del momento di sbandamento dei padroni di casa, e così al 47.45 Flavio Faggioni firma il pareggio in power-play. Poco dopo però, al 50.19, un altro errore clamoroso della difesa del Bolzano porta Chitarroni faccia a faccia con Naumovs: classe da vendere per superMario e 3-2 per il Milano. Il Bolzano si butta all’attacco ma sbaglia troppo: una doppia penalità comminata a Mike Omicioli e Lewis consente al Milano di giocare sul velluto e chiudere i giochi al 57.38 con Savoia. Segnale chiaro dal Palaonda: i campioni d’Italia puntano dritto al sesto scudo.

CORTINA-RENON 4-3 Stati d’animo opposti per le due squadre impegnate all’Olimpico: da una parte gli scoiattoli padroni di casa reduci dal pesante ko di Milano; dall’altra il Renon vittorioso nel sentitissimo derby con il Bolzano. L’inizio è del Cortina che passa al 3.00 con Souza, ma la rete degli ospiti è dietro l’angolo: Tuzzolino, l’ex di turno, pareggia i conti al 4.53. I Rittner Buam passano poi in vantaggio al minuto 11.51 con l’altro nuovo acquisto Doug Christinasen. Il Cortina del nuovo head-coach Gosselin sembra tramortito, ma nel secondo drittel scende sul ghiaccio con un piglio diverso e prima con Gigi DaCorte pareggia i conti al minuto 20.28, poi passa in vantaggio con Smith al minuto 35.46. Il Renon non ci sta e acciuffa il pareggio ancora con Tuzzolino poco dopo, al 37.40.
Nel terzo tempo il Cortina parte forte e Corupe insacca un disco non trattenuto da Robinson al minuto 43. Meglio i padroni di casa e Renon a corto di fiato, ma la partita rimane viva fino alla sirena finale, che sancisce la prima vittoria degli scoiattoli in questa seconda fase del campionato.

Tags: