Kärpät in vetta

di Davide:
approfittando del turno di riposo dello Jokerit, il Kärpät si issa in vetta da solo, lasciando i rivali a due lunghezze, ma sudando per portare a casa i punti necessari per il primato da Tampere, dove ci sono voluti gli shoot out per stabilire il vincitore di un confronto ben giocato dai padroni di casa con il goalie Tuukka Rask in evidenza (35 saves per lui). La sorpresa della serata arriva invece da Lahti, dove i Pelicans, in netta fase calante, sono battuti seccamente dal fanalino KalPa, che segna 3 delle 4 reti negli ultimi 10 minuti, segno evidente di una condizione atletica da migliorare, anche se l’MVP del match è stato il goalie ospite Kimmo Kapanen, autore di 37 saves. Mentre il TPS dell’eterno Kai Nurminen – una rete e un assist per lui – si sbarazza con un facile 4-1 dell’JYP e il SaiPa (che ha ingaggiato a gettone lo slovacco Tomas Slovak dagli svedesi del Mora per coprire l’infortunio dello svedese Henrik Petré) vince ai rigori dopo aver rimontato dallo 0-2 il Tappara, ad Hameelinna va in scena quella che pochi mesi fa era la finale per il titolo ed ora è un match di quelli scontati: l’HPK si impone infatti senza troppi problemi per 4-1 sull’Assat, nonostante le 39 parate di Matti Kaltiainen e il discreto debutto (un assist sulla rete di Joonas Kemppainen)di Tobias Salmelainen, arrivato in prestito fino a Natale dallo Jokerit.

Infine, una doppietta a testa per Raymond Murray e Cory Murphy regala la vittoria all’HIFK sulla pista del Lukko, in una gara in cui si distingue soprattutto Ilkka Pikkarainen (3 assists), giocatore rimandato in Europa dai New Jersey perchè giudicato in condizioni fisiche precarie…chissà se fosse stato in forma….