Torneo Maschile: Russia – Lettonia

RUSSIA – LETTONIA 9-2 (3-1/3-0/3-1)

di Alessandro Seren Rosso

Partita senza storia a Torino Esposizioni tra una Russia in forma smagliante e una Lettonia decisamente troppo molle. Il match si apre con una buona partenza da parte di entrambe le squadre ed è Malkin a rendersi pericoloso per primo dopo una manciata di secondi trovando però un attento Irbe sulla sua strada. La Russia però preme ancora ed è l’asso di Atlanta Ilja Kovalchuk a risolvere una mischia davanti al portiere della Lettonia. Passa un minuto e la Lettonia si trova in doppia inferiorità numerica dopo le penalità fischiate dal capo arbitro LaRue a Cipruss e Semjonovs ed è Sushinskij a trovare la rete dopo un grande suggerimento del compagno di squadra Kharitonov. La Lettonia però non si arrende e riesce ad accorciare le distanze con un gol di pregevole fattura di Aigars Cipruss realizzato in inferiorità numerica dopo un errore nel terzo offensivo da parte di Datsyuk; ma l’illusione lettone di giocare alla pari con la corazzata russa dura solo un paio di minuti finchè uno strepitoso duetto tra lo stesso Datsyuk e Kovalchuk riporta i russi avanti di due segnature.

Il secondo periodo si apre con il gol della tripletta di Kovalchuk che batte Irbe con un wrister millimetrico dopo un ingaggio in zona offensiva vinto da Datsyuk, poi la Russia due minuti dopo va ancora in gol con Kozlov assistito da Yashin. Dopo il quinto gol l’allenatore della Lettonia decide di sostituire Irbe con Edgars Masalkis, portiere del Neftyanik Leninogorsk, che viene battuto dopo sette minuti dal quarto gol della partita di un imprendibile Ilja Kovalchuk che realizza un gol da cineteca dopo un altro stupendo scambio con Pavel Datsuyk.
Nel terzo periodo Krikunov lascia a riposo Nabokov sostituendolo con Sokolov e la Russia va ancora in gol con Aleksei Yashin prima e con una splendida segnatura di Malkin assistito da Sushinskij poi. La partita va verso la conclusione ma c’è ancora spazio per ben due segnature: arriva a quattro minuti dal termine il sigillo di Ovechkin dopo un’azione strepitosa della Russia partita proprio da Ovechkin con il disco che passa prima da Yashin e poi da Kozlov. A meno di due minuti dal termine arriva il secondo gol lettone con Redlihs, che raccoglie un tiro di Berzins ribattuto da Sokolov.
Una partita quindi dominata dalla Russia, apparsa troppo, troppo forte per una Lettonia così molle e mai in partita. Per quanto riguarda i singoli, Kovalchuk e Yashin su tutti. ottima prestazione anche per Malkin e Sushinskij.

TABELLINO

02’54” 1-0 Kovalchuk (Kovalev, D. Markov)
09’15” 2-0 Sushinskij (Kharitonov, Gonchar) PP2
09’55” 2-1 Cipruss SH
12’36” 3-1 Kovalchuk (Datsyuk)
23’32” 4-1 Kovalchuk (Kovalev, Datsyuk)
25’45” 5-1 Kozlov (Yashin)
35’16” 6-1 Kovalchuk (Datsyuk)
41’58” 7-1 Yashin (Kozlov, Zhukov)
47’32” 8-1 Malkin (Sushinskij, Vishnevski)
56’27” 9-1 Ovechkin (Kozlov, Yashin)
58’04” 9-2 Redlihs (Berzins)