ASIAGO FERMA LA CAPOLISTA.

di Davide Trevisan

Asiago-Renon 4-4(1:2)(2:2)(1:0)

Interessante testa-coda quello andato in scena all’Odegar davanti ad una modesta ma calorosa(nonostante la rigida temperatura) cornice di pubblico. Il match, combattutissimo dall’inizio alla fine, si chiude sul pareggio con l’Asiago che reagisce così alla batosta di Alba di Canazei. Nel Renon assenti Johnson e Bregenzer in difesa e Senn e Spinell in attacco in casa A & O invece tutti disponibili compreso Topatigh assente nell’ultima sconfitta con il Fassa.
La prima frazione si anima al secondo minuto quando il veterano Vellar si fa pescare in carica scorretta concedendo così il powerplay agli ospiti, è buona però la tenuta del pacchetto difensivo asiaghese che concede solo due velleitarie conclusioni al Renon. All’ottavo minuto però i bolzanini non si fanno sfuggire la seconda chance con l’uomo in più (fuori Benetti)realizzando la rete del vantaggio grazie al terzino Ingemar Gruber che dalla blu coglie impreparato D’Alessandro. L’Asiago va vicinissimo al pari al 12° con Topatigh che tira troppo debolmente da buona posizione;molto più cinico si dimostra invece il Renon al 16° quando Stocker trova lo spiraglio giusto tra una selva di gambe. I giallorossi reagiscono e trovano il gol al suono della sirena: buon lavoro in balaustra di Topatigh che serve il libero Cipruss che controlla e fa secco Robinson sul palo lontano.

Nel primi minuti del secondo drittel si assiste ad un Asiago che mette alle corde gli ospiti riuscendo a pareggiare al 21° minuto in superiorità numerica (Daccordo nel penalty box): Leinweber dalla blu mette il disco all’incrocio dei pali. Due minuti dopo Parco sfiora il vantaggio da due passi; ma il Renon senza il minimo sforzo appena si affaccia dalle parti di D’Alessandro trova insperata fortuna: al 28.38 infatti la conclusione dalla blu di Dagenais è deviata in maniera tale da spiazzare l’incolpevole goalie giallorosso. L’Asiago, di nuovo sotto, tenta di riagganciare i rivali ma viene beffato al 36esimo quando Kalmikov da posizione defilata coglie ancora una volta D’Alessandro impreparato siglando la rete del 4 a 2. La reazione stellata è rabbiosa e porta il Renon a ricorrere al fallo per fermare gli avanti di casa cosi al 38° l’Asiago ha a disposizione più di un minuto in doppia superiorità numerica: ci pensa John Parco a sfruttare ottimamante l’occasione spedendo in rete il rebound concesso dal goalie canadese su tiro di Robinson
Terza frazione che parte con il Renon proteso in avanti alla ricerca di chiudere il match ma la difesa stellata si difende alla grande resistendo anche in doppia inferiorità numerica. Al 6° l’occasione è ribaltata ed è l’Asiago ad avere quattro minuti di powerplay ma le conclusioni si infrangono contro la caparbia difesa ospite. A cinque minuti dalla fine numero di Topatigh che addomestica il disco e spara una bordata però troppo centrale. Poco dopo il Renon ha l’occasione di chiudere il match avendo a disposizione due minuti di superiorità numerica ma l’occasione più ghiotta è costruita da Surma che “scherza” due difensori biancoblu ma si vede respingere la conclusione. E’ il preludio al gol che arriva meritatissimo al 58.17 e porta la firma del capitano che finalizza al meglio una bella azione ravvicinata.

SUPERMERCATI A&O ASIAGO: D’Alessandro, Lobbia; Ambrosi, Forster, Iannetta, Leinweber, Robinson, Rossi, Testa, Vellar; Benetti, Cipruss, Ciresa, Mosele, Parco, Pittis, Rodeghiero, Roffo, Surma, Tessari M, Tessari N, Topatigh

RITTEN SPORT: Robinson, Favre; Dagenais, Egger, Gruber, Hafner, Ploner, Spinell; Bustreo, Daccordo, Fauster, Kachur, Kalmikov, Kaye, Rasom, Rottensteiner, Scelfo, Stocker, Tudin, Unterfrauner.

ARBITRI: Cassol (Biacoli, Zatta)

RETI:08.42 Gruber; 16.51 Stocker(Fauster); 19.59 Cipruss(Topatigh, Ciresa); 21.04 Leinweber (Cipruss); 28.38 Dagenais (Tudin); 36.12 Kalmikov (Kaye, Daccordo); 39.17 Parco (Robinson, Surma); 58.17 Parco (Surma, Pittis)