15.giornata

di gio

Continuano le serie negative di Berna e Ambri, sconfitte in casa da Friborgo e Davos. Il Lugano perde nuovamente di misura in trasferta, questa volta a Zurigo con i Lions. Il Kloten si impone a Basilea e continua la sua marcia nelle zone alte della classifica. Lo Zugo vince sulla difficile pista di Langnau e si allontana dalla riga mentre a Rapperswil i locali strapazzano il Servette andando in doppia cifra.

Ambri Piotta-Friborgo Gottéron 2-4 (1-0;1-2;0-2)

1-0 02:21 Baldi Mattia
1-1 24:23 Neuenschwander Caryl
1-2 27:23 Montandon Gil
2-2 32:49 Demuth Alain
2-3 51:06 Grosek Michal
2-4 57:11 Bastl Mark

Continua la serie nera dei leventinesi giunti alla settima sconfitta consecutiva, e nuovamente in una partita che valeva doppio contro un avversario diretto. Un Ambrì generoso che però non ha sfruttato la sua buona vena nel periodo iniziale permettendo agli ospiti di restare in partita. Il "solito" crollo finale ha poi permesso al Friborgo l’allungo decisivo che permette ai romandi di superare i diretti avversari in classifica.

Basilea-Kloten Flyers 2-4 (1-1;0-2;1-1)

1-0 01:07 Bright Christopher
1-1 16:38 Schulthess Marc
1-2 29:34 Von Gunten Patrick
1-3 34:02 Bühler Cyrill
2-3 56:39 Nüssli Thomas
2-4 59:26 Pittis Domenico

Inizia bene la partita per il Basilea che passa immediatamente in vantaggio per poi spegnersi lentamente e subire il ritorno degli aviatori restando comunque in partita fino al termine. Un anuova battuta d’arresto per i renani che a questo punto devono iniziare a preoccuparsi per il non gioco espresso in questo inizio di stagione.

Berna-Davos 1-3 (0-1;1-0;0-2)

0-1 13:19 Gianola Marc
1-1 37:16 Reichert Marc
1-2 50:41 Leblanc Robin
1-3 59:51 Marha Josef

In una BernArena esaurita in ogni ordine di posto, il Davos si impone nel big match della serata contro un Berna parso in ripresa ma che difetta della continuità necessaria per poter imporre il proprio potenziale. Il Davos, molto accorto in difesa, ha dimostrato che nulla è impossibile e quando gli orsi vengono aggrediti con un forcecking costante faticano tremendamente ad impostare il loro gioco facilitando il compito della squadra che si difende. Con questo successo, il Davos prende la testa della classifica in solitaria.

Rapperswil/Jona Lakers-Ginevra/Servette 10-2 (3-1;5-0;2-1)

0-1 06:22 Bezina Goran
1-1 11:55 Roest Stacy
2-1 16:16 Bütler Markus
3-1 16:37 Czerkawski Marius
4-1 25:46 Czerkawski Marius
5-1 31:06 Murray Brady
6-1 32:34 Morger Patrizio
7-1 35:48 Schefer Marc
8-1 39:22 Fischer Patrick
9-1 45:00 Czerkawski Marius
9-2 49:08 Bezina Goran
10-2 55:23 Micheli Claudio

Partita senza storia quella di Rapperswil che ha visto i padroni di casa prevalere in maniera netta contro un irriconoscibile Servette che dopo la rete di apertura si è spento permettendo ai sangallesi di andare a nozze e vincere facilmente una partita che ci si attendeva più equilibrata.

Langnau Tigers-Zugo 1-3 (0-0;0-0;1-3)

0-1 45:38 Christen Björn
1-1 48:36 Fast Brad
1-2 52:35 Di Pietro Paul
1-3 57:57 Diaz Raphael

Il Langnau conferma la sua incostanza e si fa battere da uno Zugo attento che per una volta non si è buttato in avanti alla ricerca della rete ma che ha saputo attendere il momento opportuno per colpire. Si notano ulteriori progressi nel gioco dei tigers che avanti di questo passo potrebbero anche ambire ad un posto nei playoffs.

Zurigo Lions-Lugano 3-2 (1-0;0-1;2-1)

1-0 11:53 Helfenstein Sven
1-1 36:25 Wilson Landon
1-2 43:03 Wilson Landon
2-2 46:31 Alston Jan
3-2 54:22 Alston Jan

Nuova trasferta oltr’alpe per i ticinesi ed ennesima sconfitta. Un Lugano che fatica ad entrare in partita e nel primo periodo quasi mai si rende pericoloso dalle parti di Sulander. Secondo logica sono i padroni di casa, molto più presenti sul ghiaccio a passare in vantaggio e a terminare il primo periodo avanti di una rete, anche perché sbagliano un rigore nel finale. Nel secondo periodo si assiste all’auspicata reazione dei bianconeri che mettono alle corde l’avversario e pareggiano sul finire del tempo. Il terzo periodo, quello decisivo vede il ritmo aumentare e far crescere il livello della partita. Gli ospiti passano in vantaggio ma si fanno immediatamente raggiungere. A questo punto la partita torna in mano ai padroni di casa, alla ricerca del quinto successo consecutivo. Il Lugano si difende con ordine ma deve subire la rete del definitivo vantaggio dello Zurigo a poco più di cinque minuti dal termine e a quel punto le forze per cercare almeno la rete del pareggio vengono a mancare.

Tags: